Home In EsclusivaIn Primo Piano

La tokenizzazione diventa personale con nuove opportunità e vecchi pericoli

Di Simon Chandler
  • I token personali sono un mezzo per assegnare valore alla tua reputazione.
  • Esistono due categorie principali: vendere il tuo tempo o vendere il tuo futuro.
  • Il problema maggiore sorgerebbe dal fatto che l'emittente non onori un riscatto simbolico per i c
La tokenizzazione diventa personale con nuove opportunità e vecchi pericoli 101
Fonte: Adobe/vegefox.com

I token personali sono qui. Sì, è vero: ora puoi tokenizzare te stesso, mettendo un token su una blockchain che assegna un valore alla tua reputazione personale.

Negli ultimi mesi, i token personali sono diventati più visibili. Pur rimanendo ancora un settore di nicchia all'interno delle criptovalute, alcune persone utilizzano token personali per prendere in prestito efficacemente a fronte del proprio futuro.

E nonostante rimanga una parte abbastanza controversa dell'ecosistema crittografico, le figure all'interno del settore ritengono che i token personali possano effettivamente avere un futuro a più lungo termine. Se hanno ragione, in futuro tutti, dai liberi professionisti agli imprenditori, potrebbero finire per usare i token personali come un modo per ottenere finanziamenti per se stessi.

Vendere il tuo tempo o il tuo futuro

In termini astratti, i token personali sono rappresentazioni tokenizzate di individui. Per la maggior parte, vengono emessi su blockchain Ethereum (ETH), ma anche su Stellar (XLM).

Come spiegato a Cryptonews.com da Cooper Turley di DeFi Rate , i token personali sono essenzialmente un tentativo di monetizzare la reputazione e la redditività professionale di un individuo.

"I token personali sono un mezzo per assegnare valore alla tua reputazione", afferma.

“Sono un modo per prendere in prestito il tuo futuro scambiando valore oggi per il lavoro da svolgere domani. I token personali sono altamente basati sulla fiducia e sono un modo per gli emittenti di interagire con un pubblico più ampio. "

Turley aggiunge che i token personali sono affermazioni sulle competenze specialistiche di un determinato individuo, cosa che è stata evidenziata abbastanza visibilmente ad aprile, quando l'artista di Parigi Ben Elliot ha annunciato che stava lanciando il proprio token personale sulla blockchain Stellar. Fondamentalmente, il token gli avrebbe concesso finanziamenti nel presente, garantendo allo stesso tempo ai titolari di token il diritto a una quota sul valore futuro delle sue opere d'arte.

L'imprenditore Alex Masmej ha fornito un altro esempio di spicco di un token personale in aprile, quando ha lanciato il token ALEX che avrebbe finanziato una startup che sarà presto lanciata. Tuttavia, dice a Cryptonews.com che esiste più di un tipo di token personale.

"Esistono due categorie principali", afferma. "(1) vendere il tuo tempo o (2) vendere il tuo futuro."

La prima categoria riguarda i servizi di libero professionista, "specialmente se la persona ha una forte abilità richiesta", afferma Masmej. Il secondo è fondamentalmente una nuova forma di "accordo di ripartizione del reddito, soprattutto se la persona ha una comunità che si sostiene da sola, e quindi potrebbe monetizzare il potenziale percepito. Questo è quello che ho fatto di recente. "

Come aggiunge Masmej, entrambi i tipi di token servono a fornire fondi in anticipo, al fine di accelerare la crescita della carriera.

In effetti, Masmej aggiunge una terza, più marginale, varietà di token personali a questo elenco.

Si tratterebbe di una sorta di "token di raccomandazione", che servirebbe come "modo per ricevere una raccomandazione da qualcuno. Per esempio,“ Vitalik Buterin” potrebbe distribuire un token "Great Developer by Vitalik Buterin" a colleghi di fiducia."

Una possibilità di apertura

La domanda è: i token personali avranno successo? Quanto successo?

"È probabile che queste raccolte saranno un argomento caldo e di successo a breve termine", afferma Cooper Turley.

"Credo che siano più efficaci per gli individui ad alta crescita che raccolgono piccole quantità di capitale (a 5 cifre o meno) in gran parte a causa della natura sperimentale sostenuta dai tipi di personalità che possono eccitare le persone 'condividendo il loro potenziale futuro'."

In parole povere, a Turley piace vedere le offerte di token personali come Kickstarters orientati a contributi in conto capitale molto piccoli. In altre parole, è probabile che abbiano successo almeno quanto il crowdfunding.

"Credo che ci sia (e ci sarà sempre) una forte domanda di investimenti in un soggetto privato, soprattutto se hanno una comprovata esperienza di successo e una forte reputazione", aggiunge. "Se non altro, la curiosità di esplorare l'aspetto di questi tipi di veicoli è sufficiente per attirare chi è alla ricerca di qualcosa di nuovo in cui immergersi."

Forse non sorprende che Alex Masmej sia d'accordo.

"Le persone ambiziose hanno ricevuto sovvenzioni o somme di denaro all'inizio della loro vita per il semplice fatto di avere un enorme potenziale", dice. "Si tratta di aprire questa possibilità al mondo."

Masmej ammette che non tutti si tokeneranno per raccogliere fondi, ma ci sarà sicuramente un appetito tra investitori e privati, anche se rimarrà piccolo rispetto agli investimenti tradizionali.

Truffe e titoli

Certo, mentre può esserci una domanda reale - benché limitata - di investimenti personali in forma tokenizzata, non ci sono pericoli?

"I maggiori problemi sorgerebbero dal fatto che l'emittente non rispetti un riscatto di token personale per i suoi casi d'uso suggeriti (tempo, consigli, approfondimenti, ecc.)", Afferma Cooper Turley. "Tuttavia, questo comprometterebbe drasticamente la loro reputazione, nel qual caso trovo altamente improbabile che qualsiasi emittente sacrifichi il proprio potenziale di carriera futura per gli importi di capitale che vengono raccolti oggi".

Allo stesso modo, c'è l'ovvia questione se i token personali siano effettivamente titoli e quindi richiedano la registrazione presso i regolatori finanziari competenti.

"Non tutti i token personali sono uguali", afferma Turley. "Proprio come abbiamo visto con le offerte iniziali di monete, ci sono alcuni token che sono chiaramente titoli e altri che non lo sono."

A difesa di questa opinione, Turley osserva che alcuni token personali non si qualificheranno come securities ai sensi del test Howey negli Stati Uniti. Cioè, alcuni non comportano investimenti reali di denaro, che gli individui generalmente non sono "imprese comuni" e che i profitti potrebbero non provenire dallo sforzo di un promotore o di terzi.

Se fosse vero, i token personali potrebbero avere una vita lunga, seppur modesta, davanti a loro. In caso contrario, la necessità di registrare un token come security potrebbe uccidere molti token personali prima ancora che nascano.
____

Ulteriori informazioni:
Davos Experts Say Regulation Is the Key to Unlocking Tokenization
Financial Giant Fidelity Pilots Tokenized Employee Rewards Initiative
This NBA Star Might Have a Multi-Million Crypto Plan
Goldman Sachs Believes in Tokenization, May Follow JPMorgan - CEO
Is Tokenization Threatening to Make the World Too Complex?

Più Articoli