21 Nov 2022 · 4 min read

Previsione del prezzo di Ethereum: l'hacker di FTX comincia a vendere ETH

Ethereum

Nelle ultime 24 ore il prezzo di Ethereum è sceso del 7,5%, dato che i fondi rubati la scorsa settimana "nell'hack" di FTX hanno iniziato a essere rilasciati sul mercato. Al momento l'indirizzo associato all'hack continua a detenere oltre 200.000 ETH, ovvero 223 milioni dollari, e questo suggerisce che il valore di Ethereum potrebbe subire nelle prossime settimane un forte pressione di vendita.

Ancora non è chiara l'identità del proprietario dell'indirizzo: nel fine settimana Reuters ha riportato che la Securities Commission delle Bahamas ha sequestrato gli asset appartenenti all'unità di FTX locale. Tuttavia Chainalysis, società di analisi blockchain, ha riferito che effettivamente alcuni fondi sono stati rubati da FTX.

Previsione del valore di Ethereum

Il grafico di Ethereum è in una situazione piuttosto cupa. Il suo relative strength index, in viola, è crollato nelle ultime ore da 40 a quasi 30. È probabile che nei prossimi giorni continui a scendere ulteriormente e che non torni a salire fino a quando non raggiungerà 20.

La media mobile a 30 giorni di ETH, in rosso, sta scendendo al di sotto della media a 200 giorni, in blu. Anche in questo caso, è probabile che non si fermerà finché non scenderà ulteriormente, soprattutto quando ci sono circa 200.000 ETH in attesa di essere venduti.

Le voci circa chi possa essere il responsabile del furto stanno aumentando. Molti credono che si tratti di una banale violazione della sicurezza, mentre altri suggeriscono che si tratti di qualcuno interno alla società.

Inoltre, mentre l'autorità di regolamentazione dei titoli delle Bahamas ha confermato di aver ricevuto i fondi di FTX, altri sono intervenuti per affermare che questi fondi sono separati dai 200.000 ETH detenuti in un wallet.

Il fatto che il proprietario del wallet ETH abbia incominciato a vendere è la dimostrazione che i fondi di FTX siano stati rubati. Al momento ha venduto circa 50.000 ETH e questo ha trascinato il prezzo di Ethereum da circa 1.221 dollari di ieri a 1.120 dollari.

L'hacker è riuscito a vendere ETH tramite il bridge di renBTC, che consente la conversione di ETH in BTC e viceversa. Sfortunatamente per l'hacker, renBTC ha una liquidità limitata, quindi anche la sua capacità di vendere 200.000 ETH tramite il bridge è limitata.

L'hacker ha utilizzato anche altri bridge e stablecoin per mescolare le proprie crypto e nascondersi in un groviglio di transazioni. Tra gli altri token venduti, oltre a ETH, ci sono DAI e BNB, mentre l'esperto di blockchain ZachXBT ha notato che l'hacker ha utilizzato una varietà di piattaforme di trading, compresi exchange molto piccoli come Laslobit.

Attualmente FTX è sotto amministrazione e sta sollecitando gli exchange a collaborare per bloccare il movimento dei fondi e il protocollo Ren ha annunciato il congelamento dei nuovi minting di renBTC, quindi sarà più difficile per l'hacker vendere e potrebbe correre il rischio di farlo in maniera più diretta.

Per questo motivo non c'è alcuna garanzia che il proprietario dell'indirizzo in questione riesca a vendere tutti i 200.000 ETH. Quindi il danno al prezzo di Ethereum potrebbe essere limitato, evitando che la crypto scenda al di sotto della soglia dei 1.000 dollari.

Crypto alternative a Ethereum

La possibilità che ETH scenda ulteriormente rimane ancora elevata, e quindi può sembrare una cattiva idea investire nelle criptovaluta prima che si concluda la vicenda dell'hack di FTX. 

Se state cercando dei guadagni a breve termine, le crypto in prevendita sono un buon punto di partenza. Nel 2022 alcune di queste crypto sono salite fino al 1.800% appena sono state quotate sugli exchange, una volta conclusa la loro prevendita.

Abbiamo tre proposte interessanti per voi, attualmente in fase di prevendita. Ciascuna di essa presenta fondamentali molto solidi che aumentano la possibilità di registrare enormi rendimenti.

Dash 2 Trade

Dash 2 Trade è una piattaforma di trading intelligente, basata su Ethereum. Il progetto fornisce analisi in tempo reale e dati social ai trader, consentendogli di prendere decisioni più efficaci. Il lancio è previsto per il primo trimestre del 2023 e ha già raccolto oltre 6,5 milioni di dollari, oltre ad aver confermato la  quotazione su LBank e BitMart.

Vai alla presale di Dash 2 Trade

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Calvaria (RIA)

Calvaria (RIA) è un nuovo gioco che ruota attorno alla raccolta e al trading di carte basate su NFT, che possono essere utilizzate per competere con altri giocatori e guadagnare ricompense. L'aspetto che lo distingue dagli altri giochi basati sulla blockchain è che gli utenti potranno giocare senza dover possedere alcuna crypto, e questo potrebbe renderlo maggiormente accessibile anche ai giocatori occasionali.

Il token nativo RIA sarà utilizzato per l'acquisto di oggetti di gioco e per lo staking, conferendogli un forte caso d'uso all'interno del suo ecosistema. La prevendita del token ha raccolto poco più di 1,8 milioni di dollari ed è attualmente nella quarta fase, durante la quale è possibile ottenere 40 RIA per 1 USDT.

Vai alla presale di Calvaria

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

RobotEra (TARO)


RobotEra (TARO) è un'altra piattaforma basata su Ethereum e si tratta di un metaverso che ricorda quello Sandbox, in cui i giocatori possono vestire i panni di robot e partecipare alla creazione del suo mondo virtuale. La sua versione alfa verrà lanciata entro il primo trimestre del 2023 e il suo ecosistema consentirà agli utenti di creare i propri terreni, edifici e altri oggetti di gioco basati su NFT.

Attualmente 1 TARO viene venduto a 0,020 USDT e può essere acquistato sia con USDT che con ETH. A breve inizierà la seconda fase della prevendita e il prezzo salirà fino a 0,025 dollari.

Vai alla prevendita di RobotEra

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Segui Cryptonews Italia sui canali Social