23 agosto 2020 · 4 min read

Trader che ha guadagnato 11 milioni di dollari condivide tecniche di trading

Un trader di bitcoin (BTC) ha condiviso la storia di come ha guadagnato oltre 11 milioni di dollari e ha offerto alcuni consigli tecnici per i trader principianti.

Fonte: Adobe/petunyia

Il trader ha raccontato la sua storia in un'intervista con bitFlyer Japan, una piattaforma di trading, che lo ha descritto come uno dei "più famosi" "trader di primo piano che pubblicano attivamente informazioni", secondo un comunicato inviato via email.

L'uomo, noto come Mr. European, ha iniziato a investire nel 2011 durante i suoi giorni universitari. A quel tempo, ha usato il suo stipendio di lavoro part-time per pagare gli investimenti in azioni giapponesi e forex (mercato dei cambi).

Tuttavia, anche la tempistica di questi primi investimenti è stata significativa. Come ha detto Mr. European, questo è stato più o meno il periodo del grande terremoto del Giappone orientale, il Nikkei la media era bassa e il tasso di cambio era di circa 80 JPY/USD.

Mr. European ha detto,

"Era quasi redditizio. Grazie al mercato di allora, ho avuto un buon inizio. Una volta iniziata la mia carriera, avevo più soldi e volevo fare più investimenti."

Tre anni dopo, nel 2014, ha fatto il suo salto nelle cripto. Gli furono presentate e comprò alcuni bitcoin (BTC) quando costava circa 265 USD per moneta.

Nel 2015 ha iniziato a utilizzare bitFlyer e questo è stato il momento in cui ha deciso di investire circa 50.000 dollari nella criptovaluta numero uno al mondo.

Il 2016 ha visto il prezzo vicino a 1.000 USD, mentre alla fine del 2017 aveva raggiunto i 20.000 USD.

Ha dichiarato:

"Non l'ho venduto ogni volta, quindi non conosco davvero l'importo massimo potenziale dei miei beni. Tuttavia, ho venduto alla fine della bolla nel 2017. Ho pagato circa 500 milioni di JPY (circa 4,7 milioni di dollari) in tasse e ho ricevuto circa 600 milioni di JPY (circa 5,6 milioni di dollari) in contanti. Quindi, potresti dire che avevo almeno 1,2 miliardi di yen (circa 11,25 milioni di dollari) di profitto."

Per quanto riguarda le sue tecniche di crypto trading, ha affermato di concentrarsi su tre indicatori soprattutto quando guarda i prezzi di mercato:

  1. Il grafico Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), compilato dal trust di investimento bitcoin con sede negli Stati Uniti Grayscale : consente agli investitori di osservare da vicino le tendenze del volume degli scambi. GBTC ha un premio (tasso di divergenza), che rende GBTC più costoso del bitcoin effettivo e, sebbene i regolamenti impediscano l'acquisto di BTC effettivi, se gli investitori istituzionali acquistano GBTC, si possono osservare forti tendenze. Mr European ha dichiarato: "Tuttavia, devi considerare la tua posizione quando il premio è troppo alto. È in quel momento che guardi GBTC".
  2. La linea di movimento medio di 200 giorni: un concetto che ha avuto origine dalle azioni ed è utilizzato da molti trader in tutto il mondo - la linea prende il nome dal fatto che 200 giorni è approssimativamente il numero di giorni in un anno in cui è possibile fare trading su un mercato tradizionale. Tuttavia, poiché la crittografia si sposta durante l'intero anno, forse una linea di 365 giorni sarebbe migliore.
  3. L'Hashrate, la potenza di calcolo di una rete: se un trader considera dove il mining diventa redditizio, può utilizzare gli hashrate correnti per vedere se sta guadagnando profitti o subendo perdite.

Riguardo le buone tecniche per principianti, Mr.European ha spiegato:

"Intendi un metodo che utilizza tassi di finanziamento estero che chiunque può utilizzare e ottenere buoni risultati? Penso che questa sia ancora una categoria semplice. Puoi avere un'idea di quando si stia surriscaldando guardando i tassi di finanziamento di scambi di derivati stranieri. Quando è ipercomprato o ipervenduto, fai il contrario. "

Nel frattempo, Mr European è preoccupato che i recenti movimenti dei prezzi dei bitcoin siano troppo lenti. Ma dice anche che i prezzi di BTC stanno diventando più chiaramente correlati alle azioni.

Ha aggiunto:

"Bitcoin potrebbe essere stato inserito in portafogli di fondi di grandi dimensioni con altri asset come azioni ed altro. Quando un'azione viene venduta, il valore dell'azione nel portafoglio diminuisce e il valore del bitcoin cambia relativamente, e viceversa. Se ci fossero molti ribilanciamenti di fondi di questo tipo, anche i cali delle azioni potrebbero vedere un calo di bitcoin."

Infine, anche la principale criptovaluta del mondo non è stata in grado di sfuggire agli effetti della pandemia COVID-19. "Il bitcoin non è particolarmente compatibile con una pandemia, ma il prezzo di altre attività finanziarie sta diminuendo, quindi alcuni potrebbero sceglierlo come strada per gli investimenti", ha affermato European.

Ha aggiunto che, tuttavia, "sembra che le persone che non hanno mai mostrato interesse per i criptoasset stiano iniziando a cambiare opinione".

Inoltre, mentre le valute digitali della banca centrale (CBDC) non sono criptovalute, ha detto, queste potrebbero servire come "vento favorevole per bitcoin una volta che le persone si sentiranno a proprio agio con le valute digitali. Dubito che la digitalizzazione verrà annullata. Non torneremo alle valute analogiche".

____

Ulteriori informazioni:
These Two Institutional Investors Allocated At Least 1% To Bitcoin
Crypto Insider Traders Run Free, Hurting Unregulated Market