25 feb 2022 · 2 min read

Apple Pay e Google Pay: inutilizzabili con carte russe

 

Apple Pay
Fonte: Adobe/Araki Illustrations

 

La Banca centrale russa ha affermato che i clienti di cinque banche russe sanzionate non potranno utilizzare le loro carte per pagare con Apple Pay e Google Pay.

Secondo l'annuncio, le banche in questione includono banche del gruppo VTB, Sovcombank, Novikombank, Promsvyazbank e Otkritie. Le banche sono state tutte sanzionate dai governi occidentali in seguito all'attacco della Russia all'Ucraina.

L'annuncio ha aggiunto che i titolari di carte di queste banche non potranno utilizzarle al di fuori della Russia e quando fanno acquisti su piattaforme di e-commerce che sono "registrate nei paesi che supportano le sanzioni".

La banca centrale ha sottolineato che le carte e altri pagamenti delle banche sanzionate, così come di tutte le altre banche, continueranno a funzionare normalmente all'interno della Russia.

Il Wall Street Journal ha riferito che a Mosca, alcuni residenti stavano già facendo la fila agli sportelli automatici ieri per prelevare contanti, poiché crescevano i timori che sarebbero stati imposti limiti di prelievo in Russia.

La notizia potrebbe fornire un altro impulso all'adozione della criptovaluta bitcoin (BTC) sia in Russia che altrove, poiché i residenti apprendono le sue proprietà come denaro resistente alla censura.

Google e Apple non hanno ancora commentato come le sanzioni influenzeranno i loro servizi di pagamento. In un discorso di giovedì, tuttavia, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato a proposito delle banche sanzionate che "ogni asset che hanno in America sarà congelato" e che l'Occidente "limiterà la capacità della Russia di fare affari in dollari, euro, sterline e yen a far parte dell'economia globale".

Oltre agli Stati Uniti, l'Unione Europea, il Regno Unito, il Giappone e l'Australia hanno tutti affermato che applicheranno sanzioni contro la Russia, incluso il congelamento degli asset detenuti dalle istituzioni finanziarie russe.

Secondo quanto riportato da Euronews, l'UE è anche in trattative per congelare gli asset del presidente russo Vladimir Putin e del ministro degli esteri Sergei Lavrov in risposta all'invasione dell'Ucraina. Tuttavia, il congelamento di questi asset è una mossa più simbolica che effettivamente punitiva.

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Per saperne di più:
- Donazioni crypto per l'Ucraina: ecco come puoi contribuire
- Bitcoin Fundamentals vs. Fundamentals of Geopolitics - Analysts on Ukraine War
- Ukraine Invasion: What the West Needs to Do Now
- Bitcoin e la crisi ucraina
- Ukrainians Paying Tether Premiums as Some Desperate Citizens Ditch Fiat for Crypto
- Sanzioni russe: Alleati occidentali non mirano divieto SWIFT