Tezos
Tezos

Tezos (XTZ) come funziona?

Tezos è una rete blockchain che cerca di affermarsi come una piattaforma di smart contract con auto-emendamento e governance on-chain. Stanno cercando di risolvere i problemi di inefficienza presenti nella blockchain, eliminando eventuali difetti non appena compaiono.

Cap. mercato Volume 24h Fornitura Circolante
$4,927,567,681 $605,680,409.04 850244497.0 XTZ
tezos xtz

Il progetto Tezos è un ecosistema che comprende una piattaforma di smart contract e il suo token Tezos (XTZ). La piattaforma Tezos è progettata con l'obiettivo di diventare "l'ultima criptovaluta", nel senso che le innovazioni provenienti da protocolli concorrenti potrebbero essere prontamente adottate dalla blockchain di Tezos e dai suoi stakeholder. In questo modo, Tezos vuole permettere ai suoi utenti di tenersi aggiornati con i progressi tecnologici nel crypto-universo, promettendo allo stesso tempo l'implementazione di un sistema di “auto-modifica” per il suo ledger. Secondo loro, questo significa che la piattaforma è capace di miglioramento, senza ricorrere a hard forks quando gli stakeholders approvano le modifiche alla rete.

Un altro grande cambiamento che propone Tezos è un nuovo modello di governance basato su ciò che i suoi fondatori descrivono come un'imitazione dei modelli democratici della vita reale. Il sistema è soprannominato “la governance on-chain” e si suppone che lavori fianco a fianco con il ledger capace di auto-correzione della rete Tezos. Cosa possono offrire questi due agli utenti che Tezos intende attirare sulla sua piattaforma?

Tezos promette di mettere la comunità al centro della governance

La governance on-chain è una delle caratteristiche più commercializzate di Tezos. Ispirato dall'hack che ha colpito l'Ethereum's Decentralized Autonomous Organization (DAO), i creatori di Tezos hanno cercato di evitare uno scenario simile e di far partecipare tutti gli stakeholders della rete al governo e alla determinazione della sua direzione futura. Per fare questo, Tezos implementato un sistema di voto che permette loro di votare le modifiche proposte per la piattaforma in forma di protocollo o codice di modifiche o per il sistema di voto stesso. In questo modo, la comunità eviterebbe senza dubbio grandi controversie e l'emergere di fazioni che potrebbero rallentare lo sviluppo della rete.

Qualsiasi sviluppatore interessato alla piattaforma Tezos ha il diritto di presentare le proprie proposte per gli aggiornamenti del sistema e domandare risarcimento per quello che ha apportato. Successivamete, i titolari del coin Tezos (XTZ, “tez” o “tezzie”) votano a favore o contro queste proposte. Se la proposta ottiene un riscontro positivo, la modifica proposta viene attuata e lo sviluppatore in questione riceve la compensazione adeguata in monete Tezos. Questi sviluppatori non hanno bisogno di avere un datore di lavoro formale o uno sponsor e possono lavorare solo sui segmenti che hanno attirato la loro attenzione al Tezos in primo luogo. L'idea è di attirare il maggior numero di sviluppatori alla rete Tezos, con il sistema di governance on-chain in atto per ridurre l'attrito tra coloro che hanno opinioni opposte del futuro della piattaforma.

Il modello Liquid Proof of Stake

Tezos è considerata una piattaforma distribuita e senza autorizzazione per sviluppare e far valere gli smart contracts. Per differenziarsi dai suoi concorrenti come Ethereum, EOS o TRON, Tezos ha fatto funzionare il suo sistema di governance on-chain insieme alla propria versione della Proof-of-Stake delegata (delegated Proof-of-Stake, dPOS) modello di consenso che ha chiamato "Liquid Proof of Stake" (LPOS). Con esso, Tezos spera di mantenere i vantaggi offerti dalla dPOS standard senza compromettere la sicurezza e il decentramento.

In questo modello, i possessori di monete XTZ possono delegare i diritti per convalidare le transazioni senza trasferirne effettivamente la proprietà. È qui che la variante di Tezos sul dPOS differisce da quella utilizzata da EOS, ad esempio. Invece di avere un gruppo fisso di delegati che producono blocchi necessari per il consenso della rete, Tezos rende il sistema di delega completamente opzionale. Mentre il dPOS standard consente probabilmente una maggiore scalabilità, si prevede che il Liquid PoS minimizzi la diluizione dei possessori di token di piccole dimensioni. Con questo in atto, Tezos spera di rafforzare il proprio modello di governance on-chain, con un'attenzione particolare alla responsabilità e al coordinamento tra i possessori di monete.

tezos platform

Guadagnare XTZ ... cucinando?

L'implementazione di Tezos del modello Liquid Proof of Stake si riflette anche nel suo processo di staking, che prende il nome di "baking" (cottura). Il baking non richiede all'utente di possedere hardware specializzato per l'estrazione e spendere molto in bollette elettriche. La ragione di ciò è il fatto che non è possibile risolvere complessi enigmi crittografici coinvolti nel processo. Invece, la creazione del blocco è gestita dalle parti interessate che ottengono il diritto di farlo selezionando le monete di loro proprietà. La piattaforma Tezos assegna i diritti di baking in proporzione alla quota del proprietario, con i "bakers" che impegnano depositi di token (o "obbligazioni") e ricevono premi per la firma e la creazione di blocchi. Coloro che presentano comportamenti inaccettabili di qualsiasi genere possono perdere i loro depositi.

Oltre ai diritti di voto, il modello LPOS consente a qualsiasi proprietario di token di delegare i propri diritti di baking ad altri partecipanti nella rete. Il cambio delegato è un'opzione che può essere utilizzata per dissuadere gli utenti dall'impegnarsi in comportamenti inappropriati (come tentare doppie spese) sperando di favorire un più stretto coordinamento all'interno della comunità. La delega del baking rimane un'opzione se gli utenti non vogliono effettivamente partecipare al processo. Per quanto riguarda il processo di baking in sè, i requisiti sono la proprietà di una quantità fissa di token Tezos, una connessione Internet stabile e almeno 8 GB di RAM. Le barriere all'ingresso con il sistema Liquid Proof of Stake dovrebbero ridursi nel tempo al fine di promuovere il decentramento, con la graduale riduzione del numero di monete Tezos necessarie per il baking.

"Bake endorsing" e "rolls" sono un'altra caratteristica del sistema di baking Tezos. L'endorsing (approvazione) implica la richiesta a un stakeholder di agire come testimone della verifica della validità di un blocco. I rolls (rotoli) sono set di monete che i delegati aggregano, e mostrano la relazione tra la quantità delle loro monete delegate e la relativa capacità di baking.

I creatori di Tezos sperano che l'intera infrastruttura dietro il suo sistema di baking prevenga il dominio di grandi coalizioni elettorali e grandi stakeholders. Mentre il loro emergere è un'opzione possibile, la piattaforma spera di rendere più facile per i possessori di monete unirsi ai loro sforzi se fosse necessaria la ridistribuzione, nel caso in cui il potere si concentri troppo in poche mani.

Una rete modulare

La piattaforma Tezos utilizza un protocollo generico di shell di rete che offre compatibilità con vari modelli di transazione e consenso che la sua blockchain potrebbe richiedere. La natura modulare di questo sistema dovrebbe rafforzare il potenziale "auto-correttivo" della rete. Il source code della piattaforma è scritto in linguaggio di programmazione OCaml, che ha permesso la creazione di moduli che possono direttamente modificare i protocolli esistenti.

La shell di rete di Tezos può identificare tre oggetti: blocchi, transazioni e protocolli. In questo caso, il protocollo di rete gestisce la trasmissione di transazioni tra nodi e blocchi di rete, download di blockchain e individuazione di peer. In effetti, è qui che dovrebbe svolgersi la maggior parte degli sforzi innovativi.

La shell di rete di Tezos consente la combinazione di protocolli di consenso e di transazione per la creazione di quello che viene descritto come "protocollo blockchain". Questo protocollo, a sua volta, diventerà la sede di un gruppo di modifiche alla blockchain di Tezos in generale. I suoi blocchi sono designati come operatori che possono cambiare il protocollo (o la catena) stessa. Come tale, questo protocollo blockchain raggiunge quello che viene descritto come lo stato di "introspezione", e agli utenti della piattaforma viene data la possibilità di votare aggiornamenti e modifiche al sistema.

Sistema di verifica formale

Un'altra caratteristica che Tezos promuove fortemente è l'implementazione di verifiche formali (basate su software) sulla funzionalità dei programmi, sugli smart contract e sulle applicazioni decentralizzate (dapps) che vengono eseguite sulla sua piattaforma. L'obiettivo qui è valutare la loro sicurezza e sbarazzarsi degli errori che possono avere gravi conseguenze, in particolare con gli smart contracts.

Oltre a risolvere i bug, la piattaforma Tezos spera di impedire ai terzi di intromettersi con la procedura di verifica, mantenendo la sicurezza e la qualità decentralizzata del suo codice e delle informazioni su di esso. Allo stesso tempo, Tezos mira alla prevenzione di incidenti in cui le parti non autorizzate possono tentare di censurare o interrompere qualsiasi delle sue applicazioni basate su blockchain.

Il team

Il progetto Tezos è nato da un'idea di Arthur Breitman e di sua moglie e partner d'affari Kathleen Breitman. Arthur Breitman è un informatico e matematico la cui esperienza nel settore finanziario è stata acquisita lavorando con aziende come Goldman Sachs e Morgan Stanley. Dopo aver lasciato il mondo delle multinazionali nel 2016, Breitman ha iniziato a lavorare al progetto Tezos. L'idea per la piattaforma è nata dopo che Breitman ha mostrato interesse a lungo termine per lo sviluppo di Bitcoin. Ciò che lo interessava di più era ciò che percepiva come carenze di Bitcoin quando si trattava della capacità di questa criptovaluta di evolversi. Le sue idee iniziali sul concetto di una valuta "auto-correttiva" sono state messe in due articoli che sono stati pubblicati nel 2014 e sono serviti come modello iniziale per Tezos.

Kathleen Breitman ha un background anche nel settore finanziario, con i suoi riferimenti di lavoro precedenti tra cui aziende come R3 e Bridgewater Associates. La Tezos Foundation è un'organizzazione dedicata a diffondere la visione di Tezos a vari stakeholders in tutto il mondo. È gestita dal Consiglio che comprende esperti di diversa estrazione, con un quartier generale a Zugo, in Svizzera.

Storia e controversie

La main-net di Tezos è entrata in funzione nel settembre 2018, dopo il lancio della sua rete beta a giugno 2018 e il completamento di un'offerta iniziale di monete (ICO) che ha raccolto 232 milioni di dollari. Nel corso della sua storia, il progetto Tezos è stato seguito da numerose controversie che hanno minacciato di danneggiare la sua reputazione anche prima del suo lancio ufficiale. Dopo l'ICO che ha avuto luogo nel 2017, Arthur e Kathleen Breitman hanno fondato la Tezos Foundation, con l'obiettivo di nominare Johann Gevers come presidente di questa organizzazione. Doveva gestire il facile trasferimento dei diritti intellettuali al source code di Tezos. Ben presto Gevers entrò in conflitto con i Breitman per il controllo dei fondi raccolti nell'ambito dell'ICO. Un altro punto controverso è stato il personale che ha introdotto al timone della Fondazione.

Inizialmente, le monete dell'ICO dovevano essere trasferite ai contributori, con l'idea di rilasciare poi la blockchain con una licenza di software libero. I problemi sono sorti dopo il rilascio ripetutamente ritardato che ha causato preoccupazione tra i membri della comunità emergente di Tezos. I disaccordi tra il personale chiave a capo del progetto e la Fondazione si sono presto riversati sulla stessa comunità. La crisi presumibilmente si è conclusa dopo che Gevers si è dimesso dal suo incarico presso la Fondazione all'inizio del 2018.

Il progetto Tezos è stato anche afflitto da varie azioni legali di classe che sono state avviate sulla base di questioni irrisolte tra la società Dynamic Ledger Solutions (DLS) di Arthur Breitman e la Tezos Foundation. In base all'accordo ICO, la Breitman’s Foundation avrebbe dovuto acquistare il DLS per ottenere i diritti sul source code. Come parte dell'accordo, Breitman avrebbe dovuto ottenere l'8,5% di ciò che è stato raccolto come parte dell'ICO e il 10% di tutte le monete Tezos in circolazione. Poco dopo, furono avviate diverse azioni legali contro il DLS sulla base del fatto che le monete Tezos dovevano essere trattate come titoli.

Le paure nella comunità di Tezos sono state aggravate dai lunghi periodi di silenzio e dall'assenza di informazioni provenienti dalla Fondazione Tezos. Prima del lancio della piattaforma, Foundation ha rotto questo silenzio annunciando l'implementazione dei controlli per i contribuitori "Know Your Customer"/"Anti-Money Laundering". Le risposte degli investitori e dei membri della comunità a questo annuncio sono state contrastanti.

Disponibilità di monete XTZ

A novembre 2018, Tezos aveva una capitalizzazione di mercato di 809 USD. Al suo lancio a metà del 2018, la valuta ha raggiunto il suo massimo storico, con un valore del cap di appena 1,5 miliardi di USD. La fornitura totale di monete Tezos è limitata a 763.306.930 XTZ, con 607.489.041 XTZ in circolazione a novembre 2018.

Le monete Tezos sono disponibili per il trading su criptovalute come HitBTC e Kraken.

____

Seguici sui nostri canali social:

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT