17 ott 2021 · 2 min read

Giappone: il caso del mining di Monero ha udienza a dicembre

Corte Suprema Giappone

Fonte: Adobe/Dennis

Un caso legale storico che coinvolge uno sviluppatore di siti musicali che ha aggiunto un widget di mining che fa mining di monero (XMR) al suo sito Web colpirà la Corte Suprema in Giappone alla fine dell'anno, con un verdetto legale.

Il caso risale alla fine del 2017, quando l'uomo con sede a Yokohama (34 anni) ha ammesso di aver utilizzato un'app sviluppata da Coinhive sui suoi siti Web che ha portato i visitatori a fare mining di monero. L'app ha distribuito il 30% delle monete estratte agli sviluppatori e il 70% all'editore del sito. La polizia nel 2018 ha affermato che l'app e altri simili erano un "virus" e ha imposto un giro di vite a livello nazionale sul software relativo al mining. L'uomo è stato punito con una multa di oltre 900 dollari, ma da allora ha combattuto contro il verdetto, prima portando il caso attraverso il sistema del tribunale distrettuale e ora alla Corte Suprema, ha riferito Nikkei.

Lo sviluppatore ha sempre affermato che la punizione non era appropriata, che l'app non era un "virus" e che "certamente non pensava" di "fare qualcosa di illegale eseguendo il programma".

Il caso è stato anche all'Alta Corte, ma l'uomo ora avrà il suo caso davanti alla Corte Suprema di Giustizia dal 9 dicembre.

Il sistema legale è stato sconcertato dal caso, poiché, ha osservato Nikkei, nel caso delle criptovalute, non esiste "nessuna istituzione pubblica che gestisca le transazioni".

Nel 2019, un giudice della corte distrettuale ha stabilito che un'app di mining "potrebbe essere vista come una fonte di fondi per mantenere e migliorare la qualità del sito", aggiungendo che potrebbe anche "avvantaggiare i visitatori" e che "non è molto diversa dalle pubblicità web". .”

Un'altra sentenza separata si è schierata dalla parte della polizia, tuttavia, sostenendo che app come queste "danneggiano la fiducia del pubblico" e sono dannose.

Ma i tanti giudizi sul caso finora sono stati "divisi sulla malizia" o meno delle azioni dello sviluppatore.

Il dollaro alla fine si fermerà alla Corte Suprema, tuttavia. L'Agenzia di polizia nazionale ha avvertito gli operatori del sito sul suo sito Web di criminalità informatica che gli agenti adotteranno "contromisure" sui siti Web che utilizzano plug-in di mining, commentando "se installi uno strumento di mining senza dirlo in anticipo ai visitatori, potresti commettere un crimine".

Ma, ha osservato Nikkei, "non ci sono stati procedimenti giudiziari relativi al mining di rilievo ultimamente" e "i funzionari di polizia sembrano osservare il caso della Corte Suprema" con vivo interesse.

Secondo i dati di Canon Marketing Japan, il numero di app software per il mining di criptovalute in uso sui siti Web è effettivamente aumentato dall'inizio dell'anno a causa dell'aumento dei prezzi delle criptovalute.

_____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN
___
Per saperne di più:
- Gli USA diventano il più grande hub di mining di Bitcoin

- More Crypto Regulation May Be on its Way in South Korea, Japan
- Bitcoin Pay: Why it’s No Longer Big in Japan