01 marzo 2020 · 3 min read

Il porto sicuro delle ICO non cambierà il futuro

Aaron Kaplan è il fondatore e co-CEO di Prometheum, Inc. , una società fintech con sede a New York che sta costruendo un'infrastruttura regolamentata per il mercato dei capitali, nativa dalla blockchain. Aaron è stato avvocato presso Gusrae Kaplan Nusbaum , dove ha concentrato la sua pratica sulle applicazioni della tecnologia di contabilità distribuita nel settore dei titoli.
_____

Fonte: iStock/Joecho-16

Il commissario della SEC Hester Peirce, noto anche come "mamma cripto", din recente ha proposto un porto sicuro per le offerte di monete iniziali (ICO), che darebbe agli emittenti tre anni di tempo per dimostrare che le monete non si qualificano come titoli. Nel caso in cui la Securities and Exchange Commission (SEC) adottasse la proposta del Commissario, l'attuale traiettoria del mercato dei security token non cambierebbe. È probabile che quest'anno emergerà un mercato pubblico di titoli blockchain che opererà in base alle leggi sui titoli esistenti; in effetti, tali leggi sui titoli incoraggeranno la liquidità e contribuiranno ad alimentare la sua crescita.

I token di utilità legittimi hanno un posto nell'economia blockchain. Ad esempio, la SEC sembra ritenere che Ether non sia una titolo e questo probabilmente faceva parte di ciò che ha ispirato il Commissario Peirce. (Anche le criptovalute non sono titoli, secondo la SEC.) Ci sono due ragioni per cui i token di utilità non saranno mai in grado di attrarre lo stesso livello di interesse degli investitori per i titoli blockchain.

In primo luogo, i mercati non regolamentati sono instabili. Mancano trasparenza e garanzie per gli investitori. Questo è stato vero fin dall'inizio dei mercati dei capitali. Le risorse digitali non fanno eccezione; infatti, il mercato delle ICO è crollato in parte a causa di frodi e altre pratiche discutibili.

In secondo luogo, i token di utilità non possono integrarsi con i tradizionali sistemi di negoziazione e intermediazione. Nel 2018, le ICO sono aumentate a 7.8 miliardi di dollari prima che il mercato ICO si schiantasse. Ciò ha convalidato l'interesse per le risorse digitali ma ha lasciato molti investitori con asset difficili da vendere o senza valore. Il totale della raccolta di capitali è inferiore all'1% dei 2.4 triliardi di dollari raccolti dall'industria dei titoli degli Stati Uniti nello stesso anno.

Per essere più che una semplice bolla speculativa, le attività digitali devono offrire liquidità e accesso al capitale nel mercato dei titoli tradizionali. I titoli Blockchain offrono il potenziale per entrambi perché sono regolati dalle leggi sui titoli e possono essere negoziati attraverso conti di intermediazione esistenti.

Man mano che i titoli blockchain diventano una classe di attività principale, il loro impatto si propagherà sui mercati dei capitali e influenzerà emittenti, investitori e professionisti finanziari in tre modi:

  1. Accesso più facile ai mercati pubblici - Con la capacità di raccogliere capitali in modo più rapido ed economico attraverso i titoli blockchain, gli emittenti saranno in grado di aumentare la velocità di sviluppo di nuove tecnologie, prodotti e servizi.
  2. Nuovi strumenti finanziari: i vantaggi in termini di efficienza dei titoli blockchain renderanno nuovi tipi di investimenti finanziariamente sostenibili e più accessibili. Ad esempio, è probabile che le risorse vengano "tokenizzate" e quindi offerte al pubblico ai sensi del Reg A+ (un'esenzione dalla registrazione per le offerte pubbliche). Ciò potrebbe fornire un maggiore accesso agli investimenti simili al private equity, come singoli pezzi di immobili e opere d'arte.
  3. Maggiore trasparenza: tutti gli operatori del mercato saranno in grado di vedere dove e come si verificano gli ordini perché saranno scritti sulla blockchain. Di conseguenza, i fornitori di infrastrutture dei mercati dei capitali potrebbero dover adeguare i propri modelli di business in quanto alcune strutture tariffarie subiscono pressioni a causa della maggiore concorrenza.

Due anni e mezzo fa, la SEC ha chiarito che la maggior parte delle risorse digitali fossero titoli nel suo report su The DAO. A quel tempo, non c'era mercato per questi titoli. Non c'era posto per il loro trading. Non c'era modo per loro di essere tenuti in un conto di intermediazione. Quest'anno, i componenti critici di un'infrastruttura del mercato dei capitali stanno entrando in vigore per i security token. Qualunque cosa accada alle ICO, il futuro delle risorse digitali sarà determinato da mercati pubblici regolamentati in titoli blockchain.