TRON
TRON

TRON (TRX) cos'è e come funziona il suo ecosistema?

La piattaforma TRON e la sua moneta TRX vogliono portare la tecnologia di archiviazione dei dati distribuita e decentralizzata nel settore dell'intrattenimento e della generazione di contenuti. Dovrebbe semplificare la distribuzione dei contenuti digitali e offrire ricompense per la partecipazione.

Cap. mercato Volume 24h Fornitura Circolante
$6,516,468,405 $964,383,652.47 71659657369.0 TRX
tron TRX

 

Che cos'è TRON?

 

Lanciata con lo slogan di "Decentralizzare il Web" a settembre 2017, la piattaforma TRON è promossa come blockchain decentralizzata focalizzata su contratti intelligenti e alte prestazioni come le basi del suo sistema di condivisione dei contenuti. Mentre queste funzionalità sono state inizialmente focalizzate sul settore dell'intrattenimento e sulla condivisione dei contenuti, gli sviluppatori di TRON ora promuovono la loro piattaforma come base per un "nuovo" e decentralizzato World Wide Web. Inoltre, TRON vuole diventare un sistema operativo completo sviluppato con l'obiettivo di semplificare la distribuzione di applicazioni decentralizzate personalizzate (dApps).

 

Cosa sta cercando di ottenere?


TRON è grande nel diventare un ecosistema con una vasta gamma di partecipanti che dovrebbero essere in grado di trarne vari benefici. Ogni partecipante che compie almeno qualche sforzo nello sviluppo di questo ecosistema dovrebbe essere ricompensato per questo, indipendentemente dal ruolo che ricopre in esso.

 

Con questo in mente, TRON è stato sviluppato per offrire sia Bitcoin che Ethereum per i loro soldi con alcune delle sue caratteristiche principali:

  • TRON vuole posizionarsi come l'opzione più flessibile e leggera per l'implementazione dello smart contract. La TRON Virtual Machine (TVM) è compatibile con Ethereum Virtual Machine (EVM), con un supporto pianificato per diverse altre VM in futuro. Ciò dovrebbe garantire che la distribuzione di applicazioni e portafogli personalizzati sulla piattaforma TRON sia effettuata in modo più flessibile. Il motore di smart contract di TRON promuove l'efficacia, è costruito attorno a un'architettura più leggera e supporta la collaborazione con un numero maggiore di utenti. I trasferimenti di TRX e l'esecuzione di smart contracts costano effettivamente punti di larghezza di banda anziché token. Pertanto, l'implementazione di un DApp sulla rete TRON dovrebbe consentire agli sviluppatori di beneficiare di minori costi di sviluppo in base alle impostazioni della larghezza di banda di TRON TVM. Allo stesso tempo, dovrebbero avere accesso diretto a vari utenti che sono alla ricerca di influencer, canali di investimento e nuove idee di business.
  • TRON punta su tre "massimi" come obiettivi generali nello sviluppo della piattaforma: elevata produttività, alta disponibilità e alte prestazioni. Il team di TRON abbina la promessa di risolvere i problemi di scalabilità con le prospettive di avere un numero maggiore di transazioni al secondo (TPS) rispetto ai suoi concorrenti nell'uso quotidiano. Al momento, il TRON è fatturato come in grado di gestire 2000 transazioni al secondo in qualsiasi momento della giornata. Ritenendo che le prestazioni non debbano andare a scapito della disponibilità della piattaforma, il team TRON promette di offrire un'infrastruttura di rete in grado di supportare un livello più elevato di decentralizzazione e uno stimolante meccanismo di distribuzione dei premi.
  • TRON mira a ridefinire le pratiche dominanti nelle industrie di distribuzione e intrattenimento dei contenuti. L'obiettivo dichiarato è quello di rimuovere gli intermediari dal processo di creazione del contenuto e ridurre la sua dipendenza dalle risorse di rete controllate dalle grandi società. Con TRON, i creatori di contenuti dovrebbero essere pagati direttamente dal pubblico che servono, senza ricorrere ai servizi di vari intermediari come le piattaforme di distribuzione dei contenuti. Allo stesso tempo, ai giganti come Facebook, Google e Amazon verrebbero portati via alcuni dei loro poteri monopolistici, almeno nel campo della monetizzazione del traffico e dei dati degli utenti.
  • TRON vuole utilizzare la blockchain come base del futuro sistema globale di condivisione dei contenuti. Con la promessa di premi per i creatori di contenuti che partecipano al suo ecosistema, TRON spera di espandere la sua portata e impiegare la sua tecnologia di rete peer-to-peer (P2P) allo scopo di diventare un sistema operativo globale per l'archiviazione e il caricamento illimitati di dati di tutti i tipi. Ciò include formati popolari come contenuti audio e video, ma anche valute di gioco, che dovrebbero essere resi disponibili per la distribuzione senza restrizioni.
tron TRX

 

Qual è il ruolo del token TRX in tutto questo?

 

La risorsa nativa della piattaforma, il token TRON (TRX) può essere utilizzata per condividere contenuti sulla rete o come compensazione per i creatori di contenuti che contribuiscono alla rete. Inoltre, il token può essere bloccato, consentendo ai suoi utenti di acquisire Tron Power (TP) che funge da fonte di diritti di voto per il suo titolare sulla rete.

Inoltre, TRON mira a offrire infrastrutture per una più facile distribuzione di contenuti digitali come giochi o video, con artisti e designer che mantengono la piena proprietà delle loro creazioni. Questo sarà seguito dal supporto per l'organizzazione di ICO personali. CryptoPuppies è stato uno dei primi progetti ad essere sviluppato con l'aiuto della piattaforma TRON come gioco da collezione che prevede l'acquisto di cani virtuali con monete TRON.

Nell'aprile 2019, l'offerta circolante di monete TRX ammontava a 66 miliardi di monete, rispetto alla fornitura totale di 99 miliardi di TRX. Allo stesso tempo, la sua capitalizzazione di mercato era di 1,5 miliardi di dollari. Le monete TRX possono essere acquistate o scambiate sui principali exchange di criptovalute su cui è quotata, come Bitstamp o bitFlyer. Sul suo sito Web, TRON offre supporto per portafogli dedicati, che sono disponibili per iOS, Android, Windows e altre piattaforme.

 

Come funziona il suo sistema DPoS?

 

I token TRX non possono essere acquisiti dal mining. La piattaforma utilizza il meccanismo TPOS che è stato creato come un meccanismo di consenso Proof-of-Stake delegato (DPoS), in cui le dimensioni delle transazioni, gli intervalli di blocco e i piani tariffari sono gestiti dai delegati eletti.

In questo sistema, 27 cosiddetti super rappresentanti (SR) sono responsabili della produzione di blocchi. Tutti i cambiamenti previsti per l'introduzione della rete TRON devono essere votati dagli utenti che possiedono token TRX. Lo stesso vale per il voto per i delegati incaricati di prendersi cura della rete, con 27 candidati migliori classificati promossi a SR. Tutti i processi sono continui e si svolgono in base alle prestazioni di ciascun delegato.

Esistono tre tipi di nodi sulla piattaforma TRON:

  • Nodi testimone. Questi nodi sono stabiliti dai Super Rappresentanti e sono principalmente responsabili della creazione di blocchi, del processo di voto e della presentazione delle proposte su cui votare.
  • Nodi completi. Questi nodi sono responsabili delle API e delle transazioni e dei blocchi di trasmissione.
  • Nodi di solidità. Questi nodi sincronizzano i blocchi provenienti da nodi completi e gestiscono anche API indicizzabili.
sistema DPoS di TRON

 

Cos'è l'architettura a tre strati?

 

Mentre la piattaforma TRON è promossa come ecosistema inclusivo, la sua architettura è ancora progettata in modo da accogliere la partecipazione di vari stakeholder. Pertanto, doveva essere costruito attorno a una vasta gamma di tecnologie, tutte con ruoli diversi sulla piattaforma.

Per cominciare, l'architettura di TRON è organizzata in tre livelli base:

  • Livello di archiviazione. Questo livello funziona come un protocollo di distribuzione responsabile della memorizzazione dei blocchi e della memorizzazione dello stato. Il concetto di archiviazione sottostante è sviluppato attorno al modello di database grafico il cui compito principale è quello di soddisfare le esigenze di archiviazione di dati diversi nelle applicazioni del mondo reale. L'archiviazione di grafici non include le strutture di dati dell'elenco di collegamenti o l'archiviazione di chiavi e valori come quelle trovate in Bitcoin ed Ethereum, optando invece per il design che promuove la velocità per una gamma più ampia di applicazioni. Allo stesso tempo, l'archiviazione blockchain TRON implementa la tecnologia LevelDB sviluppata da Google.
  • Core Layer. Questo strato ospita vari moduli sulla rete TRON (vedi sotto), funzionalità di gestione dell'account e meccanismo di consenso.
  • Livello applicazione. Questo livello supporta il funzionamento della TRON Virtual Machine e i linguaggi di programmazione associati, nonché l'interfaccia con il software utilizzato nei portafogli.

 

Quali sono i moduli trovati?

 

Pur essendo basato su livelli, alcune parti dell'architettura di TRON sono ulteriormente segmentate in diversi moduli che svolgono varie attività. Per cominciare, il Core Layer sul TRON ospita diversi moduli:

  • Modulo di consenso. Questo modulo svolge tutti i compiti relativi al funzionamento del meccanismo di consenso DPOS di TRON, compresi quelli che dovrebbero consentire di ridurre il consumo di energia elettrica a costo zero nelle prestazioni TPS.
  • Modulo KhaosDB. Questo modulo si trova nella memoria del nodo completo ed è in grado di memorizzare varie catene recentemente biforcate per un periodo di tempo prestabilito. Ciò dovrebbe facilitare il passaggio tra le catene principali attive e nuove per i testimoni. Il modulo svolge anche un ruolo nel proteggere il sistema di archiviazione basato su blockchain dalla terminazione non pianificata in uno stato intermedio e nel renderlo più stabile nel processo.
  • Modulo Digital Token. Questo modulo è diviso in due segmenti: il modulo di configurazione e il modulo di emissione e distribuzione. Il primo consente agli utenti di personalizzare i propri token digitali tramite le impostazioni di configurazione. Allo stesso tempo, il modello di emissione/distribuzione consente all'utente di impostare parametri appropriati prima di emettere un token che può essere definito come impostazione predefinita o personalizzata.
  • Modulo Smart Contract. Infine, questo modulo consente agli utenti di creare smart contracts eseguiti su macchine virtuali.

 

Il team

 

Il progetto TRON è nato nel settembre 2017 da un'idea dell'imprenditore blockchain cinese Justin Sun, che ricopre il ruolo di CEO del progetto. L'offerta iniziale di monete (ICO) per TRX è avvenuta ad agosto e settembre 2017 durante la quale ha raccolto 70 milioni di dollari. Sun è anche il fondatore dell'organizzazione no profit con sede a Singapore chiamata Tron Foundation. In precedenza, Justin Sun ha lavorato come rappresentante principale e consulente di Ripple nella regione cinese.

L'attuale team TRON è composto da oltre 100 membri provenienti da vari luoghi, da Seul a San Francisco. Il personale chiave coinvolto nell'operazione del progetto include Lucien Chen, Chief Technology Officer di TRON, Deuce Yu come Product Manager e Charles Zhang come Director of Operations.

____

Seguici sui nostri canali social:

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT