Home NewsBitcoin News

Circa 130 account colpiti dall'hack di Twitter, l'FBI si occupa del caso

Di Fredrik Vold
Circa 130 account colpiti dall'hack di Twitter, l'FBI si occupa del caso 101
L'immagine sopra mostra alcuni dei flussi di bitcoin dopo l'hack. fonte: Elliptic

L'agenzia federale delle forze dell'ordine FBI ha assunto la guida nelle indagini di grande attacco a Twitter , che come Twitter rivela "ha interessato circa 130 account utente sui principali".

Secondo un aggiornamento dal supporto Twitter venerdì mattina (ora UTC), stanno lavorando con gli utenti interessati per riguadagnare l'accesso ai loro account, cosa che ha affermato "potrebbe richiedere ancora del tempo" in quanto vengono prese ulteriori precauzioni di sicurezza per garantire che l'accesso sia concesso solo ai legittimi proprietari degli account.

Per ora, Twitter non ha detto se alcune informazioni personali siano state compromesse durante l'attacco e nel suo ultimo aggiornamento oggi la società ha solo detto che questo aspetto è qualcosa che "continuano a valutare". Ieri hanno affermato di non avere prove del fatto che gli aggressori abbiano avuto accesso alle password: "Attualmente, non riteniamo che sia necessario reimpostare la password".

Nel frattempo, ieri, Reuters ha riferito che l'FBI sta conducendo l'inchiesta sull'hacking. Inoltre, il Governatore di New York Andrew Cuomo ha anche affermato che il Dipartimento dei servizi finanziari di New York indagherà sull'attacco, ha segnalato The Wall Street Journal.

A seguito dell'attacco, è stato anche inviato un avvertimento dal network per l'applicazione dei crimini finanziari del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti , che chiede agli exchange di criptovalute e ad altri istituti finanziari con conoscenza della questione di denunciare qualsiasi attività sospetta ritenuta correlata all'attacco.

Inoltre, implicazioni potenzialmente gravi dell'hack sembrano aver riguardato anche circoli politici, con almeno due lettere finora inviate da membri del Senato degli Stati Uniti al CEO di Twitter Jack Dorsey.

Nella prima lettera , inviata mercoledì, Josh Hawley, senatore repubblicano del Missouri, ha espresso preoccupazione per il numero di utenti a cui sono state compromesse le loro informazioni personali, nonché si chiede se la sicurezza dell'account Twitter del Presidente sia stata o meno minacciata dall'incidente.

A condividere lo stesso sentimento c'era il senatore repubblicano del Mississippi e il presidente del Comitato per il commercio del Senato, Roger Wicker, che nella sua lettera ha chiesto a Twitter di fare un briefing sull'incidente alla sua commissione "il più presto possibile".

Nel frattempo, nella comunità cripto, sia gli individui che le aziende stanno usando le proprie risorse per far luce su chi potrebbe essere dietro l'attacco di mercoledì.

L'zienda di gestione del rischio focalizzata sulle criptovalute Elliptic ha dichiarato che i bitcoin coinvolti nella truffa - che ammontano a circa 120.000 USD - sono stato ora spostati in 12 nuovi indirizzi.

"Una percentuale molto piccola dei fondi è stata inviata a exchange cripto noti e regolamentati ... Questo è importante poiché potrebbe essere un vantaggio importante per gli investigatori delle forze dell'ordine che cercano di identificare l'hacker, in quanto possono chiedere agli exchange l'identità dell'account detentore che ha ricevuto questi fondi ", hanno affermato, aggiungendo che quasi la metà dei bitcoin raccolti è stata trasferita attraverso un indirizzo bitcoin attivo da maggio di quest'anno.

Un'altra società di intelligence blockchain Whitestream afferma che questo indirizzo ha precedentemente interagito con Coinbaseexchange e processore per i pagamenti cripto BitPay e CoinPayments.

Nel frattempo, un'analisi preliminare della divisione di ricerca di Samourai Wallet , OXT Research, sembra mostrare che anche l'exchange di derivati critpo BitMEX è tra quelli con cui gli hacker hanno interagito in precedenza.

"Questo è il picco per le criptovalute", il ricercatore di Samourai "Ergo" ha sintetizzato i risultati dicendo in un tweet pubblicato ieri.

Più Articoli