05 nov 2021 · 5 min read

5 cose da sapere sul Metaverso

Metaverso
Fonte: Adobe/Dumitru

Sulla scia del rebranding di Facebook come Meta, che riflette la sua attenzione sul "metaverso", anche Microsoft ha annunciato che si lancerà in questo settore.

Meta sostiene che il metaverso ci permetterà di impegnarci in contesti educativi, lavorativi e sociali, mentre Microsoft sembra concentrarsi per ora specificamente sulla sfera dell'ufficio virtuale.

Ma cos'è in realtà il metaverso? Fino a che punto dovremmo credere che la visione che ci viene presentata sarà davvero centrale nella nostra vita quotidiana?

L'idea in sé non è nuova. L'autore di fantascienza Neal Stephenson ha coniato il termine "metaverso" nel suo romanzo cyberpunk del 1992 Snow Crash, presentando un mondo virtuale 3D in cui le persone, rappresentate come avatar, potrebbero interagire tra loro e con agenti artificialmente intelligenti.

Come con qualsiasi grande visione di un futuro che non esiste ancora, molte persone hanno cercato di imprimere le proprie definizioni sul metaverso. Se l'idea è nuova per te, potrebbe essere utile comprendere alcune delle proprietà che puoi aspettarti da un metaverso.

5 caratteristiche del Metaverso

1. Un mondo virtuale: questa è, a mio avviso, la caratteristica più importante di un metaverso. Puoi esplorarlo utilizzando un computer, una console di gioco, un dispositivo mobile, una tecnologia indossabile o un altro dispositivo, sperimentando grafica e suoni 3D lungo il percorso. L'idea è che questo ti faccia sentire sempre più presente nel metaverso e presumibilmente meno presente nel mondo di tutti i giorni (dove il tuo corpo rimane ostinatamente).

Per saperne di più: Facebook si chiamerà "Meta" nel chiaro tentativo di dominare il metaverso

2. Realtà virtuale. Avete bisogno di un visore di realtà virtuale per questo. L'idea qui è che tu ti possa immergere nel mondo virtuale, quindi che tu ti possa sentire ancora più presente, almeno fino a quando non ti imbatti in qualcosa del mondo di tutti i giorni, come il tavolino da caffè.

3. Altre persone. Il metaverso è sociale. Ci sono molte altre persone rappresentate come avatar. Alcuni di questi avatar potrebbero essere bot, agenti virtuali e manifestazioni di intelligenza artificiale. Puoi uscire con altre persone o anche fare cose insieme. È probabile che l'aspetto sociale sia centrale nel metaverso di Facebook, data la sua storia come social network.

I fan del metaverso e alcuni ricercatori ritengono che la comunicazione possa essere più naturale rispetto alla videoconferenza perché, ad esempio, si può usare lo sguardo per mostrare a chi ci si rivolge (il tuo avatar può girare la testa per guardare un'altra persona). Il tuo avatar potrebbe anche avvicinarsi e sedersi accanto all'avatar di qualcun altro per iniziare una conversazione.

4. Persistenza. Ciò significa che il mondo virtuale è disponibile ogni volta che vuoi visitarlo. Puoi cambiarlo aggiungendo nuovi edifici virtuali o altri oggetti e, soprattutto, le modifiche rimangono in vigore la prossima volta che visiti. Potresti essere in grado di prendere la residenza e possederne un po'. Il metaverso si baserà sui tuoi contenuti generati dagli utenti, le tue creazioni digitali e le tue storie personali, allo stesso modo in cui fanno oggi i social media.

5. Connessione al mondo reale. In alcune visioni del metaverso, le cose virtuali nel mondo virtuale rappresentano in realtà cose reali nel mondo reale. Ad esempio, potresti pilotare un drone virtuale nel metaverso per guidare un drone reale nel mondo reale. La gente parla del reale e del virtuale come i "gemelli digitali".

Cosa posso fare in un metaverso?

Diverse società avranno probabilmente le proprie visioni o anche versioni locali del metaverso ma, come Internet, saranno tutte connesse, quindi puoi spostarti dall'una all'altra.

È probabile che alcune cose saranno più attraenti e pratiche di altre. Giocare sembrerebbe un salto ragionevole, poiché molti giocatori già si divertono con i giochi online e alcuni giochi, in una certa misura, sono già entrati nel metaverso (ripensa alle caratteristiche elencate sopra).

Anche l'idea di poter socializzare o incontrarsi con gli altri e sentirsi come se fossi davvero lì con loro di persona è allettante, in particolare nell'era della pandemia di oggi.

Non abbiamo ancora un'idea particolarmente chiara delle offerte del metaverso di Meta. Nell'annunciare il rebranding, l'amministratore delegato Mark Zuckerberg ha menzionato diverse possibilità. Potresti essere in grado di apparire in una vera riunione come un ologramma o giocare a scacchi con qualcuno in tutto il mondo su una scacchiera virtuale sovrapposta al mondo reale.

People in a room wearing VR headsets.

Il metaverso potrebbe rappresentare il nostro futuro digitale? Non necessariamente. Zhuravlev Andrey/Shutterstock

La visione di Facebook del metaverso è come la nostra futura interfaccia per Internet. Ma resta da vedere se un giorno avremo accesso a tutti i servizi Internet, attraverso mondi virtuali 3D e visori per la realtà virtuale.

Le cuffie sembrano ancora essere una tecnologia in qualche modo di nicchia, nonostante i tentativi di molte grandi aziende di portarli sul mercato negli ultimi anni, incluso Facebook con l'acquisto di Oculus.

Sospetto che Facebook vorrà essere presente a lungo termine e che la sua visione del metaverso debba ancora rimanere una realtà (virtuale) per molti anni.

Per saperne di più: cos'è il metaverso? lo spiegano 2 esperti di media e informazione

Ultima osservazione sul metaverso

La visione originale di Stephenson del metaverso era molto eccitante, ma anche piena di possibilità per danni sia online che reali, dalla dipendenza, alla criminalità, all'erosione delle istituzioni democratiche. È interessante notare che il metaverso di Stephenson era per lo più di proprietà di grandi società, con i governi relegati ad essere avamposti in gran parte insignificanti per il rimescolamento della carta.

Date le attuali tensioni tra la grande tecnologia e i governi di tutto il mondo sulla privacy, la libertà di parola e i danni online, dovremmo considerare seriamente che tipo di metaverso vogliamo creare e chi può crearlo, possederlo e regolarlo.

 

 

Steve Benford, Professore di Collaborative Computing, Università di Nottingham.

 

Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l'articolo originale.

____

Seguici sui nostri canali social:

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

____

Per saperne di più:
- Zuckerberg Makes Another Meta Move
- Nike & Microsoft Rush Into Metaverse

-  Dovremmo lasciare che Facebook/Meta governi il Metaverso?
- Investire nel Metaverso:4 Modi per Investire nel Futuro Virtuale