09 ago 2021 · 5 min read

Perché Square ha pagato 29 miliardi di dollari per Afterpay?

Lien Duong, docente senior di Contabilità Scolastica, economia e finanza, Curtin University, Sonny Pham, docente senior di informatica, Curtin University.

Square acquista Afterpay

Jack Dorsey. Fonte: un video screenshot

___

I 39 miliardi di AUD (29 miliardi di dollari) che Square, società di pagamenti digitali del fondatore di Twitter, Jack Dorsey, sta pagando per acquisire la società australiana di pagamenti Upstart Afterpay, è il più grande accordo di acquisizione nella storia aziendale australiana.

Supera i 32 miliardi di AUD che il gigante europeo degli immobili commerciali Unibail-Rodamco ha accettato di pagare per la Westfield Corporation di Frank Lowy nel 2017.

L'accordo segna un viaggio di straordinario successo per Afterpay, una società fondata nel 2014 e quotata alla Borsa australiana nel Maggio 2016 a $ 1 per azione.

Alla fine della scorsa settimana, prima dell'annuncio di questo accordo, il prezzo delle sue azioni era di 96,66 AUD, con una capitalizzazione di mercato di circa 27,5 miliardi di AUD.

Square, che alla fine della scorsa settimana aveva una capitalizzazione di mercato di circa 123 miliardi di dollari, potrebbe pagare l'1% della sua offerta di acquisto in contanti, ma il resto sarà in stock, dando agli azionisti di Afterpay 0,375 azioni di Square per ogni azione ordinaria di Afterpay.

Lo scambio di azioni significa che il prezzo implicito che Square sta pagando per l'azione Scalapay è di circa AUD 126,21, un premio di circa il 30,6% rispetto al prezzo di chiusura di venerdì scorso.

Perché così prezioso?

Questo ha a che fare con la redditività del mercato "Buy Now Pay Later" - acquista ora paga dopo (BNPL), in cui Afterpay è stato un pioniere. Il mercato è diventato ancora più redditizio a causa della pandemia di COVID-19, che ha accelerato l'uso dei pagamenti online e senza contanti, oltre a lasciare più persone a corto di denaro.

Come funziona Afterpay

Le società BNPL sono così chiamate perché lavorano in modo diverso dalle tradizionali società di credito. Il motivo per cui sono emersi per primi in Australia può essere attribuito sia "all'inventiva dei settori della vendita al dettaglio e della finanza australiani", sia a una stranezza nelle leggi australiane sulla regolamentazione del credito.

Ai sensi del National Consumer Credit Protection Act Australiano, il credito è definito (in linea con la definizione del dizionario) come un metodo di pagamento di beni con il fornitore di credito che realizza il proprio profitto attraverso l'addebito di interessi.

Afterpay non addebita gli interessi dei consumatori. La maggior parte delle sue entrate proviene invece dalle commissioni del commerciante, addebitando una commissione del 4%-6% sul valore della transazione più 30 centesimi per ogni acquisto. Il resto delle sue entrate deriva dall'addebito di commissioni in ritardo quando i clienti non effettuano i rimborsi in tempo.

Il piano di rimborso standard di Afterpay è di quattro rate uguali ogni quindici giorni per due mesi. Un mancato pagamento comporta una penale iniziale di $10. Se hai ancora un saldo dovuto dopo una settimana, ti verranno addebitati ulteriori $7.

Come funziona afterpay

Afterpay ha reso molto facile acquistare ora e pagare dopo. Addebita ai commercianti una commissione sulla transazione e commissioni di ritardo se i clienti mancano i pagamenti programmati. Sam Bianchini/Shutterstock

Si potrebbe sostenere che queste tasse in ritardo sono l'equivalente di addebitare interessi – e un pagamento di interessi pesanti. Una commissione di $10 in ritardo su un debito di $150 si traduce in un addebito di interessi effettivi del 6,67% per quindici giorni.

Ma poiché non addebitano esplicitamente gli interessi, Afterpay e altre società BNPL non sono coperte dalle leggi sul credito.

Ciò ha portato a preoccupazioni per i fornitori di BNPL che traggono profitto a spese dei consumatori finanziariamente più vulnerabili. Nel 2018 la Australian Securities and Investments Commission ha chiesto una riforma per colmare la scappatoia legale. Voleva che i fornitori di BNPL operassero secondo le stesse regole dei fornitori di credito, compresi gli stessi obblighi di prestito responsabili per eseguire un controllo del credito e verificare che i clienti potessero permettersi di contrarre il debito.

Tuttavia, questo non è accaduto. L'anno scorso un'inchiesta del Senato ha deciso che non era necessaria alcuna regolamentazione, approvando invece l'autoregolamentazione. Afterpay e i suoi rivali hanno firmato un codice di condotta volontario all'inizio di quest'anno.

Leggi di più: What's the difference between credit and debt? How Afterpay and other 'BNPL' providers skirt consumer laws 

Profitti in forte espansione

Nonostante queste preoccupazioni, la facilità della tecnologia di Afterpay lo ha reso un modo molto conveniente per acquistare cose. Il suo logo sta diventando onnipresente. Nel corso dell'anno, fino al 30 Giugno, il numero di commercianti che lo offrono come opzione di pagamento è aumentato del 77% a 98.200 e il numero di clienti del 63% a 16 milioni.

Nei primi sei mesi del 2021, l'utile lordo di Afterpay è stato di 284 milioni di dollari, circa il 150% in più rispetto ai 113 milioni di dollari registrati nei sei mesi precedenti la pandemia di COVID-19 (Luglio-Dicembre 2019).

Con il mercato BNPL che si sta rivelando così redditizio, le società di carte di credito, le banche e le società tecnologiche hanno cercato di entrare. Visa ha annunciato i suoi piani BNPL a luglio 2019 e solo ora sta distribuendo la sua tecnologia ai commercianti. Anche la Commonwealth Bank of Australia è in procinto di stabilire la sua offerta "StepPay". Paypal ha lanciato il suo servizio "Pay in 4" il mese scorso. Anche Apple il mese scorso ha annunciato i propri piani.

Leggi di più: How to know if your online shopping habit is a problem — and what to do if it is 

Square, co-fondata da Dorsey e Jim McKelvey nel 2009, ha scelto la strada più semplice acquistando il pioniere del mercato.

Il consiglio di amministrazione di Afterpay ha raccomandato all'unanimità agli azionisti di accettare l'offerta. Sia gli azionisti di Afterpay che quelli di Square devono ancora approvare l'accordo. Così fa anche il tesoriere Josh Frydenberg, ai sensi delle leggi australiane sugli investimenti esteri.

Ma tutto questo è probabile che sia una formalità. È un'offerta troppo buona per essere rifiutata.

Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l'articolo originale.

 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

____
Per saperne di più:
- Dorsey’s Square Strikes Afterpay USD 29B Deal, Teases Bitcoin Role
- Twitter's Bluesky Finds New Lead, Square Building the Bitcoin Wallet Team