Home In EsclusivaIn Primo Piano

Criptovalute nel 2021: le istituzioni preferiscono bitcoin, i privati le altcoin

Di Simon Chandler
  • Aspettatevi che la tendenza continui: le istituzioni favoriranno BTC, il retail esplorerà anche le altcoin.
  • L'incertezza sulla pandemia e l'economia hanno spinto gli investimenti in BTC.
  • Dopo che BTC è cresciuto e inizia a fare trading lateralmente, ...
Criptovalute nel 2021: le istituzioni preferiscono bitcoin, i privati le altcoin 101
Fonte: Adobe/hakinmhan

Il 2020 è stato l'anno migliore per gli investimenti in criptovalute dal 2017, mentre si può persino sostenere che sia l'anno migliore di sempre , dato che la crescita del mercato delle criptovalute sembra più costante e stabile questa volta. Ma per il prossimo anno?

Per la maggior parte, il 2021 si preannuncia essere ricco di eventi e turbolentiocome il 2020. Si prevede che il coronavirus sia ancora tra noi per un pò di tempo, e in risposta i governi probabilmente continueranno a spingere le politiche macroeconomiche-- quantitative easing e bassi tassi di interesse — che renderanno bitcoin (BTC) e altre criptovalute più attraenti per gli investitori.

Secondo i personaggi del settore che hanno parlato con Cryptonews.com , il 2021 porterà quasi sicuramente un aumento di istituzioni, aziende e consumatori che investono in criptovalute. Ma se BTC continuasse il suo rally, gli investitori retail in particolare potrebbero investire anche lateralmente, aumentando la loro esposizione alle altcoin nuove e consolidate.

2020: cosa era previsto

Torna alla fine del 2019 e potresti ricordare gli attori del settore dire a Cryptonews.com che le istituzioni investiranno sempre più in bitcoin nel 2020, mentre per lo più aggirano le altcoin. Si aspettavano anche che gli investitori al dettaglio fossero più aperti alle altcoin.

Bene, erano ampiamente corrette in queste previsioni: simili a MicroStrategy, Square, e Stone Ridge Management tutti hanno convertito parti delle loro riserve di liquidità in bitcoin, mentre abbiamo visto anche istituzioni finanziarie aumentare la loro esposizione alla criptovaluta. Le mosse probabilmente non erano diffuse, ma sembra che abbiano impostato lo schema di acquisto per ancora un pò.

Allo stesso modo, la pandemia di coronavirus e l'aumento del risparmio che ne è seguito-- ha spinto gli investitori al dettaglio verso bitcoin. Ma data la forte crescita testimoniata da talenti emergenti come Chainlink (LINK), Polkadot (DOT) e Cardano (ADA), è anche evidente che gli investitori al dettaglio avessero più appetito per le altcoin rispetto alle istituzioni e alle società.

2021: BTC amore ai tempi della pandemia

Il 2020 ha gettato solide basi per il decollo degli investimenti in criptovalute l'anno prossimo.

Come Konstantin Richter, CEO e fondatore di Blockdaemon ha riferito a Cryptonews.com, "Più istituzioni e fornitori di liquidità stanno entrando rapidamente nello spazio e gli investimenti in bitcoin sembrano essere forti."

“È probabile che questa tendenza continui e aumenti lo slancio nel 2021, con annunci di artisti del calibro di PayPal che offrono pagamenti in criptovaluta nel 2021 ... più utenti avranno modo di sperimentare con bitcoin e altre criptovalute ", ha aggiunto.

Per la maggior parte, l'ambiente macroeconomico - aumento dei risparmi, maggiore inflazione, tassi di interesse inferiori - significherà che bitcoin riceverà la parte del leone degli investimenti istituzionali e al dettaglio.

"Ora la DeFi il movimento e la stagione [altcoin] stanno inciampando e l'indice di dominance bitcoin sta risalendo di nuovo; durante questi tempi turbolenti, gli investitori stanno mettendo i loro soldi su una scommessa più sicura ", ha detto il CEO di OKEx Jay Hao.

Con la continua incertezza sulla pandemia, le elezioni in USA, la Brexit e altri fattori, Hao ha stimato che sia "probabile che più investitori si rivolgeranno a BTC come rifugio più sicuro", al contrario di altre criptovalute.

Simon Peters, analista di mercato delle criptovalute presso eToro, concorda con questa valutazione:

"Penso che il fatto che il bitcoin continui ad aumentare la sua percentuale di dominio sul mercato nel 2021 avrà molto a che fare con gli sviluppi della pandemia di coronavirus."

"Se continuiamo a vedere ulteriori blocchi e, cosa più importante, le economie che necessitano di essere mantenute al di sopra dell'acqua da parte dei governi e delle banche centrali che forniscono pacchetti di stimolo, portando a un maggiore allentamento quantitativo, allora potrebbe spingere ulteriori investimenti in bitcoin", ha detto Cryptonews.com .

Trading in lateralizzazione con le altcoin

Tuttavia, sebbene questa possa sembrare una valutazione cupa per quanto riguarda le altcoin, si stima che una maggiore liquidità in bitcoin colerà o filtrerà verso il resto del mercato delle criptovalute.

"Quello che abbiamo visto di solito è che dopo che BTC è cresciuto e poi alla fine inizia a fare trading lateralmente, gli investitori si diversificano in [altcoin] e le [altcoin] iniziano a salire a lungo termine", ha detto Jay Hao.

Nicholas Merten, il fondatore di uno dei canali Youtube più popolari sugli investimenti in criptovaluta, DataDash e Digifox , un'app finanziaria, hanno affermato che almeno una parte dei nuovi investimenti troveranno la sua strada verso le altcoin.

"Tendiamo a scoprire che il dominio del bitcoin cresce man mano che si avvicina ai massimi storici del mercato rialzista precedente e cala bruscamente in seguito. Ciò è dovuto alla liquidità o al "nuovo denaro" che inizialmente si è trasformato in bitcoin, per poi finire nelle altcoin, piuttosto che in dollari ", ha detto a Cryptonews.com .

Merten ha aggiunto che una volta che bitcoin tornerà al suo precedente massimo storico di 20.000 USD, sospetta che vedremo aumentare le altcoin.

Konstantin Richter è dello stesso parere che le altcoin beneficeranno di maggiori investimenti nelle piattaforme DeFi, che vede entrare in una fase di maturazione il prossimo anno.

“L'adozione istituzionale delle criptovalute ha dimostrato di essere un fattore trainante significativo per l'adozione da parte degli utenti privati. Se la DeFi potesse maturare e riuscire ad attrarre investimenti tradizionali simili, ci sarebbero probabilmente enormi opportunità per i primi utenti della tecnologia nel prossimo anno", ha affermato.

Che tipo di istituzioni e società?

Ma quando diciamo investimento "istituzionale", cosa intendiamo? Ebbene, nel 2021, tale investimento coprirà una porzione sempre più ampia del mondo finanziario e societario.

"A mio parere, i tesorieri aziendali, in particolare le startup della Silicon Valley, inizieranno seriamente a esplorare bitcoin come risorsa di riserva per i loro bilanci nel 2021 e 2022", ha affermato Nicholas Merten.

"Una volta che [raggiunge] i suoi massimi storici, trasforma la narrativa da" bitcoin era in una bolla "a" bitcoin si stava solo riscaldando "", ha aggiunto.

Simon Peters concorda sul fatto che più aziende investiranno in bitcoin come risorsa di riserva, con l'analista di eToro che suggerisce che la maggior parte di queste società "inizialmente saranno quelle i cui fondatori sono sostenitori di bitcoin, come abbiamo visto con Microstrategy e Square".

Ma Jay Hao si aspetta anche che nel 2021 le istituzioni finanziarie, gli hedge fund e persino le banche aumentino la loro esposizione a bitcoin.

“Penso che il 2021 possa vedere il via libera finale agli ETF di bitcoin, esponendo anche investitori sempre più tradizionali ad esso. Anche le banche probabilmente intensificheranno le loro strategie quando si tratta di bitcoin e vediamo più paesi seguire l'esempio degli Stati Uniti e iniziare a offrire servizi di custodia di bitcoin”, ha detto.

I privati diversi dagli istituzionali

Questo suona molto rialzista per BTC, ma ancora una volta, probabilmente vedremo gli investitori al dettaglio riprendere il fiato per le altcoin nel 2021, investendo con una maggiore propensione al rischio rispetto agli istituzionali.

Inoltre, alcune altcoin come chainlink e tezos (XTZ) sono in calo a doppia cifra rispetto ai loro massimi storici recenti "e hanno solo appena iniziato", secondo Simon Peters.

"Molti investitori al dettaglio potrebbero ritenere che ci sia molto più potenziale derivante da questi progetti altcoin, soprattutto se si considera quanto lontano sia arrivato il bitcoin negli ultimi anni", ha detto.

Peters si aspetta anche che gli investitori al dettaglio investano sempre più nelle altcoin che consentono lo staking.

Ha aggiunto: "Servizi come lo staking, che sono disponibili su monete con un meccanismo di proof of stake e offrono un rendimento annuale in un ambiente a basso interesse, potrebbero anche fornire impulso agli investitori individuali verso monete diverse dal bitcoin".

In altre parole, si stima che il 2021 porterà più istituzioni e società verso bitcoin, mentre gli investitori retail alla ricerca dell'ultima novità potrebbero fornire l'investimento che aiuti le altcoin e il settore DeFi a crescere.
____
Ulteriori informazioni:
Crypto Regulation in 2021: The Piecemeal Approach & New Winds
Crypto Adoption in 2021: Bitcoin Rules, Ethereum Grows & Faces Rivals
Cryptoverse Might Face 'More Aggressive' SEC Under Biden
‘Steady Increase’ in Bitcoin Investment Coming, Not a ‘Flurry’ - CoinShares
Institutionals Might Make Bitcoin More Exposed To Economic Headwinds
4 Reasons Bitcoin May Hit USD 1-5 Trillion Market Cap in 10 Years

Più Articoli