Home In EsclusivaSondaggio

I minatori stanno aspettando che Bitcoin raggiunga il punto di pareggio?

Di Johnson Xu
I minatori stanno aspettando che Bitcoin raggiunga il punto di pareggio? 101
Fonte: Adobe/KittyKat

Johnson Xu è Chief Analyst presso TokenInsight, un'agenzia di dati e rating token.
_____

Il rapido crollo del mercato di metà marzo 2020 ha forzato alcuni miners di Bitcoin (BTC) per spegnere le loro piattaforme di mining. Di conseguenza, la velocità di hash della rete Bitcoin è crollata a ~ 75,8 EH/s. Dopo aver raggiunto il punto più basso recente, al di sotto del suo massimo storico di ~ 136 EH/s, la velocità di hash della rete è attualmente oscillante a ~ 100 EH/s.

Di conseguenza, abbiamo visto un calo di quasi il 16% nella difficoltà di estrazione, risultante come il secondo più grande crollo nella storia.
Poiché il prezzo è crollato ancora più in basso, la rete ha visto un aumento del suo intervallo di blocco medio da circa 10 minuti per blocco a 15 minuti per blocco prima che inizi la regolazione di rete pianificata.

I minatori stanno aspettando che Bitcoin raggiunga il punto di pareggio? 102

I minatori ora stanno facendo #HODLing di bitcoin a breve termine

La MRI (inventario a rotazione del minatore) fornisce preziose informazioni su come i minatori percepiscono il mercato.
Prima della recessione del mercato (11 marzo 2020), la MRI rifletteva il fatto che i minatori sembravano conformi alla vendita, indicato da una MRI > 1. Quando il mercato si è stabilizzato, dopo che il bitcoin si è schiantato fino ai 3.850 USD al suo livello più basso, la MRI giornaliera è scesa significativamente a <1.

Ciò indica una visione molto diversa dai minatori sulle condizioni del mercato e significa che stanno trattenendo i bitcoin e che i loro inventari stanno crescendo (Bytetree, 2020). Al momento della stesura, la MRI quotidiana è in esecuzione intorno all'1 (o al 100%).
I minatori sono ancora a proprio agio nel vendere sul mercato a lungo termine, come dimostrato dai rapporti di MRI di 1 settimana, 5 settimane e 12 settimane.

I minatori stanno aspettando che Bitcoin raggiunga il punto di pareggio? 103

Crescente domanda di rete

La recente recessione del mercato ha causato la disattivazione di alcune linee da parte dei minatori, come indicato dal recente aggiustamento al ribasso del 16% circa sulla difficoltà di estrazione della rete.

Tuttavia, le commissioni di 1 settimana stanno lentamente aumentando fino a livelli di 52 settimane, nonostante la recente flessione del mercato. L'aumento delle commissioni riflette l'aumento dell'attività di rete, che potrebbe essere un indicatore positivo per il mercato dei bitcoin.

I minatori stanno aspettando che Bitcoin raggiunga il punto di pareggio? 104

Vendere in perdita

Il SOPR (Spend Output Profit Ratio), sviluppato da Renato Shirakashi, è uno dei molti indicatori penetranti che aiutano gli analisti a valutare il sentimento e il comportamento dei partecipanti al mercato.

Questo rapporto è sceso in modo significativo a <1 durante la recente flessione del mercato e ha fatto un balzo a quasi 1 quando il mercato si è stabilizzato.

Tuttavia, la svolta verso l'alto del rapporto SOPR affronta alcune difficoltà nella sua ricerca per rompere fortemente il livello > 1. Questo potrebbe essere un indicatore del fatto che gli operatori del mercato sono in attesa di raggiungere il punto di pareggio prima di vendere.

I minatori stanno aspettando che Bitcoin raggiunga il punto di pareggio? 105

51% attack?

I minatori stanno aspettando che Bitcoin raggiunga il punto di pareggio? 106
Fonte: Messari

I costi teorici degli attacchi di 24 ore sono diminuiti in modo significativo di recente e attualmente ammontano a 14 milioni di dollari. Questo suona allarmante, specialmente quando possiamo vedere un forte calo dei costi di attacco di 24 ore.

Tuttavia, è praticamente impossibile eseguire un attacco del 51% sulla rete Bitcoin, poiché un attaccante non può sollecitare abbastanza potenza hash per eseguire un simile attacco, per i seguenti motivi:

  1. Un tasso di hash massimo di ~ 0,3% può essere noleggiato da NiceHash, che non supera il tasso di hash 51% richiesto di oltre il 99% (~ 0,3% / 51%) se l'attaccante dovesse acquisire il potere di hash esclusivamente da NiceHash.
  2. I costi di attacco dipendono dal prezzo di mercato della potenza hash noleggiabile dal mercato di NiceHash. I prezzi sono soggetti a variazioni in base alle condizioni di mercato della criptovaluta e alla domanda/offerta di energia hash disponibile sul mercato.
  3. Nessuno attualmente ha la capacità di coordinare un simile attacco e creare un mercato per una tale enorme quantità di potere hash. Dato che il costo della ricerca di una tale quantità di potenza hash è proibitivamente elevato, nessuno (presumibilmente) sarebbe disposto a pagare. È estremamente difficile, sul mercato tradizionale, fornire liquidità o creare un mercato per un valore del 51% del valore su una determinata attività.

Tutto quanto sopra è vero a meno che non scopriamo un canale diretto, che potrebbe consentire a un utente malintenzionato di controllare in modo efficace il tasso di hash del 51%. Il rischio di un attacco del 51% sulla rete Bitcoin è estremamente basso e un'operazione del genere è estremamente difficile da realizzare.

Più Articoli