Aave propone una nuova stablecoin

 

Aave
Fonte: AdobeStock / Zamurovic Brothers

Il protocollo di finanza decentralizzata popolare (DeFiAave (AAVE) ha proposto all'organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) l'introduzione di una stablecoin nativa, decentralizzata, completamente garantita da garanzie, ancorata a USD sulla mainnet di Ethereum (ETH), soprannominata GHO.

La proposta di Aave per la nuova stablecoin nativa

Giovedì Aave ha affermato: "Chiamiamo tutti i GHOst", annunciando di aver creato una nuova Aave Request for Comments (ARC), che è il primo passo nel processo di miglioramento della governance.

Secondo la proposta di governance,

"Con il supporto della community, GHO può essere lanciata sul protocollo Aave, consentendo agli utenti di coniare GHO rispetto i loro collaterali forniti".

Per quanto riguarda queste garanzie, GHO sarebbe supportata da "un insieme diversificato di criptovalute scelte a discrezione degli utenti". I mutuatari continuerebbero a guadagnare interessi sulla loro garanzia sottostante.

GHO verrebbe creata dagli utenti. Questi sono mutuatari e ciascuno dovrebbe fornire garanzie con un rapporto di garanzia specifico per poter coniare GHO. Quando un mutuatario ripaga una posizione in prestito o viene liquidato, il protocollo GHO brucerebbe la sua GHO. I pagamenti degli interessi accumulati verrebbero trasferiti alla tesoreria dell'AaveDAO.

GHO introdurrebbe il concetto di Facilitatori (ad esempio, un protocollo, un'entità, ecc.), che ha la capacità di generare e bruciare token GHO in modo affidabile e ciascuno dovrebbe essere approvato da Aave Governance.

Per ciascun Facilitatore, la Governance approverebbe anche "un secchio" per ciascun Facilitatore, che è il limite massimo di GHO che uno specifico Facilitatore può generare.

In definitiva, Aave Governance avrebbe tutto il potere decisionale relativo a GHO.

La proposta sosteneva che,

"Se approvato, l'introduzione di GHO renderebbe più competitivi i prestiti di stablecoin sul protocollo Aave, fornirebbe più opzioni per gli utenti di stablecoin e genererebbe entrate aggiuntive per la DAO Aave inviando il 100% dei pagamenti degli interessi sui prestiti GHO alla DAO".

L'obbiettivo della nuova stablecoin di Aave

Anche Stani Kulechov, fondatore di Aave, ha condiviso la notizia sul suo account Twitter, affermando che l'obiettivo di GHO in futuro è quello di "perseguire l'adozione organica" tramite layer 2 (L2) per risolvere opportunità di pagamento nella vita reale.

L'argomento della proposta è che le stablecoin sono salite a una "posizione centrale" nel settore crypto, guadagnando miliardi di capitalizzazione di mercato, e il loro utilizzo continuerà a crescere e fornirà un modo veloce, efficiente, senza confini e stabile per trasferire valore sulla blockchain .

All'interno della categoria stablecoin, le stablecoin decentralizzate "aggiungono trasparenza e resistenza alla censura a questo elenco di vantaggi, una parte integrante di web3".

Per DeFi Llama, il Total Value Locked (TVL) in DeFi è attualmente di 78,27 miliardi. Il dominio di MakerDAO (MKR) è del 9,9%, posizionandosi in cima alla lista come la più grande piattaforma DeFi per TVL, con 7,75 miliardi. Aave occupa il secondo posto con il TVL di 6,69 miliardi.

____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

___

Per saperne di più:
Aave and Centrifuge Launch 'Real World Assets' Market
- DeFi Unlocked: How to Earn Interest Lending Crypto using Aave

- Stani Kulechov on Aave 3.0
- DeFi is ‘Designed to Avoid This Bullshit,’ Compound Founder Says About Crypto Bailouts

-  DeFi Suffers from Too Much Centralization, What Can Be Done?
- Crypto Selloff Proves Computer Code Leads To ‘Better Outcome’ Than Human Discretion - Arthur Hayes