Home In EsclusivaSondaggio

Twitter può essere decentralizzato?

Di Bruce Ng
Twitter può essere decentralizzato? 101
Source: iStock/DKart

Il Dr. Bruce Ng è un educatore nel campo della Tecnologia Distributed Ledger (DLT) ed è stato un analista di cripto-tecnologia leader per Weiss Cryptocurrency Ratings da poco dopo il loro lancio.
____

Le persone ora vivono buona parte della loro vita online. Ma in questa era digitale, troppo connessa, abbiamo sbattuto su alcuni dossi nel percorso.

Tra gli utenti di Facebook, Twitter e YouTube, i reclami abbondano.

Le foto di un neonato sono contrassegnate come "pornografia".

Le preghiere solenni vengono erroneamente bloccate come "discorsi di odio".

Le aziende legittime vengono erroneamente chiuse da algoritmi robotici.

Tutto ciò va oltre la censura. È un sabotaggio arbitrario e casuale, che taglia le fonti primarie di reddito per i creatori di contenuti.

E le preoccupazioni sulla privacy? Con che frequenza è stato violato Facebook? Con quale frequenza le vite private di milioni di utenti sono state violate e diffuse su Internet?

Troppo spesso per contare.

Questi sono problemi seri in sé. Ma sono ancora più gravi se si considera che i post e i dati delle persone sono una gigantesca mucca da soldi per le società di social media. Facebook, Twitter e altri giganti si stanno facendo strada come banditi.

Peggio ancora, gli utenti non condividono quasi mai il valore che creano. E milioni stanno iniziando a rendersi conto che ciò è fondamentalmente ingiusto.

La direzione può anche giurare su una pila di bibbie di risolvere i problemi. Ma nessuna soluzione sostenibile è possibile per un semplice motivo:

I numerosi exabyte (milioni di miliardi di byte) di dati degli utenti sono controllati dalle autorità centrali.

E quell'enorme e centralizzato tesoro di dati sarà sempre un bersaglio irresistibile per operatori di marketing, persone in cerca di profitto, manipolatori e hacker.

L'ambizioso piano di Twitter

A dicembre 2019, il co-fondatore e CEO di Twitter, Jack Dorsey, ha iniziato ad assumere un team speciale di architetti, ingegneri e designer open source.

Il loro compito: sviluppare una nuova versione decentralizzata di Twitter , basata sulla tecnologia Distributed Ledger (DLT).

La chiamano Bluesky .

E mentre i dettagli specifici sono scarsi, l'idea di base sembra essere un tentativo di porre rimedio ad alcune delle lamentele più grandi e più comuni che affliggono oggi i giganti dei social media.

Quindi, come sarebbe una piattaforma decentralizzata di Twitter? Idealmente, ...

  • Non avrebbe un'autorità centrale che possa censurare o influenzare il contenuto.
  • Utilizzerebbe la migliore Tecnologia di Distributed Ledger per garantire che le informazioni personali siano più private e sicure.
  • Consentirebbe agli utenti di possedere e controllare l'accesso ai propri dati personali.
  • Richiederebbe agli inserzionisti di ottenere l'autorizzazione degli utenti per accedere ai dati e pagarli per il privilegio.

Insomma, ci sarebbe un'opportunità molto migliore per far emergere un vero mercato di informazioni e idee.

Ma i giganti dei social media di oggi sono diventati incredibilmente ricchi concentrando zelantemente il controllo dei dati nelle loro mani.

Quindi, la grande domanda è: fino a che punto Dorsey è davvero impegnato a rinunciare?

Rimanete sintonizzati. Questo sta per diventare molto interessante.

Più Articoli