Home In EsclusivaIn Primo Piano

Cripto 2020: previsioni di adozione per il prossimo anno e oltre

Di Simon Chandler
  • 2020: halving, DeFi, pagamenti e giochi
  • Oltre il 2020: le monete centrali e la recessione globale ne alimentano l'adozione
Cripto 2020: previsioni di adozione per il prossimo anno e oltre 101
Source: iStock/MicroStockHub

Secondo il Report di Kaspersky "Cryptocurrency 2019", il 19% delle persone intervistate (in 22 economie sviluppate) ha acquistato almeno un tipo di criptovauta, e mentre questa è una percentuale incoraggiante per un settore così immaturo, è chiaro che la crittografia ha ancora molta strada da fare se vuole diventare onnipresente.

Tuttavia, l'aiuto è in arrivo, visto che il 2020 sembra essere destinato a portare una serie di sviluppi che aiuteranno a guidare l'ulteriore adozione delle criptovalute, nonché di piattaforme e servizi basati sulla blockchain. Dalla finanza decentralizzata alle valute digitali della banca centrale e persino alle recessioni economiche, queste si combineranno per rendere le criptovalute più attraenti per le organizzazioni e gli individui.

2019: realtà e previsioni

Per prima cosa: quanto sono state precisele previsioni di Crypotnews.com per quanto riguarda le tendenze di adozione nel 2019? Bene, questo varia da settore a settore.

Una previsione era che le banche e le istituzioni finanziarie sarebero state sempre più interessate alle soluzioni basate sulla blockchain, in particolare per i pagamenti transfrontalieri. Ciò è stato confermato dall'adozione o dalla sperimentazione di sistemi di pagamento transfrontalieri basati su blockchain da, tra gli altri, HSBC, Wells Fargo, Standard Chartered, Mastercard, 60 banche in America Latina, Abu Dhabi Commercial Bank, la Bank of Thailand, la National Bank of Cambodia, e dalla Deutsche Bank ed altre banche che si sono aggregate all'Interbank Information Network di JPMorgan.

Un'altra previsione è stata che i security token sarebbero cresciuti di importanza. Ciò si è dimostrato in una certa misura vero, in quanto vi sono state più offerte di security token (STO) nel 2019 rispetto al 2018, con un totale per la prima metà dell'anno (55) superiore al totale di tutti gil anni precedenti (35).

Infine, un'altra previsione era che molte delle grandi offerte iniziali di monete (ICO) del 2018 (e 2017) avrebbero effettivamente iniziato a lanciare i loro prodotti nel 2019, cosa che avrebbe portato una maggiore adozione. Ancora una volta, questo è stato vero solo in parte: le reti principali di Filecoin e Hdac (due delle cinque più grandi ICO del 2017) sono ancora in attesa di essere lanciate il prossimo anno, mentre Sirin Labs (un'altra delle top 5 del 2017) ha finito per licenziare il 25% del personale dopo le deludenti vendite dello smartphone Finney.

2020: halving, DeFi, pagamenti e gioco

Quindi, cosa è probabile che sarà grande, o almeno più grande, nel 2020? Bene, forse il più grande traguardo all'orizzonte è il dimezzamento del premio di estrazione di Bitcoin a maggio, qualcosa che gli esperti ritengono aumenterà la domanda della criptovaluta.

L'analista di Bitcoin Simon Dingle dice a Cryptonews.com, "Ciò limiterà ulteriormente l'offerta e mi aspetto che la domanda di Bitcoin continui ad aumentare durante tutto l'anno".

Un altro potenziale vincitore sarà la finanza decentralizzata (DeFi). Questo sottosettore ha già mostrato alcuni miglioramenti nel 2019, ma l'analista cripto Lou Kerner pensa che un evento particolare che avrà luogo verso la fine di novembre lo preparerà per un ottimo 2020.

"Penso che il multi-collaterale Dai, che uscirà il 18 novembre, sarà un importante traguardo per la DeFi", dice a Cryptonews.com. "Le nuove funzionalità includono il Dai Savings Rate (DSR), che stabilisce una dimensione completamente nuova per le innovative integrazioni al protocollo Maker sul backend di dapps (app decentralizzate) DeFi."

Anche le reti e le piattaforme di pagamento basate su Blockchain vedranno un maggiore utilizzo, con altre società che probabilmente seguiranno l'esempio di Facebook nell'annuncio delle proprie versioni di Libra, che a sua volta dovrebbe essere lanciata il prossimo anno (condizioni permettendo).

"Riteniamo che nel 2020 ci sarà una crescita sostanziale dei progetti blockchain relativi ai pagamenti e delle criptovalute orientate ai pagamenti ", afferma Filipe Castro, CIO presso il servizio di pagamenti crittografici Utrust.

"Questa crescita prevista è dovuta a molteplici fattori tra cui l'espansione e la diversificazione dei modelli di stablecoin, le nuove iniziative di valuta digitale delle banche centrali guidate dal governo (Libra, e-Yuan) e le dimensioni del mercato."

(Per saperne di più: I pagamenti sono il principale campo di battaglia per le banche nel mezzo dell'ascensione del bitcoin)

Charles Phan del'exchange cripto Interdax ritiene che nel 2020 cresceranno due aree leggermente meno frequentate.

"Il gioco è un'altra area della crittografia che sta guadagnando trazione", dice a Cryptonews.com.

"Con il lancio del Lightning Network abbiamo visto Lightnite, un gioco ispirato a Fortnite in cui i giocatori possono guadagnare una piccola quantità di bitcoin. Di recente, la branca di investimenti di Blockchain (una delle più grandi società di criptovalute al mondo) ha investito nella società di tecnologia di gioco blockchain Enjin il che dimostra che pensano che il settore dei cripto-giochi sia probabilmente redditizio".

Phan pensa anche che le criptovalute appartenenti agli exchange, come ad esempio Binance Coin e Huobi Token, cresceranno. "I token degli exchange continueranno probabilmente a mostrare forza nel 2020 man mano che un numero maggiore di operatori entrerà nell'ecosistema crittografico e gli scambi continueranno a innovare", aggiunge. "Questi token incentivano gli operatori a fornire liquidità alla piattaforma e li ricompensano con commissioni di negoziazione inferiori".

Oltre il 2020: monete centrali e recessione globale hanno alimentato l'adozione

Guardando oltre nel futuro, è probabile che un ulteriore elemento dell'ecosistema crittografico godrà di una più ampia adozione nel prossimo decennio.

"Le valute digitali delle banche centrali (CBDC) guadagneranno terreno come idea e potremmo addirittura assistere a un lancio, con la Cina e la Svizzera che con maggiore probabilità assumeranno il comando in questo senso", afferma Vaibhav Kadikar, fondatore e CEO della piattaforma di mercato della previsione decentralizzata CloseCross.

Ma come spiega Charles Phan, ci vorrà più di un anno, a causa della natura ingombrante e cauta delle banche centrali e dei governi.

"Stiamo osservando un calendario di cinque anni secondo IBM e il Forum ufficiale delle istituzioni monetarie, mentre il principale economista di ING ha previsto che vedremo un CBDC da un Paese del G20 nei prossimi 2-3 anni", afferma.

E più in generale, i prossimi anni potrebbero accelerare il possesso di criptovalute, in particolare se si verificassero recessioni locali e/o globali.

"Non so quando, ma alla fine dovremo pagare il prezzo per le banche centrali che stampano senza sosta denaro, mentre il debito è aumentato a livelli inimmaginabili", afferma Simon Dingle. "Una grande recessione globale è prossima e quando arriverà dovremmo vedere un nuovo apprezzamento per le criptovalute deflazionistiche e decentralizzate".

Cripto 2020: previsioni di adozione per il prossimo anno e oltre 102
Source: The International Monetary Fund

__

Per saperne di più:
Criptovalute 2020: cosa i regolatori potrebbero fare l'anno prossimo e nel decennio
Cosa una possibile recessione globale potrebbe significare per le cripto
50+ catalizzatori positivi sul futuro di Bitcoin di Murad Mahmudov
Cosa incoraggerebbe le persone a usare Bitcoin: parlano 6 esperti

Più Articoli