05 dic 2021 · 8 min read

exchange crypto 2022: più servizi, conformità e concorrenza

Exchange 2022
Fonte: Adobe/Andrey Popov

2022 in arrivo: cosa aspettarsi dagli exchange crypto

  • Gli exchange si aspettano di ampliare le loro offerte il prossimo anno sia per i clienti istituzionali che per quelli al dettaglio.
  • L'ascesa delle criptovalute PoS arriva con il potenziale di aggiungere nuovi servizi.
  • I servizi basati sulla DeFi potrebbero anche guadagnare più trazione, dal momento che offrono il potenziale per rendimenti più elevati.
  • È probabile che vedremo più exchange listare token legati al Web 3.0.
  • Gli exchange disinteressati alla conformità potrebbero trovarsi sempre più isolati.

Per molte persone, gli exchange sono praticamente il cuore del mercato e dell'industria delle criptovalute. Essi facilitano i commerci di tutte le valute virtuali del mondo, e facendo questo, rivelano quali sono le probabilità di diventare le più grandi in futuro.

Come tale, è sempre istruttivo imparare ciò che gli exchange di criptovalute hanno in programma per i prossimi mesi e anni, se non altro per ottenere una visione anticipata di come saranno le criptovalute prima o poi. E secondo gli exchange che hanno parlato con Cryptonews.com, le piattaforme di trading del mondo hanno in programma di lanciare una serie di nuovi servizi nel 2022, da staking e DeFi a NFT e derivati.

Allo stesso tempo, gli exchange avranno anche sempre più bisogno di rendersi conformi ai regolamenti che emergeranno l'anno prossimo, oltre a rendersi più accessibili a un pubblico crescente. Tuttavia, la maggior parte è fiduciosa che il 2022 e gli anni successivi presentino un'enorme opportunità per loro e per l'industria in generale.

Nuovi servizi per gli exchange, caratteristiche più complete

Gli exchange si aspettano di ampliare le loro offerte l'anno prossimo, per adattarsi al fatto che la tecnologia cripto continua ad evolversi rapidamente. Questo è fondamentalmente quello che è successo anche quest'anno, ma le piattaforme di trading si aspettano di aumentare ulteriormente le cose nel 2022.

Oleksandr Lutskevych, il CEO e fondatore di CEX.IO dice che l'azienda si baserà sulla sua crescita di quest'anno offrendo più servizi su misura per le imprese e le istituzioni, che potenzialmente rappresentano un'opportunità più grande del retail.

"Debuttando a febbraio, Prime Liquidity è la nostra soluzione di liquidità istituzionale, che offre asset manager, family office, hedge fund, desk OTC (over-the-counter) e banche. Nel corso del tempo, continueremo ad espandere la suite di prodotti enterprise-grade", ha detto Oleksandr Lutskevych a Cryptonews.com.

Mentre guardiamo l'aggiunta di ulteriori servizi business-to-business, questa e altri exchange si concentreranno anche sul portare i servizi per i consumatori sulla loro piattaforma.

"Ad esempio, nel 2022 abbiamo in programma di lanciare la carta di debito CEX.IO, che consentirà ai consumatori di utilizzare le loro criptovalute negli acquisti quotidiani", ha detto.

Allo stesso modo, il capo delle comunicazioni di Bybit, Igneus Terrenus, afferma che l'exchange punterà ad ampliare la sua gamma di prodotti nel 2022, dalle nuove airdrops all'espansione della compatibilità del suo Wallet 3.0 con altri asset.

"Nei prossimi mesi, faremo uscire le opzioni ETH e BTC, e i token più popolari saranno resi disponibili in USDC perpetui [...] Espanderemo le nostre offerte di margine, il grid trading e i servizi istituzionali", ha detto Igneus Terrenus a Cryptonews.com.

Un altro servizio che vedremo sempre di più nel 2022 è lo staking, con molte piattaforme di trading che probabilmente offriranno ai loro utenti servizi di staking per le monete compatibili. Questo sarà accentuato dal fatto che Ethereum dovrebbe passare ad un meccanismo di consenso proof-of-stake (PoS) nel 2022.

"L'ascesa delle criptovalute PoS viene con il potenziale di aggiungere nuovi servizi e attrarre più clienti, portando soluzioni alle masse che sono altrimenti troppo tecniche e inaccessibili per il consumatore medio. Questa dinamica sarà un catalizzatore per la crescita verso il 2022", ha detto Oleksandr Lutskevych.

Fondamentalmente, come abbiamo visto nel 2021, gli exchange continueranno a listare nuove monete, a lanciare nuovi servizi di trading (margine, derivati, opzioni), così come nuovi prodotti di consumo (carte, pagamenti). Non solo questo li aiuterà a stare al passo con il mondo in continua evoluzione delle criptovalute, ma potrebbe anche aiutarli a respingere i rivali nell'emergente settore fintech.

DeFi, NFT e Web 3.0

Un'altra tendenza degli exchange del 2021 che continuerà nel 2022 è la DeFi, con gli exchange centralizzati che cercano ancora una volta di respingere la sfida delle alternative decentralizzate come Uniswap.

"Gli analisti di Gartner prevedono che la finanza decentralizzata sarà ammissibile per l'adozione aziendale il prossimo anno, in attesa di chiarezza sulla guida normativa. Se è così, ne consegue che le istituzioni finanziarie tradizionali e centralizzate potrebbero abbracciare le applicazioni in fase di maturazione, integrandole con offerte CeDeFi miste", ha detto Lutskevych.

Egli anticipa anche che, come i clienti guadagnano fiducia, i servizi basati su DeFi guadagneranno più trazione, dal momento che offrono il potenziale per rendimenti più elevati (con rischi commensurati).

"Date queste circostanze, prevediamo che i settori DeFi /CeDeFi vedranno un alto livello di interesse dei consumatori nel 2022", ha detto il CEO.

Per Igneus Terrenus, la DeFi potrebbe rivoluzionare sia i sistemi finanziari basati sulle criptovalute che quelli legacy, cosa che obbligherà gli exchange ad adattarsi.

"Circa il 30% delle persone nel mondo non ha accesso al sistema bancario, e le situazioni molto più gravi nei paesi in via di sviluppo sono spesso trascurate. La DeFi abbassa significativamente la barriera d'ingresso per la persona media, rimuove le restrizioni fisiche e offre un'alternativa per gli underbanked di prendere prestiti senza un punteggio di credito e leverage collaterals", ha detto.

Correlata alla DeFi è l'area emergente del Web 3.0, dove le capacità DeFi e NFT sono sfruttate da nuove applicazioni, piattaforme e siti basati su internet.

"Per le piattaforme di trading, questo significa competere in aree che includono capacità Web 3.0 per la DeFi e integrazioni istituzionali più sofisticate", ha detto Terrenus.

Come minimo, è probabile che quest'anno vedremo più exchange elencare token legati al Web 3.0, i quali hanno già iniziato a salire (ad esempio PARSIQ (PRQ), Handshake (HNS), e NEAR Protocol (NEAR)).

Più regolamentazione e conformità

Con il 2021 che è stato uno dei migliori anni per le criptovalute, è probabile che vedremo nuove leggi e regolamenti essere finalmente introdotti in molte delle nazioni più sviluppate del mondo. Questo significa che gli exchange passeranno gran parte del 2022 a garantire la loro conformità ai nuovi regimi.

"Attualmente stiamo vedendo i governi nazionali diventare più attivi nella stesura della legislazione sulle criptovalute. Questi disegni di legge stanno costringendo i partecipanti al mercato a soddisfare i requisiti relativi alla rendicontazione fiscale, seguire i regolamenti contro il riciclaggio di denaro, adottare una messaggistica di marketing veritiera e trasparente, ecc", ha detto Oleksandr Lutskevych.

Anche se alcune delle regole sono piuttosto severe, egli afferma che proteggeranno gli investitori e stabiliranno un quadro giuridico affinché le imprese e i consumatori possano lavorare insieme. E alla fine aiuteranno gli exchange a crescere.

"Inoltre, questi regolamenti stabiliscono regole di impegno e un percorso per i partecipanti al mercato per integrarsi ulteriormente nell'attività economica globale. Gli exchange disinteressati alla conformità potrebbero trovarsi sempre più isolati, con difficoltà di connessione al mondo fiat", ha aggiunto.

Tuttavia, prima che arrivino regolamenti chiari, gli exchange dovranno impegnarsi attivamente con i regolatori nel 2022, per garantire che le nuove regole e linee guida siano equilibrate.

"Dialoghi significativi devono avvenire tra i regolatori e i partecipanti, compresi gli exchange di criptovalute e i loro clienti. E se questo potesse accadere nel prossimo anno, sarebbe una buona notizia per ogni exchange che intende veramente fare affari", ha detto Igneus Terrenus.

A lungo termine, i regolamenti ragionevoli sono necessari e costruttivi per affrontare i dolori di crescita di un settore in espansione, riconosce Terrenus, quindi prevede che gli exchange lavoreranno sempre più con i regolatori il prossimo anno per renderli una realtà.

Sfide e opportunità per gli exchange

Una delle cose su cui gli exchange lavoreranno sempre di più nel 2022 è garantire la capacità delle loro piattaforme di accogliere la domanda e il traffico in aumento. Questo è un problema che abbiamo visto ripetutamente nel 2021, con perfino nomi del calibro di Coinbase e Binance (due dei più grandi exchange del mondo) che hanno subito ripetute interruzioni.

Nel frattempo, Bybit prevede di migliorare la sua piattaforma con aggiornamenti nel 2022.

"Stiamo facendo un altro passo avanti da un sistema che attualmente vanta l'auto-recupero in pochi secondi e tempi di inattività trascurabili nel 2021", ha detto Terrenus.

Il 2022 intensificherà anche un'altra tendenza degli exchange evidente nel 2021: la competizione con le crescenti orde di app e piattaforme fintech. Gli exchange cercheranno sempre più di competere con loro, soprattutto se altre fintech seguiranno l'esempio di PayPal nel lancio di servizi cripto.

"Ad aumentare le sfide normative ci sono l'ascesa dei sistemi di pagamento digitale, come Venmo e PayPal, che stanno iniziando a presentare servizi legati alle criptovalute. Mentre queste piattaforme sono limitate nelle monete e nei servizi che offrono, sono multinazionali con decine di milioni di utenti combinati", ha detto Lutskevych.

Tuttavia, mentre l'ingresso delle multinazionali fintech fornirà agli exchange di criptovalute una grande sfida, esse presenteranno anche un'opportunità, se questi nuovi clienti inizieranno a cercare prodotti di trading più sofisticati negli exchange di criptovalute. 
_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Per saperne di più: 

- Bitcoin e criptovalute nel 2022: aspettative e previsioni
- Altcoins in for a Bumper 2022 as Number of Crypto Traders Set to Double – Report
- Crypto.com To Boost US Presence With a USD 216M Deal
- Binance rilascia una "carta dei diritti crypto"