Home In EsclusivaSondaggio

Chi nelle cripto potrebbe uscirne come vincitore dopo la crisi COVID-19?

Di Alex Lielacher
Chi nelle cripto potrebbe uscirne come vincitore dopo la crisi COVID-19? 101
Fonte: Adobe/Ridvan

La pandemia COVID-19 ora ha una presa salda sul mondo. Secondo i numeri ufficiali, quasi 2,6 milioni di persone sono state infettate a livello globale e quasi 180.000 sono morte. Oltre all'impatto sulla salute pubblica e sul sistema sanitario, l'economia globale sta iniziando a fermarsi a seguito di misure statali per contenere la diffusione del virus. Il Fondo Monetario Internazionale ha stimato che la recessione nel 2020 sarà peggiore di quella del 2009.

Il romanzo coronavirus colpisce tutti in una forma o nell'altra. L'industria delle criptovalute non fa eccezione. Una volta che la normalità relativa tornerà, ci saranno vincitori e perdenti che usciranno dalla crisi.

Chi potrebbero essere i potenziali vincitori e vinti nel mercato delle criptovalute?

I vincitori

Bitcoin

Per molti Bitcoiners è difficile immaginare che Bitcoin (BTC) non ne esca più forte che mai. Mentre la principale valuta digitale del mondo potrebbe non aver agito come un rifugio sicuro contro un crollo del mercato azionario, come alcuni esperti hanno propagandato, si ritiene sia ancora un rifugio sicuro contro il tracollo economico.

Inoltre, al dimezzamento di Bitcoin mancano solo poche settimane e il prezzo del bitcoin è sempre salito nei 12-18 mesi successivi all'halving. Non significa che lo sarà anche questa volta. In entrambi i casi, coloro che sono rialzisti e hanno ancora del capitale da distribuire in risorse digitali molto probabilmente lo collocheranno in BTC rispetto alle altcoin.

Attività bitcoin

Le aziende che si occupano principalmente di bitcoin - in particolare l'acquisto e la vendita di bitcoin - potrebbero anche emergere vincenti.

Il recente calo del prezzo del bitcoin e il successivo recupero hanno generato un picco nei volumi di negoziazione mentre i tori e gli orsi stanno combattendo su dove andrà BTC. Sebbene ciò non significhi che tutti gli exchange usciranno incolumi dalla crisi, quelli che si sono posizionati come gateway da fiat a bitcoin nella loro regione potrebbero fare bene.

Società ben finanziate

Le startup blockchain che hanno recentemente raccolto capitali o hanno tenuto contanti dal loro ultimo rilancio dovrebbero essere in grado di emergere come vincitori della crisi. Molte aziende stanno entrando in modalità di sopravvivenza ora e avere denaro a portata di mano renderà tutto molto più semplice.

Semmai, le società che sopravvivranno alla crisi e che disporranno di liquidità da distribuire diventeranno ancora più forti dopo la crisi. Saranno in grado di acquistare concorrenti, aumentare le loro attività di vendita e marketing e guadagnare una fetta importante della torta.

Losers

Altcoin di piccola/media capitalizzazione

Il mercato delle criptovalute ha sofferto in linea con le azioni e altre attività rischiose da quando è diventato chiaro che il nuovo coronavirus influenzerà il mondo intero. Mentre bitcoin e una manciata di asset leader sono stati in grado di recuperare alcune delle perdite, il recente crollo del mercato non è di buon auspicio per i progetti più piccoli che si affidano in gran parte alla vendita del token per finanziare il loro sviluppo.

Durante il mercato rialzista nel 2017, i prezzi anche delle monete più piccole e oscure sono saliti alle stelle e i progetti hanno avuto un ampio capitale da distribuire a fini di sviluppo e marketing. Con molte altcoin scambiate del 70-90% al di sotto dei massimi storici di gennaio 2018, il quadro oggi è molto diverso.

Mentre molti investitor stimano che bitcoin avrà un forte rialzo dopo l'halving, lo stesso non si può dire per le attività digitali di piccola e media capitalizzazione che hanno lasciato gli investitori cripto a leccarsi le ferite negli ultimi due anni. Molti piccoli progetti faranno fatica a sopravvivere alla crisi poiché i loro token hanno nuovamente perso valore, lasciandoli con meno capitale da distribuire.

Inoltre, gli investitori sposteranno i loro fondi verso "scommesse più sicure" e saranno meno inclini a mettere i loro soldi in oscure altcoin.

Startup di lotta

Simile ai piccoli progetti di altcoin, le startup crittografiche che hanno lottato soffriranno durante la crisi. Una manciata di società di criptovalute e blockchain hanno già chiuso dall'inizio dell'anno. A seguito della crisi COIVD-19 ne seguiranno altre.

In effetti, qualsiasi azienda che stia esaurendo la liquidità o che stia lottando per generare entrate rischia di chiudere i battenti. Lavorare in remoto è standard per una grande percentuale di società crittografiche, quindi le operazioni non sono necessariamente influenzate. La conclusione di accordi per generare entrate, tuttavia, è diventata più difficile ora che "tutti" si aggrappano ai contanti per sopravvivere alla crisi.

I piccoli exchange e le piattaforme di trading saranno probabilmente i primi ad essere colpiti se non generano entrate sufficienti nelle commissioni di negoziazione per coprire le loro spese. Anche le startup che vendono soluzioni enterprise blockchain potrebbero avvertire il pizzico.

Traders al dettaglio inesperti

Chiunque stia provando a valutare il mercato ora o a fare trading giornaliero grazie all'attuale volatilità è pronto per un passaggio. I traders al dettaglio inesperti che puntano sulla criptovaluta con leva sono pronti a uscire come perdenti.

Altrettanto allettante come l'attuale volatilità potrebbe essere quella di fare un giro veloce comprando basso e vendendo alto, è molto più facile dirlo che farlo. Soprattutto se si utilizza il margine.

Per gli operatori esperti che mettono in atto adeguate misure di gestione dei rischi, l'attuale contesto di mercato offre molte opportunità. Ma per i principianti che non hanno mai negoziato un mercato così instabile, probabilmente finirà male.
_______

Sopravvivi per prosperare

Per la maggior parte delle aziende, la chiave ora è sopravvivere all'attuale crisi e uscirne il più indenne possibile. Lo stesso si può dire per gli individui.

Coloro che sono in grado di superare la crisi senza andare in bancarotta o finanziarsi con una notevole quantità di debito dovrebbero trovarsi in una buona posizione una volta che il mondo sarà tornato alla relativa normalità. Fino ad allora, la maggior parte di noi sarà in modalità sopravvivenza.
__

Ulteriori informazioni:
This Crisis Is Good For Bitcoin, But Beware of Recession - Luno CEO
10 Crypto Minds Weigh in On Post-Crash Bitcoin and Its Future

Più Articoli