02 ott 2021 · 7 min read

Gli NFT stanno cambiando il settore cinematografico

NFT
Fonte: Adobe/Anna
  • "Gli NFT portano una proposta di valore significativa come fonte alternativa di ricavi e coinvolgimento del pubblico nativo digitale".
  • "Ogni grande azienda di produzione sta valutando l'utilizzo di NFT".
  • Gli NFT potrebbero concedere il diritto di votare su come si svolgerà la prossima stagione di uno show televisivo o l'accesso a contenuti speciali che possono essere visti solo dai titolari di NFT.

I token non fungibili (NFT) hanno già iniziato a conquistare l'industria musicale e adesso si stanno rivolgendo al settore cinematografico e televisivo. Caso in questione: la serie animata "Stoner Cats" ha raccolto 8,4 milioni di dollari alla fine di luglio in una vendita di NFT (che garantisce ai titolari il diritto esclusivo di guardare gli episodi), che si è esaurita in soli 35 minuti.

Questo è solo l'inizio, dal momento che gli operatori del settore, parlando con Cryptonews.com, affermano che un numero crescente di studi cinematografici e televisivi sta iniziando a esaminare gli NFT. In effetti, la società di produzione globale Enderby Entertainment ha collaborato con CurrencyWorks a giugno per formare VUELE, la prima piattaforma di visualizzazione e distribuzione di lungometraggi NFT.

Per molti nel settore delle criptovalute e dei film per la TV, gli NFT potrebbero non solo fornire una nuova e redditizia fonte di merce, ma potrebbero anche aiutare a plasmare questo settore in modi nuovi. Ciò includerà la possibilità, tra le altre cose, di consentire alle società di produzione indipendenti più piccole di ottenere finanziamenti, nonché di utilizzare potenzialmente gli NFT per consentire agli spettatori di votare sugli sviluppi della trama.

"Gli NFT portano una proposta di valore significativa"

Alex Salnikov, co-fondatore e Head of Product su Rarible.com, ha affermato che "come con qualsiasi settore creativo, che si tratti di film, fotografia o musica, gli NFT portano una proposta di valore significativa come fonte alternativa di ricavi e coinvolgimento del pubblico nativo digitale".

Pur riconoscendo che il settore NFT è ancora agli inizi, Salnikov afferma tuttavia che abbiamo iniziato a vedere maggiori aziende del settore tradizionale, tra cui il cinema e la televisione, sperimentare gli NFT, nel processo che li convalida come componente aziendale.

Ricorda che, proprio quest'anno, il primo film nominato all'Oscar è uscito come NFT, mentre giganti dei media come Fox hanno iniziato a esplorare opportunità di investimento e di sviluppo all'interno del settore.

"Tutte queste azioni hanno un effetto domino: influenzano altri importanti attori del settore a provare gli NFT, mentre artisti e creatori emergenti sono ancora più ispirati a esplorare questo nuovo entusiasmante mezzo", ha detto a Cryptonews.com.

Salnivok osserva inoltre che lo stesso Rarible ha ospitato una vendita NFT del pluripremiato regista Michael Beets, organizzata per raccogliere fondi per il primo documentario girato dal vivo da rifugiati di tutto il mondo. Questi possono essere solo passi iniziali, ma secondo alcuni dati all'interno del settore NFT, segnalano un imminente cambiamento diffuso all'interno del mondo televisivo e cinematografico.

Wes Levitt, Head of Strategy presso Theta Labs, la società dietro Theta Network (THETA), una rete di streaming video basata su blockchain, ha affermato che “ogni grande azienda di produzione sta valutando l'utilizzo di NFT per stimolare il coinvolgimento dei fan e trovare nuove linee di guadagno. Gli accordi di licenza per i film sono complessi, quindi ci è voluto del tempo per elaborare i modi corretti per l'implementazione, ma ci aspettiamo che una volta risolti gli NFT diventino una parte importante dell'esperienza dei fan per i film".

Il CEO e fondatore di Mintable Zach Burks conferma questo quadro di crescente interesse per gli NFT all'interno dell'industria cinematografica e televisiva, suggerendo che la maggior parte sarà coinvolta in un modo o nell'altro.

Inoltre ha detto a Cryptonews.com: “penso che abbiamo già visto studi televisivi e società di produzione immergersi a capofitto negli NFT. Dalla CNN alla Fox, agli studi indipendenti, c'è già molta attività nel settore". 

Burks prende Stoner Cats come un esempio di come potrebbero diventare popolari gli spettacoli basati su NFT o associati, dato che ha avuto molto successo. In effetti, lo spettacolo - che vede protagonisti come Ashton Kutcher, Chris Rock e Jane Fonda - ha già pubblicato il suo primo episodio, con altri in arrivo.

Gli NFT favoriscono un contatto più stretto con il pubblico

Come menzionato sopra, i potenziali spettatori devono acquistare Stoner Cat NFT per accedere agli episodi, con ogni NFT che costa 0,35 ETH (oltre 1.000 USD al momento della scrittura). Un prezzo così alto suggerisce che gli NFT potrebbero diventare davvero molto redditizi per le società televisive e cinematografiche.

"Il primo e più semplice caso d'uso è quello che la maggior parte delle persone vede: oggetti da collezione digitali come scene iconiche di film, NFT che rappresentano personaggi famosi o oggetti di film e altri esempi passivi", ha affermato Wes Levitt.

Tuttavia, al di là di questo ovvio caso d'uso, la maggior parte delle figure all'interno delle criptovalute e del sottosettore NFT si aspettano che nel tempo emergano scopi più interessanti. Per Cameron Chell, presidente esecutivo di CurrencyWorks e co-responsabile di VUELE,  gli NFT daranno alle società di produzione un maggiore controllo sul finanziamento del loro lavoro, portandole a un contatto più stretto con il loro pubblico.

Inoltre ha detto a Cryptonews.com che “la nostra piattaforma consente a un'azienda di produzione di promuoversi. Possono decidere quanti NFT del loro film vogliono distribuire e se vogliono confezionarlo con contenuti esclusivi come opere d'arte o filmati dietro le quinte".

Chell rivela anche che, con VUELE, i registi possono anche avere il pieno controllo sul prezzo e sui tempi di drop degli NFT. Inoltre, è probabile che diventino un utile strumento di marketing, consentendo alle società di produzione di "rimanere aggiornate sui desideri del loro pubblico di destinazione".

Tuttavia, oltre a fornire nuove entrate e flussi di finanziamento, alcuni osservatori sospettano che gli NFT si tradurranno in nuovi formati ed esperienze emergenti all'interno dell'industria televisiva e cinematografica.

“I casi d'uso davvero entusiasmanti sono ancora agli inizi; pensa agli NFT che concedono il diritto di votare su come si svolgerà la prossima stagione di uno show televisivo o l'accesso a contenuti speciali che possono essere visti solo dai possessori degli NFT. Questo prossimo livello di coinvolgimento dei fan sarà nel momento in cui si vedrà davvero la domanda di NFT salire alle stelle e cambierà il modo in cui i fan interagiscono con la loro IP preferita", ha affermato Wes Levitt.

Allo stesso modo, Alex Salnikov prevede anche che gli usi  degli NFT all'interno di Hollywood si evolveranno nel tempo.

Inoltre ha detto: “Nel breve termine, mi aspetto che maggiori programmi TV e film inizino a sfruttare gli NFT per distribuire contenuti digitali unici – relativi a ciascun rispettivo film e spettacolo – e sperimentare add-on come esperienze, beni fisici e contenuti esclusivi. Più avanti, potremmo vedere cose come le proiezioni TV nei metaversi, NFT che cambiano man mano che la serie si evolve, votazione on-chain per il futuro dei personaggi".

Per Zack Burks, gli NFT diventeranno più di un semplice add-on o complemento per la TV e il cinema, fino a diventare qualcosa che fa progredire o evolve la produzione degli studi di produzione.

Inoltre ha detto che “gli NFT hanno molto senso quando si tratta di TV e film. Un momento molto interessante che sto cercando è quando uno studio usa gli NFT in un modo relativo all'IP [proprietà intellettuale] della produzione -- sarà emozionante!”.

Cameron Chell di VUELE afferma anche che gli NFT diventeranno un nuovo modo evolutivo di distribuire e godersi i film, non ultimo perché incentivano il possesso di media digitali, dopo che anni di streaming hanno svalutato tali media. Ad esempio, invece di rivolgersi solo a un distributore tradizionale o a un servizio di streaming, VUELE consente agli studi o ai distributori di rivolgersi direttamente ai fan con oggetti da collezione digitali sviluppati da CurrencyWorks.

"Gli NFT stanno fornendo ai creatori nuovi modi per creare relazioni più profonde e significative con i loro sostenitori", ha concluso Chell.

____

 

Seguici sui nostri canali social:

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 ________

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN
 

____


Per saperne di più:
- Perché quando acquisti un NFT non lo possiedi completamente?
- Le migliori strategie di trading NFT di Arthur Hayes

- Il progetto d'arte NFT di Damien Hirst: cosa scopriremo alla fine
- Gli NFT vendono per milioni, ma come si distingue un diamante vero da uno falso?

- Perché gli NFT non servono solo per oggetti d'arte e da collezione
- Considera queste domande legali prima di spendere milioni in NFT