31 lug 2021 · 6 min read

MEV causa danni agli utenti di Ethereum e potrebbe restare qui per un po' di tempo

"MEV (Miner Extractable Value - il valore totale estraibile dal miner) è reale e sta causando molti danni". I miner hanno guadagnato almeno 109 milioni di dollari dal MEV. Il MEV esiste su uno spettro, con alcuni esempi peggiori di altri. Resta molto lavoro da fare prima che il settore arrivi a una soluzione significativa del problema.

ethereum

Fonte: Adobe/Igor Faun

Uno dei dibattiti più accesi in Ethereum (ETH) in questo momento riguarda proprio il Valore Estraibile dal Miner (MEV). Con questa pratica i miner sono in grado di estrarre profitto a spese degli utenti riordinando arbitrariamente, includendo o escludendo le transazioni all'interno di un blocco.

Il MEV è stato documentato già nell'aprile 2019 in un documento scritto da ricercatori (prevalentemente) della Cornell University, i quali hanno scritto che "MEV rappresenta oggi una minaccia realistica per Ethereum.” Da allora, la pratica è diventata solo più diffusa, in particolare con la crescita generale delle piattaforme di contratti intelligenti, DeFi e exchange decentralizzati (DEX).

Ipoteticamente il MEV può essere visto anche sulla rete Bitcoin (BTC), ma è considerato meno esposto rispetto a blockchain come Ethereum.

Ma quanto è un problema il MEV? Beh, l'opinione è mista, a seconda di quale area vuoi guardare. I ricercatori affermano che si tratta di un problema serio che sarà difficile da correggere, mentre figure più allineate a Ethereum stanno notando che i suoi effetti sono abbastanza moderati e risolvibili.

Definire la portata del problema

Parlando con ricercatori indipendenti che hanno studiato il MEV, concordano quasi all'unanimità sul fatto che sia un problema serio nelle odierne piattaforme di smart contract.

“Il mio gruppo accademico ha coniato il termine in un articolo che studiava la sua ascesa tra i bot nel 2019. All'epoca, abbiamo documentato effetti sostanziali e, in alcuni casi, profondamente inquietanti, inclusi molti utenti che chiedevano agli arbitraggisti online di restituire denaro che non potevano permettersi di perdere ", ha affermato il prof. Ari Juels, coautore del documento del 2019 con i colleghi della Cornell (e di Carnegie Mellon, Università dell'Illinois Urbana-Champaign e ETH Zürich).

Juels ha aggiunto che il MEV "è diventato molto più diffuso e sfruttato in modo aggressivo da allora". Questa è un'impressione condivisa da Ittay Eyal, Assistant Professor presso il Technion - Israel Institute of Technology, che ha anche studiato e scritto sul problema.

“MEV è reale e sta causando danni reali. Aumenta direttamente l'esperienza degli utenti durante l'utilizzo della DeFi, poiché una parte dei loro guadagni viene deviata verso eserciti di bot", ha detto a Cryptonews.com.

Fondamentalmente, il MEV comporta il riordino delle transazioni al fine di trarre profitto dalla conferma delle tue transazioni prima o dopo altre transazioni. Ad esempio, un utente può pagare una tassa del gas ridicolmente alta per avere la conferma dell'acquisto di alcuni ETH prima che il prezzo di ETH aumenti o viceversa, in modo da poterlo vendere con profitto.

"L'ordine delle transazioni in un blocco dipende dall'ordine in cui i miner accettano l'offerta di gas più alta. Gli arbitri sono disposti a pagare prezzi molto alti per dare la priorità alla loro transazione in questa coda e possono entrare in una guerra di offerte che diventa un'esternalità negativa per tutti ", ha affermato Lex Sokolin, capo economista e co-responsabile del fintech globale presso la blockchain focalizzata su Ethereum azienda ConsenSys.

Non tutti sono d'accordo sul fatto che il MEV sia un problema veramente grave, nel senso che non interferisce sostanzialmente con il suo normale funzionamento.

"Per quanto riguarda il 'danno', direi che ora è piuttosto moderato: la maggior parte delle estrazioni del MEV avviene sotto forma di operazioni di front-running su DEX per trarre profitto dallo slippage e stiamo già vedendo alcune soluzioni (ad esempio Taichi Network, MistX, ecc.) che mitigano questo. Esistono tipi più dannosi di MEV, ma non sono a conoscenza di istanze viste sulla rete Ethereum", ha affermato lo sviluppatore di Ethereum Tim Beiko.

Secondo Flashbots (un'organizzazione fondata per spingere il MEV in una direzione più positiva), i miner hanno realizzato fino ad oggi circa 109 milioni di dollari di profitti dal MEV. Tuttavia, questo è il MEV organizzato tramite la piattaforma di Flashbots, quindi è probabile che il profitto effettivo da tutte le attività MEV sia maggiore.

Il MEV può essere buono?

L'esistenza di Flashbot indica, almeno tra i miner e alcune altre parti, che il MEV se utilizzato bene potrebbe anche essere positivo. E sembra esserci un certo grado di accordo sul fatto che il MEV esiste su uno spettro, con alcuni esempi peggiori di altri.

“MEV è un termine generico che comprende sia il “buono” che il “cattivo” in termini di costi di transazione risultanti per gli utenti. Distinguere il MEV buono da quello cattivo è un problema di ricerca aperto", ha affermato Ari Juels.

Alcuni operatori del settore hanno suggerito che il MEV è una probabile risposta alla proposta di miglioramento di Ethereum (EIP)-1559, che ridurrà le entrate dei miner dalle commissioni e costringerà i pool/le società di mining a cercare flussi di entrate alternativi. Tuttavia, per Ittay Eyal, la perdita di entrate da EIP-1559 non giustifica davvero il MEV.

“Si prevede che EIP-1559 ridurrà le entrate dei miner bruciando una parte significativa delle commissioni di transazione pagate dall'utente. Non credo che la soluzione sia prendere i soldi degli utenti in un modo più subdolo. Invece, i premi (conio) possono essere aumentati o il numero di miner si ridurrebbe, riducendo l'impronta ecologica di Ethereum", ha detto a Cryptonews.com.

D'altra parte, le persone che lavorano all'interno di Ethereum hanno suggerito che il MEV è praticamente un "fatto della vita" e che il problema non va sradicato completamente, ma si potrebbero trovare modi per riconciliarlo con gli obiettivi più ampi di Ethereum.

"Il dibattito sul MEV riguarda il come creare pool di transazioni che paghino ai miner un valore equo per la rinuncia all'asta del gas per un meccanismo diverso. Non è che i miner stiano facendo qualcosa di coercitivo o antieconomico, questi sono problemi già endemici del protocollo e dei mercati dei capitali in generale", ha affermato Lex Sokolin.

Ha aggiunto che, nel senso di trovare i meccanismi ottimali/più equi per ordinare i blocchi, il MEV non rappresenta una minaccia in quanto tale.

“Si tratta solo di progettare meccanismi di scoperta dei prezzi del gas superiori e rendere l'ordine delle transazioni su mainnet Ethereum un argomento ben compreso. Penso che il lavoro svolto da Flashbots sia stato molto utile per l'ecosistema e continuerà oltre l'EIP-1559 e il passaggio allo staking", ha affermato.

Tim Beiko ha una visione simile, suggerendo che dobbiamo trovare modi di convivere con il MEV riducendo i suoi effetti peggiori.

“La mia opinione sul MEV è che dovremmo cercare di minimizzarlo, ma dovremmo poi cercare di democratizzare l'accesso per catturare qualunque MEV sia rimasto. Questa sembra l'opzione "meno peggiore", con l'alternativa che l'estrazione di MEV è possibile solo dai più grandi minatori/produttori di blocchi", ha detto a Cryptonews.com.

Sradicato o ridotto al minimo?

La domanda è: fino a che punto il MEV può essere ridotto al minimo?

“Penso che ci siano approcci tecnici che possono avvicinarci molto a un ecosistema equo impedendo ai miner di riordinare le transazioni per sfruttare il MEV. Questi includono l'ordine causale sicuro - ovver, crittografare le transazioni e de-crittografarle solo dopo che sono state ordinate - e l'equità dell'ordine - ovvero, l'ordinazione delle transazioni in termini di tempo di ricezione ", ha affermato Ari Juels.

Riconosce che il MEV è un concetto e un fenomeno complicato, quindi rimane molto lavoro da fare prima che l'industria arrivi a una soluzione o mitigazione significativa.

Tim Beiko è d'accordo con questa valutazione, suggerendo ancora una volta che dovremmo probabilmente mirare a ridurlo al minimo piuttosto che a sradicarlo.

“Esistono diverse soluzioni a livello di applicazione per gestire il MEV, ma è un problema complesso e ogni “tipo” di MEV deve sostanzialmente essere risolto in modo indipendente. Non sono un esperto dei vari approcci, ma a quanto ho capito, non esiste un singolo "proiettile d'argento" per sbarazzarsi del MEV", ha detto.

____

Discussioni sul MEV

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN   

_____
Per saperne di più: 
- Ethereum's MEV Vulnerability To Be 'Less of a Problem' - Buterin
- 'Intelectual Posturing' Highlights Ethereum's Extractable Value Vulnerability

- DeFi Sandwich Traders Get 'Salmonella'
- Ethereum Miners Can Transition to These Coins and Boost Their Values