19 set 2021 · 6 min read

L'UE valuta i "crypto asset rispettosi del clima"

crypto assets
Fonte: iStock/Atypeek
  • La Commissione europea lavorerà per definire gli standard per i "crypto asset rispettosi del clima".
  • Si dice che la maggior parte delle compagnie di mining in Europa siano già concentrate sul mining con solo energia rinnovabile.
  • "I miner di criptovalute sono in grado di adattarsi molto più velocemente, poiché le macchine possono essere spostate abbastanza facilmente".

Poiché le istituzioni dell'Unione Europea (UE) stanno portando avanti il ​​loro lavoro sulla tanto discussa proposta di Mercati in Crypto-Asset (MiCA), potrebbe aprire la strada a un maggiore utilizzo di energia rinnovabile nel mining di Bitcoin (BTC).

Da quando è stata presentata per la prima volta nel settembre 2020, la proposta di 168 pagine ha suscitato molte polemiche nel settore cripto del continente, con osservatori come Firat Cengiz, docente di diritto all'Università di Liverpool, che ha notato che il MiCA potrebbe rendere più difficile per i piccoli operatori entrare nel mercato delle criptovalute dell'UE.

Il Parlamento europeo ha incluso la proposta nel suo elenco di priorità legislative per il 2021 su cui i membri del parlamento (MEP) intendono segnalare progressi sostanziali. Il MiCA è "[una] decisione del comitato in attesa", come è attualmente deliberato dal Comitato per gli affari economici e monetari (ECON) del parlamento.

Un'analisi della società di consulenza internazionale XReg Consulting indica che, nello scorso giugno, i legislatori europei avevano presentato ben 1.160 emendamenti alla proposta, riflettendo una varietà di posizioni che vanno dal liberale al cauto o al reazionario. Alcuni degli emendamenti propongono di: estendere l'ambito di applicazione del MiCA all'emissione e all'offerta di criptovalute, escludere i token non fungibili (NFT) e introdurre, tra gli altri, standard e criteri tecnici per le criptovalute. Inoltre, gli eurodeputati Socialisti e Verdi hanno chiesto che anche l'impatto ambientale dei meccanismi di consenso sia coperto dal regolamento, consentendo di distinguere tra meccanismi ambientalmente sostenibili e non sostenibili.

Un portavoce della Direzione generale per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l'Unione dei mercati dei capitali (DG FISMA) presso la Commissione europea (CE), ha dichiarato a Cryptonews.com che quando la CE ha presentato la proposta come parte della sua strategia di finanza digitale, ha dichiarato per esaminare le criptovalute nel contesto della tassonomia della finanza sostenibile dell'UE, un sistema di classificazione che comprende un elenco di attività economiche sostenibili dal punto di vista ambientale.

“Nella nostra recente rinnovata strategia di finanza sostenibile, abbiamo ribadito questo impegno e lavoreremo per definire standard per criptovalute rispettose del clima. Questo si è dimostrato uno strumento molto potente nei mercati finanziari", ha affermato il portavoce.

Criteri di sostenibilità per i crypto asset

Rilasciata lo scorso luglio, la strategia modificata propone l'istituzione dello standard europeo dei green bond (EUGBS). Secondo la Commissione si tratta di un sistema volontario concepito come "gold standard per il modo in cui le aziende e le autorità pubbliche possono utilizzare i green bond per raccogliere fondi sui mercati dei capitali, per finanziare investimenti così ambiziosi su larga scala, soddisfacendo nel contempo severi requisiti di sostenibilità e proteggendo gli investitori".

Ciò indica che, in futuro, le criptovalute potrebbero essere coperte dallo schema EUGBS nei 27 Stati membri dell'UE.

Il portavoce conferma che è in corso una discussione sull'estensione dell'ambito della tassonomia dell'UE a nuove attività, tra cui le distributed ledger technology e i crypto asset.

“Ciò comporterebbe lo sviluppo di criteri basati sulla scienza per criptovalute sostenibili che aiuterebbe a guidare gli investitori. Riteniamo che un tale approccio, al contrario di restrizioni o divieti, sarebbe efficace nell'incoraggiare lo sviluppo e gli investimenti in crypto asset sostenibili", ha affermato il portavoce.

“La DG FISMA è responsabile sia dei crypto asset che della finanza sostenibile. La Commissione valuterà se la tassonomia dell'UE debba essere ampliata per includere ulteriori attività di supporto entro il 2023".

Secondo la Commissione, la tassonomia dell'UE stabilisce già una serie di criteri di vaglio tecnico per i data center e le soluzioni digitali che potrebbero contribuire al raggiungimento degli obiettivi energetici e climatici dell'UE.

Il portavoce ha affermato che "questi criteri dovrebbero essere ampliati per includere più attività, dando un'ulteriore spinta allo sviluppo di soluzioni digitali sostenibili e all'uso di crypto asset sostenibili". 

I miner crypto si possono adattare velocemente

Nel frattempo, mentre la proposta sta prendendo forma nelle discussioni in corso tra i decisori dell'UE, i rappresentanti del settore rimangono cauti su come i nuovi requisiti potrebbero avere un impatto sul mining e il trading di criptovalute.

Nishant Sharma, fondatore di BlocksBridge Consulting, una società di consulenza internazionale focalizzata sul mining di criptovalute, ha dichiarato a Cryptonews.com che era "naturale per i regolatori incoraggiare pratiche commerciali più sostenibili in tutti i settori, compreso il mining di criptovalute. Questo è il motivo per cui la maggior parte delle società di mining in Europa, comprese quelle situate in Russia, sono già concentrate sul mining solo con energia rinnovabile".

Un approccio simile è stato presentato da Peter Wall, CEO della società di mining di criptovalute Argo Blockchain, che ha dichiarato a Cryptonews.com che la sua azienda non credeva che la legislazione proposta avrebbe interferito con i miner di criptovalute che cercano di stabilire operazioni in Europa.

Secondo lui, la legislazione proposta dall'UE è in linea con il Crypto Climate Accord che Argo ha firmato nel maggio 2021, poiché mira a rendere le operazioni di mining climaticamente neutre ed efficienti dal punto di vista energetico entro il 2030.

"La transizione al mining che utilizza fonti rinnovabili è già ben avviata all'interno del settore delle criptovalute e, a differenza di altri settori, i miner di criptovalute sono in grado di adattarsi molto più velocemente, poiché le macchine possono essere spostate abbastanza facilmente in parti più verdi della rete energetica", ha affermato Wall.

Inoltre il CEO ha sottolineato che la disponibilità di energia rinnovabile e il suo prezzo saranno i due principali fattori determinanti se il mining di criptovalute possa essere redditizio in Europa.

Nel frattempo, il MiCA sta anche cercando di affrontare le sfide antiriciclaggio (AML). Tuttavia, secondo Josef Tětek, Brand Ambassador presso SatoshiLabs, il creatore del wallet Trezor, "le politiche AML si sono rivelate sorprendentemente inefficaci".

Tětek ha detto a Cryptonews.com che "secondo uno studio recente, circa lo 0,1% dei fondi criminali globali viene effettivamente intercettato tramite le politiche AML e i costi di conformità sono enormi". “Allo stesso modo, non credo che le nuove politiche avranno effettivamente alcun impatto significativo sulla prevenzione del riciclaggio di denaro. Invece, possiamo aspettarci più sorveglianza e più fughe di dati degli utenti".

Ha anche sottolineato che un altro possibile risultato delle nuove regole applicate dall'UE potrebbe essere che alcuni exchange di criptovalute tenteranno di impedire agli utenti di prelevare monete nei propri wallet, poiché queste aziende potrebbero essere ritenute responsabili di qualsiasi successiva attività nefasta.

Inoltre Tětek ha detto che "quindi uno dei possibili risultati è che gli utenti abbiano le loro monete intrappolate negli exchange e abbiano difficoltà a prendere l'autocustodia", ricordando le opzioni di trading peer-to-peer, i bancomat bitcoin e i wallet hardware come il modo principale per conservare i propri crypto asset.
___

 

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN
 

Per saperne di più: 

- Commissione europea: i trasferimenti sospetti a un "wallet unhosted" richiedono la KYC

- DeFi Sector May Face Threat from New EU Crypto Regulations – Survey
- La SEC dà la caccia ai Crypto Exchange e alle Altcoin