05 ago 2021 · 14 min read

"L'innovazione di Bitcoin è reale" e altri 9 punti chiave dal discorso del presidente della SEC

Questo è un discorso del capo della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, Gary Gensler, prima dell'Aspen Security Forum del 3 agosto.
______

SEC

Fonte: iStock/Pgiam

Le prime 10 dichiarazioni chiave:

  • L'innovazione di Satoshi Nakamoto è reale. È stato e potrebbe continuare a essere un catalizzatore per il cambiamento nei campi della finanza e del denaro.
  • Nessun singolo criptoasset soddisfa ampiamente tutte le funzioni del denaro e forniscono principalmente veicoli per investimenti speculativi.
  • Le cripto sono spesso usate per scopi illeciti.
  • "Per quanto riguarda la politica, sono tecnologicamente neutrale".
  • Non abbiamo abbastanza protezione per gli investitori in criptovalute.
  • Molte altcoin sono offerte e vendute come titoli.
  • Se sono presenti titoli su una piattaforma di negoziazione o di prestito, devono registrarsi presso la Commissione a meno che non soddisfino un'esenzione.
  • Anche le stablecoin possono essere titoli e società di investimento.
  • La SEC sta cercando commenti sugli accordi di custodia delle criptovalute da parte dei broker-dealer e relativi ai consulenti per gli investimenti.
  • La priorità legislativa dovrebbe incentrarsi sulle piattaforme cripto di trading, prestito e DeFi.

_____

Osservazioni prima dell'Aspen Security Forum

Grazie per questa gentile introduzione. È bello partecipare all'Aspen Security Forum.

Come è consuetudine, vorrei sottolineare che le mie opinioni sono le mie e non parlo a nome della Commissione o del personale della SEC.

Qualcuno potrebbe chiedersi: cosa ha a che fare la SEC con le criptovalute?

Inoltre, perché un'organizzazione come l'Aspen Security Forum mi ha chiesto di parlare dell'intersezione delle cripto con la sicurezza nazionale?

Vorrei iniziare dall'inizio.

Era la notte di Halloween del 2008, nel bel mezzo della crisi finanziaria, quando Satoshi Nakamoto pubblicò un articolo di otto pagine[1] su una mailing list cypherpunk gestita da crittografi dal 1992.[2]

Nakamoto - non sappiamo ancora chi fosse lei, lui o loro - ha scritto: "Ho lavorato su un nuovo sistema di cassa elettronico che è completamente peer-to-peer, senza terze parti fidate".[3]

Nakamoto aveva risolto due enigmi che avevano perseguitato questi crittografi e altri esperti di tecnologia per un paio di decenni: primo, come spostare qualcosa di valore su Internet senza un intermediario centrale; e, in relazione, come prevenire la "doppia spesa" di quel token digitale.

Successivamente, la sua innovazione ha stimolato lo sviluppo di cripto asset e la tecnologia blockchain sottostante.

Sulla base dell'innovazione di Nakamoto, circa una dozzina di anni dopo, la classe di asset cripto è aumentata a dismisura. A partire da lunedì, questa asset class avrebbe un valore di circa $ 1,6 trilioni, con 77 token del valore di almeno $ 1 miliardo ciascuno e 1.600 con una capitalizzazione di mercato di almeno $ 1 milione.[4]

Prima di lavorare alla SEC, ho avuto l'onore di ricercare, scrivere e insegnare sull'intersezione tra finanza e tecnologia al Massachusetts Institute of Technology. Ciò includeva corsi sulla finanza cripto, sulla tecnologia blockchain e sul denaro.

Durante quel periodo, sono arrivato a credere che, sebbene ci fosse molto clamore mascherato da realtà nel campo delle criptovalute, l'innovazione di Nakamoto è reale. Inoltre, è stato e potrebbe continuare a essere un catalizzatore per il cambiamento nei settori della finanza e del denaro.[5]

Fondamentalmente, Nakamoto stava cercando di creare una forma di denaro privata senza intermediari centrali, come una banca centrale o banche commerciali.

Viviamo già in un'era di denaro pubblico digitale: dollaro, euro, sterlina, yen, yuan. Se ciò non era ovvio prima della pandemia, è diventato eminentemente chiaro nell'ultimo anno che effettuiamo sempre più transazioni online.

Tali monete fiat pubbliche svolgono le tre funzioni del denaro: riserva di valore, unità di conto e mezzo di scambio.

Nessun singolo asset cripto, tuttavia, soddisfa ampiamente tutte le funzioni del denaro.

In primo luogo, gli asset cripto forniscono veicoli digitali per gli investimenti speculativi. Quindi, in questo senso, si può dire che sono depositi di valore altamente speculativi.

Queste risorse non sono state utilizzate molto come unità di conto.

Inoltre, non abbiamo visto le cripto utilizzate molto come mezzo di scambio. Quando vengono utilizzate come tali, è spesso per aggirare le nostre leggi in materia di antiriciclaggio, sanzioni e riscossione delle imposte. Possono anche favorire l'estorsione tramite ransomware, come abbiamo visto di recente con Colonial Pipeline.

Con l'avvento dell'era di Internet e il passaggio dal denaro fisico al denaro digitale diversi decenni fa, le nazioni di tutto il mondo hanno stratificato vari obiettivi di politica pubblica sul nostro sistema di denaro pubblico digitale.

Dal punto di vista politico, sono tecnologicamente neutrale.

Per una questione personale, non sarei andato al MIT se non fossi interessato a come la tecnologia può ampliare l'accesso ai finanziamenti e contribuire alla crescita economica.

Ma io sono tutt'altro che neutrale rispetto alle politiche pubbliche. Con l'avvento delle nuove tecnologie, dobbiamo essere sicuri di raggiungere i nostri principali obiettivi di politica pubblica.

In finanza, si tratta di proteggere investitori e consumatori, proteggersi da attività illecite e garantire la stabilità finanziaria.

Quindi, come si inserisce la SEC in tutto questo?

La SEC ha una missione divisa in tre parti: proteggere gli investitori, facilitare la formazione di capitale e mantenere mercati equi, ordinati ed efficienti tra di loro. Ci concentriamo anche sulla stabilità finanziaria. L'obbiettivo centrale è occuparsi della protezione degli investitori.

Se vuoi investire in una riserva di valore digitale, limitata e speculativa, va bene. Gli attori in buona fede speculano sul valore dell'oro e dell'argento da migliaia di anni.

In questo momento, non abbiamo abbastanza protezione per gli investitori in criptovalute. Francamente, in questo momento, il settore è simile al selvaggio West.

Questa classe di asset è piena di frodi, truffe e abusi in alcune applicazioni. C'è una grande quantità di clamore e interpretazione su come funzionano le risorse cripto. In molti casi, gli investitori non sono in grado di ottenere informazioni rigorose, equilibrate e complete.

Se non affrontiamo questi problemi, temo che molte persone verranno danneggiate.

Innanzitutto, molti di questi token vengono offerti e venduti come titoli.

In realtà c'è molta chiarezza su questo fronte. Negli anni '30, il Congresso stabilì la definizione di un titolo, che comprendeva circa 20 elementi, come azioni, obbligazioni e note. Uno degli elementi è un contratto di investimento.

Il decennio successivo, la Suprema Corte ha assunto la definizione di contratto di investimento. Questo caso affermava che esiste un contratto di investimento quando "una persona investe i suoi soldi in un'impresa comune ed è indotta ad aspettarsi profitti esclusivamente dagli sforzi del promotore o di una terza parte."[6] La Corte Suprema ha ripetutamente riaffermato questo test di Howey.

Inoltre, questo è solo uno dei tanti modi in cui determiniamo se i token devono essere conformi alle leggi federali sui titoli.

Penso che l'ex presidente della SEC Jay Clayton lo abbia detto bene quando ha testimoniato nel 2018: "Nella misura in cui le risorse digitali [come offerte di monete iniziali o ICO] sono titoli - e credo che ogni ICO che ho visto sia un titolo - abbiamo giurisdizione, e si applicano le nostre leggi federali sui titoli.”[7]

Mi trovo d'accordo con il presidente Clayton. Vedete, in genere, le persone che acquistano questi token anticipano i profitti e c'è un piccolo gruppo di imprenditori e tecnologi che si alza e nutre i progetti. Credo che ora abbiamo un mercato delle criptovalute in cui molti token potrebbero essere titoli non registrati, senza le divulgazioni richieste o la supervisione del mercato.

Questo lascia i prezzi aperti alla manipolazione. Questo lascia gli investitori vulnerabili.

Nel corso degli anni, la SEC ha avviato decine di azioni in questo settore,[8] dando la priorità ai casi relativi ai token che comportano frodi o altri danni significativi agli investitori. Non abbiamo ancora perso un caso.

Inoltre, ci sono iniziative da parte di una serie di piattaforme per offrire token cripto o altri prodotti che hanno un prezzo in base al valore dei titoli e funzionano come derivati.

Non commettere errori: non importa se si tratta di un token azionario, un token a valore stabile supportato da titoli o qualsiasi altro prodotto virtuale che fornisce un'esposizione sintetica ai titoli sottostanti. Questi prodotti sono soggetti alle leggi sui titoli e devono operare all'interno del nostro regime sui titoli.

Ho esortato il personale a continuare a proteggere gli investitori in caso di vendite non registrate di titoli.

Successivamente, vorrei discutere delle piattaforme di trading di criptovalute, delle piattaforme di prestito e di altre piattaforme di "finanza decentralizzata" (DeFi).

Il mondo della finanza cripto ora ha piattaforme in cui le persone possono scambiare token e altri luoghi in cui le persone possono prestare token. Credo che queste piattaforme non solo possano implicare le leggi sui titoli; alcune piattaforme possono anche implicare le leggi sulle materie prime e le leggi bancarie.

Una tipica piattaforma di trading ha più di 50 token su di essa. In effetti, molti hanno ben più di 100 token. Sebbene lo status giuridico di ciascun token dipenda dai suoi fatti e circostanze, è abbastanza remota la probabilità che, con 50 o 100 token, una determinata piattaforma abbia zero titoli.

Inoltre, a differenza di altri mercati di trading, in cui gli investitori passano attraverso un intermediario come il New York Stock Exchange, le persone possono negoziare su piattaforme di trading di criptovalute senza un broker, 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, da tutto il mondo.

Inoltre, mentre molte piattaforme estere affermano di non consentire l'accesso al servizio agli investitori statunitensi, ci sono accuse secondo cui alcuni exchange esteri non regolamentati facilitano il trading da parte di trader statunitensi che utilizzano reti private virtuali o VPN.[9]

Il pubblico americano sta acquistando, vendendo e prestando criptovalute su queste piattaforme di trading, prestito e DeFi e ci sono lacune significative nella protezione degli investitori.

Non commettere errori: nella misura in cui ci sono titoli su queste piattaforme di trading, secondo le nostre leggi devono registrarsi presso la Commissione a meno che non soddisfino i requisite per un'esenzione.

Non commettere errori: se una piattaforma di prestito offre titoli, rientra anche nella giurisdizione della SEC.

Successivamente, vorrei passare alle monete a valore stabile, che sono token cripto ancorati o collegati al valore delle valute legali.

Molti di voi hanno sentito parlare degli sforzi di Facebook per sostenere una stablecoin chiamata Diem (precedentemente nota come Libra).

A causa della portata globale della piattaforma di Facebook, la notizia ha ricevuto molta attenzione da parte dei banchieri centrali e delle autorità di regolamentazione. Ciò non è dovuto solo alle politiche generali e alle preoccupazioni sulle criptovalute, ma anche al potenziale impatto di Diem sulla politica monetaria, sulla politica bancaria e sulla stabilità finanziaria.

Forse meno noto a questo pubblico, tuttavia, è che abbiamo già un mercato di stablecoin del valore di $ 113 miliardi,[10] tra cui quattro grandi stablecoin, alcune delle quali esistono da sette anni.

Queste stablecoin sono incorporate nelle piattaforme di trading e prestito di criptovalute.

Come si fa a scambiare cripto-con-cripto? Solitamente, qualcuno usa le stablecoin.

A luglio, quasi tre quarti del trading su tutte le piattaforme di criptovalute sono avvenuti tra una stablecoin e qualche altro token.[11]

Pertanto, l'uso di stablecoin su queste piattaforme può facilitare coloro che cercano di eludere una serie di obiettivi di politica pubblica collegati al nostro sistema bancario e finanziario tradizionale: antiriciclaggio, conformità fiscale, sanzioni e simili. Questo riguarda anche la nostra sicurezza nazionale.

Inoltre, queste stablecoin possono anche essere titoli e società di investimento. Nella misura in cui lo sono, applicheremo a questi prodotti tutte le tutele per gli investitori previste dall'Investment Company Act e dalle altre leggi federali sui titoli.

Non vedo l'ora di lavorare su questi temi con i miei colleghi del Gruppo di Lavoro del Presidente sui mercati finanziari[12].

Successivamente, voglio passare ai veicoli di investimento che forniscono esposizione alle risorse cripto. Tali veicoli di investimento esistono già, e il più grande tra questi esiste da otto anni e vale più di 20 miliardi di dollari.[13] Inoltre, ci sono un certo numero di fondi comuni di investimento che investono in futures Bitcoin sul Chicago Mercantile Exchange (CME).

Prevedo che ci saranno richieste relative agli Exchange Traded Fund (ETF) ai sensi dell'Investment Company Act ('40 Act). Se combinato con le altre leggi federali sui titoli, il '40 Act offre una protezione significativa per gli investitori.

Date queste importanti protezioni, attendo con impazienza la revisione da parte dello staff di tali documenti, in particolare se si limitano a questi futures su Bitcoin negoziati sul CME.

L'ultima area politica ha a che fare con la custodia delle risorse cripto. La SEC sta cercando commenti sugli accordi di custodia delle criptovalute da parte dei broker-dealer e relativi ai consulenti per gli investimenti.[14] Le protezioni di custodia sono fondamentali per prevenire il furto di asset degli investitori e cercheremo di massimizzare le protezioni normative in questo settore.

Prima di concludere, vorrei sottolineare che abbiamo portato e continueremo a portare le nostre autorità fin dove arrivano.

Alcune regole relative alle risorse cripto sono ben stabilite. Il test per determinare se una risorsa cripto è un titolo è chiaro.

Tuttavia, ci sono alcune lacune in questa area: abbiamo bisogno di ulteriori autorità del Congresso per impedire che transazioni, prodotti e piattaforme cadano tra le crepe normative. Abbiamo anche bisogno di più risorse per proteggere gli investitori in questo settore volatile e in crescita.

Siamo pronti a lavorare a stretto contatto con il Congresso, l'amministrazione, i nostri colleghi regolatori e i nostri partner in tutto il mondo per colmare alcune di queste lacune.

A mio avviso, la priorità legislativa dovrebbe incentrarsi sulle piattaforme di trading, prestito e DeFi di criptovalute. I regolatori trarrebbero vantaggio da un'ulteriore autorità plenaria per scrivere regole e fissare guardrail al commercio e al prestito di criptovalute.

In questo momento, gran parte del campo delle criptovalute si trova a cavallo di - non operando all'interno -  quadri normativi che proteggono investitori e consumatori, proteggono da attività illecite, garantiscono la stabilità finanziaria e sì, proteggono la sicurezza nazionale.

Stare a cavalcioni non è un posto sostenibile dove stare. Per coloro che vogliono incoraggiare le innovazioni nelle criptovalute, vorrei sottolineare che le innovazioni finanziarie nel corso della storia non prosperano a lungo al di fuori dei nostri quadri di politica pubblica.

Al centro della finanza c'è la fiducia. E al centro della fiducia nei mercati c'è la protezione degli investitori. Se questo campo continuerà, o raggiungerà il suo potenziale per essere un catalizzatore per il cambiamento, è meglio che lo inseriamo nei quadri delle politiche pubbliche.

Grazie. Aspetto le vostre domande.

_____
[1] Vedi Satoshi Nakamoto, "Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System", disponibile su https://bitcoin.org/bitcoin.pdf.
[2] Vedi Haseeb Qureshi “The Cypherpunks” (29 dicembre 2019), disponibile su https://nakamoto.com/the-cypherpunks/.
[3] Vedere “Bitcoin P2P e-cash paper” (31 ottobre 2008), disponibile su https://satoshi.nakamotoinstitute.org/emails/cryptography/1/.
[4] Numeri al 2 agosto 2021. Vedi CoinMarketCap, disponibile su www.coinmarketcap.com. Le cifre relative alle risorse cripto non sono verificate o segnalate alle autorità di regolamentazione.
[5] Cfr. Michael Casey, Jonah Crane, Gary Gensler, Simon Johnson e Neha Narula, "The Impact of Blockchain Technology on Finance: A Catalyst for Change" (2018), disponibile su https://www.sipotra.it/ wp-content/uploads/2018/07/The-Impact-of-Blockchain-Technology-on-Finance-A-Catalyst-for-Change.pdf.
[6] Cfr. SEC v. Howey Co., 328 US 293 (1946), "Framework for 'Investment Contract' Analysis of Digital Assets", disponibile all'indirizzo https://supreme.justia.com/cases/federal/us/328 /293/.
[7] Cfr. Jay Clayton, Testimony United States Senate Committee on Banking, Housing, And Urban Affairs, “Virtual Currencies: The Oversight Role of the US Securities and Exchange Commission and the US Commodity Futures Trading Commission” (6 febbraio 2018) , disponibile su https://www.banking.senate.gov/hearings/virtual-currencies-the-oversight-role-of-the-us-securities-and-exchange-commission-and-the-us-commodity-futures -commissione-commercio (vedi circa 32:00 contrassegno).
[8] Vedi Cornerstone Research, "Il rapporto di ricerca di Cornerstone mostra che la SEC si afferma come un importante regolatore statunitense di criptovaluta" (11 maggio 2021), disponibile su https://www.cornerstone.com/Publications/Press-Releases/Cornerstone-Research -Report-Shows-SEC-Stabiliss-Se stesso-come-a-Key-US-Cryptocurrency-Regulator.
[9] Cfr. Alexander Osipovich, “U.S. Crypto Traders Evade Offshore Exchange Bans” (30 luglio 2021), disponibile su https://www.wsj.com/articles/u-s-crypto-traders-evade-offshore-exchange-bans-11627637401.
[10] Numeri al 1° agosto. Vedi The Block, "Total Stablecoin Supply", disponibile su https://www.theblockcrypto.com/data/decentralized-finance/stablecoins.
[11] Vedi The Block, "Share of Trade Volume by Pair Denomination", disponibile su https://www.theblockcrypto.com/data/crypto-markets/spot.
[12] Cfr. "Lettura della riunione del President's Working Group on Financial Markets to Discuss Stablecoins" (19 luglio 2021), disponibile all'indirizzo https://home.treasury.gov/news/press-releases/jy0281.
[13] Vedi Grayscale® Bitcoin Trust, disponibile su https://grayscale.com/products/grayscale-bitcoin-trust/.
[14] Cfr. Securities and Exchange Commission, "Staff Statement on WY Division of Banking's 'NAL on Custody of Digital Assets and Qualified Custodian Status'" (9 novembre 2020), disponibile all'indirizzo https://www.sec.gov/ notizie/dichiarazione-pubblica/dichiarazione-im-finhub-wyoming-nal-custody-digital-assets. Vedere la Securities and Exchange Commission, "SEC Issues Statement and Requests Comment about the Custody of Digital Asset Securities by Special Purpose Broker-Dealers" (23 dicembre 2020), disponibile all'indirizzo https://www.sec.gov/news/press -release/2020-340.
____

Reazioni alle recenti dichiarazioni di Gary Gensler:

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN   

_____

Per saperne di più:
- La SEC deve fare chiarezza sulla distribuzione dei token e sugli ETP basati su cripto

- Ripple chiede alla corte di archiviare il caso della SEC dopo la lettera dei Commissari

- SEC Sends Negative-ish Bitcoin ETF Signal that May Be Positive for Grayscale
- 'Don't Be Lulled' as European Commission Mulls a Crypto KYC Trap

- DeFi Has Had a Strong 2021, Driven By New Trends & Paradigms
- DeFi Sector May Face Threat from New EU Crypto Regulations – Survey