13 nov 2021 · 10 min read

Bitcoin e criptovalute nel 2022: aspettative e previsioni

Previsioni Criptovalute
Fonte: Adobe/peterschreiber.media
  • È previsto che più istituzioni adotteranno il bitcoin come veicolo d'investimento e copertura dell'inflazione.
  • L'adozione futura di bitcoin come valuta legale dipende abbastanza da El Salvador.
  • Molti governi potrebbero muoversi ulteriormente verso le CBDC nel 2022.
  • L'uso delle criptovalute per i pagamenti dovrebbe guadagnare un ulteriore slancio nel 2022.

Il mercato delle criptovalute sta concludendo il 2021 molto bene, con varie criptovalute - incluso il bitcoin (BTC) - che hanno raggiunto nuovi massimi storici. La domanda è: continueremo a vedere una crescente adozione delle criptovalute tra gli investitori, le istituzioni e magari anche i governi il prossimo anno?

Per la maggior parte degli analisti e degli osservatori, il 2022 sarà davvero un altro anno di crescente adozione delle criptovalute, sia in termini di potenziale come veicolo di investimento e copertura dell'inflazione, sia in termini di utilità per i pagamenti.

Naturalmente, il 2022 non sarà tutto rose e fiori per le criptovalute per quanto riguarda l'adozione, con il rifiuto governativo delle criptovalute che in alcune nazioni rimane altrettanto probabile (se non di più) dell'adozione. Detto questo, con il mercato che mostra rinnovati segni di rialzo in questo momento, è probabile che la tendenza generale sarà verso una maggiore adozione piuttosto che una minore.

2021: Quanto sono state accurate le previsioni l'anno scorso?

Già nel 2020, gli operatori del settore avevano previsto che il bitcoin avrebbe riscontrato un crescente interesse da parte degli investitori soprattutto istituzionali. Questo è effettivamente quello che è successo, con l'attuale mercato rialzista che è in gran parte guidato da investitori istituzionali.

Hanno previsto la crescita di Ethereum (ETH) e della finanza decentralizzata (DeFi), con quest'ultima (in termini di valore totale bloccato) che è cresciuta, secondo i dati di DefiLlama, da circa 21 miliardi di dollari all'inizio dell'anno a 241 miliardi di dollari, al momento della scrittura. Allo stesso modo, Ethereum rappresenta il 67% di questo valore, il che evidenzia quanto sia diventato fondamentale.

Un'altra cosa che i commentatori avevano previsto nel nostro articolo sulle "tendenze di adozione" dell'anno precedente era la crescita di piattaforme e protocolli di interoperabilità, qualcosa che avrebbe permesso alle chain di mettere in comune risorse e valore. Questo era particolarmente vero per quanto riguarda il lancio dei vari ponti tra le chain che abbiamo visto durante quest'anno, come Wormhole, Avalanche Bridge e Harmony.

Aspettatevi nuove istituzioni in arrivo

Dato che sembra emergere un nuovo mercato rialzista guidato dalle istituzioni, potrebbe non sorprendere sapere che gli analisti prevedono un'adozione ancora più istituzionale di BTC e altre criptovalute nel 2022. In parte, questo dovrebbe essere guidato dai crescenti timori inflazionistici, così come dalla crescente normalizzazione delle criptovalute, fattore aiutato dai nuovi exchange-traded fund (ETF).

"Dopo il successo del lancio di [il ProShares] BITO ETF, i legislatori negli Stati Uniti e altrove saranno meno resistenti a un maggior numero di ETF di bitcoin e di altre criptovalute. Di conseguenza, mi aspetto di vedere una maggiore adozione istituzionale di bitcoin e cripto come veicolo di investimento in futuro", ha detto Fawad Razaqzada, un analista di ThinkMarkets.

Per il direttore di OKEx, Lennix Lai, l'approvazione degli ETF apre davvero la porta ad un aumento significativo dell'adozione istituzionale delle criptovalute nel 2022.

"Crediamo sicuramente che il lancio del Bitcoin ETF attirerà una maggiore adozione in tutto lo spettro. La ragione è che i piani di pensionamento più tradizionali, i fondi pensione, i conti di intermediazione non accetteranno investimenti in criptovalute, che è dove il Bitcoin ETF entra in gioco", ha dichiarato Lennix Lai a Cryptonews.com.

Altri analisti sono in gran parte d'accordo con questa panoramica, anche se notano che dipende da vari fattori. Simon Peters, un analista di eToro, nota che gli investitori istituzionali hanno rappresentato gli afflussi crescenti in bitcoin per diverse settimane, e che questa tendenza continuerà probabilmente man mano che più istituzioni adottano il BTC come veicolo di investimento e copertura dell'inflazione.

Bitcoin ha visto afflussi per un totale di 95 milioni di dollari la scorsa settimana, rappresentando il più grande afflusso di tutte le attività digitali, secondo i dati di CoinShares. Mentre gli afflussi sono rallentati la scorsa settimana, in questa corsa al rialzo di 8 settimane ora ammontano a 2,8 miliardi di dollari, con afflussi da un anno a questa parte a un record di 6,4 miliardi di dollari.

Peters aggiunge che la probabilità di un maggiore coinvolgimento istituzionale con il bitcoin aumenterà se la US Securities and Exchange Commission (SEC) approverà uno spot ETF (cioè un ETF in cui il fondo detiene effettivamente BTC).

"Gli investitori (sia istituzionali che al dettaglio) che si sono interessati al bitcoin e alle criptovalute in generale, ma che sono riluttanti ad acquistare gli asset sottostanti a causa delle preoccupazioni sulla regolamentazione/assicurazione ecc., potrebbero invece sentirsi più a loro agio nell'ottenere un'esposizione tramite un ETF", ha detto.

Per Ben Caselin, il capo della ricerca e della strategia di AAX, l'approvazione di un ETF Bitcoin spot sarà vitale se l'adozione istituzionale delle criptovalute vuole davvero decollare il prossimo anno.

"Prima di vedere attori più grandi entrare nel mercato, avremmo bisogno di vedere più ETF passare l'asticella, compresi gli ETF coperti in forma fisica". Mentre la pressione continua a crescere sulla Federal Reserve e sulle banche centrali in generale, possiamo aspettarci che più capitale fluisca dalle tradizionali coperture dell'inflazione al bitcoin", ha detto Ben Caselin a Cryptonews.com.

Altri suggeriscono che mentre l'approvazione della SEC è benvenuta, le istituzioni continueranno ad abbracciare il bitcoin indipendentemente nel 2022, semplicemente in virtù del suo mercato che cresce di dimensione.

"Mentre l'ecosistema cresce in scala, il coinvolgimento delle istituzioni è inevitabile. Al margine, l'ultima mossa della SEC porta quell'inevitabilità un po' più vicina", ha detto Lou Kerner, il capo analista di criptovalute di Quantum Economics.

Più adozione legale?

Con El Salvador che a settembre ha ufficialmente adottato il bitcoin come valuta legale, c'è anche una chiara possibilità che altre nazioni seguiranno il suo esempio nel 2022. Tuttavia, questo dipende da quanto successo avrà l'adozione di BTC da parte di El Salvador, con molte nazioni in situazioni simili che per ora osservano da lontano. Come riportato, il CEO del cripto exchange BitMEX, Alexander Höptner, stima che "almeno cinque paesi" accetteranno "il bitcoin come valuta legale" prima del prossimo anno.

"Penso che la maggior parte dei paesi che vorrebbero adottare il bitcoin siano solo seduti a guardare per vedere come l'economia di El Salvador si evolverà. Se avrà successo, sono sicuro che altri paesi seguiranno l'esempio - se non completamente come El Salvador, almeno in altri modi - specialmente quelli con economie deboli e dove le crisi monetarie sono prevalenti", ha detto Fawad Razaqzada.

Ben Caselin suggerisce anche che la futura adozione del bitcoin come valuta legale dipende molto da El Salvador. Tuttavia, se le cose vanno bene, ci sono altri paesi che possono allo stesso modo guadagnare dall'adozione.

"In paesi come Messico, Perù e Colombia, le comunità non bancarie comprendono più del 50% della popolazione. Nel sud-est asiatico, in paesi come le Filippine e l'Indonesia, troviamo cifre simili", ha detto.

Mentre non si aspetta necessariamente un'adozione più formale nel 2022, suggerisce che "vedremo i paesi segnalare il loro interesse" per avvicinarsi al mondo delle criptovalute il prossimo anno.

D'altra parte, alcuni analisti dicono che è quasi inevitabile che altre nazioni si rivolgeranno al bitcoin e ad altre criptovalute in un modo o nell'altro, se non nel 2022 allora non molto tempo dopo.

"Penso che ci siano tutte le possibilità che altri paesi possano seguire le orme di El Salvador e rendere il bitcoin moneta legale. La maggior parte del 'rumore' sembra venire dall'America Latina in questo momento", ha detto Simon Peters.

Lou Kerner è ancora più esplicito sulle possibilità di bitcoin e delle criptovalute in questo senso, suggerendo che è soprattutto una questione di "quando, non se".

"Proprio come l'adozione istituzionale delle cripto è inevitabile, così è l'adozione delle cripto da parte dei governi di tutto il mondo. Adottare bitcoin come moneta legale sarà sempre più attraente per i governi più piccoli senza valute forti", ha detto.

Le banche centrali e i loro token

Detto questo, Anndy Lian, il presidente del crypto exchange BigONE e il Chief Digital Advisor della Mongolian Productivity Organization, dice che le nazioni sviluppate saranno più interessate alle valute digitali delle banche centrali (CBDC) nel 2022 che al bitcoin o a qualsiasi altra criptovaluta pubblica.

"La vera spinta verso le criptovalute da parte dei governi sarà più probabile che arrivi sotto forma di valute digitali della banca centrale, in particolare in Cina. Lì la banca centrale sta cercando di utilizzare blockchain al livello di emissione per il suo sistema di yuan digitale, che è centralizzato", ha detto Anndy Lian a Cryptonews.com.

Aggiunge che una spinta verso le CBDC potrebbe essere catalizzata da Facebook (ora - Meta), con la sua app Novi che lancia un pilot limitato negli Stati Uniti e in Guatemala in ottobre.

"Se le iniziative di Facebook decollano, allora questo potrebbe spronare i governi ad agire, se non a creare la propria valuta digitale, per sostenere la crescita di soluzioni del settore privato con regolamenti e supporto migliori. Un buon esempio di questo approccio è l'Ucraina, che ha votato quasi all'unanimità per legalizzare e regolamentare le criptovalute appena un giorno dopo l'adozione ufficiale di bitcoin di El Salvador", ha aggiunto.

Lou Kerner suggerisce anche che molti governi potrebbero muoversi più verso le CBDC nel 2022, in particolare quelli che si sentono minacciati da bitcoin e altre criptovalute pubbliche e decentralizzate.

"Le valute digitali delle banche centrali saranno attraenti per altri governi che cercano di sfruttare la tecnologia per fornire una migliore infrastruttura finanziaria per uso interno o globale. Ci saranno alcuni governi che resisteranno per paura di perdere il controllo, come i paesi che hanno resistito a internet", ha detto.

E i pagamenti?

Le CBDC ci portano alla questione dei pagamenti, perché mentre sembra probabile che gli investitori adotteranno sempre più bitcoin e altre criptovalute come copertura dell'inflazione, non è chiaro se il grande pubblico userà sempre più queste valute per fare pagamenti.

Per Fawad Razaqzada, l'aumento dell'uso nei pagamenti è legato all'aumento degli investimenti, con più possessori e proprietari che equivalgono a più opportunità di usare le criptovalute per acquistare beni o servizi.

"Questa tendenza prenderà probabilmente slancio man mano che più istituzioni saranno coinvolte. Quindi non c'è dubbio che il 2022 potrebbe stabilire un nuovo record per le transazioni di criptovalute per i pagamenti di beni e servizi reali", ha detto.

Alcuni analisti suggeriscono che l'uso delle criptovalute per i pagamenti sta già prendendo piede, e che quindi guadagnerà solo ulteriore slancio nel 2022.

"L'uso delle criptovalute per 'fare pagamenti' sta già scalando rapidamente. Ci sono più di 125 miliardi di dollari in stablecoin in circolazione utilizzati per effettuare pagamenti", ha detto Lou Kerner.

Aggiunge che le criptovalute sono già utilizzate, ad esempio, per incentivare i membri della comunità a fornire valore alla community, dal gioco (ad esempio Axie Infinity) alle reti di talenti (ad esempio Braintrust).

"Ci aspettiamo che questa attività continui a crescere nel 2022 e ben oltre, in modo simile a come l'e-commerce continua a crescere 27 anni dopo che Amazon ha iniziato a vendere libri", ha detto.

Allo stesso modo, Anndy Lian è un altro osservatore che sostiene che il 2022 cementerà solo ciò che sta già accadendo nel 2021.

"La tendenza verso un maggiore utilizzo delle criptovalute per i pagamenti è già iniziata, con la recente notizia negli Stati Uniti che la catena di cinema AMC accetterà presto pagamenti in criptovaluta. Arriva solo pochi mesi dopo che PayPal ha deciso di consentire ai consumatori statunitensi di utilizzare le criptovalute per fare acquisti e la notizia che Mastercard avrebbe supportato i pagamenti in criptovaluta in tutta la sua rete", ha detto.

Nonostante queste significative incursioni, Ben Caselin esorta un certo grado di cautela, sostenendo che mentre vediamo l'uso di bitcoin in El Salvador, per esempio, siamo ancora in una fase di crescita dove la volatilità del mercato ostacola l'uso quotidiano di molte criptovalute.

Ha affermato: "Affinché Bitcoin prenda piede come sistema di pagamento quotidiano e valuta, è necessaria una maggiore adozione [...] Potrebbero essere necessari ancora alcuni anni prima di vedere Bitcoin essere usato di più per i pagamenti quotidiani a livello globale".

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Per saperne di più:

- Lightning Network di Bitcoin sta crescendo rapidamente
- Altcoins in for a Bumper 2022 as Number of Crypto Traders Set to Double – Report

- Mt. Gox Payouts Nearing, But Is the Market Ready for It?
- Adozione di Bitcoin in stile El Salvador per altre 5 nazioni

- Bitcoin (BTC) potrebbe superare i 66K USD nel 2021
- Store Or Not Store Of Value? Three Reports Weigh In On Bitcoin