Aptos riprende le attività di rete dopo cinque ore: OKX e Upbit interrompono le transazioni

Sauro Arceri
| 2 min read

Dopo un’interruzione durata cinque ore, che ha causato disagi nelle attività di trading e il conseguente blocco temporaneo di altri due importanti exchange di criptovalute, la blockchain Layer 1 di Aptos ha finalmente annunciato il ripristino delle operazioni.

L’annuncio del ritorno alla normalità è stato comunicato dall’azienda tramite un post sul social media X (Twitter).

Il team di sviluppatori di Aptos ha riconosciuto l’inconveniente, ammettendo che le transazioni erano bloccate. Tuttavia, hanno assicurato che stanno lavorando con impegno per ripristinare completamente le operazioni di rete. Con un tono decisamente scherzoso, hanno avvisato gli utenti dicendo:

“La vostra energia per Aptos One era talmente intensa che avete causato un corto circuito e fatto saltare le luci! Questo ha avuto un notevole impatto sulle transazioni della rete; di conseguenza, adesso stiamo lavorando diligentemente per risolvere il problema e vi terremo aggiornati non appena lo avremo risolto”.

Scherzi a parte, al momento non è ancora chiaro cosa abbia causato l’incidente, che ha richiesto diverse ore per essere risolto. Alcuni utenti suggeriscono che l’evento potrebbe essere stato causato da una manutenzione a livello di rete.

Tuttavia, il post ufficiale su X ha portato diversi osservatori a ipotizzare che l’interruzione potrebbe essere stata scatenata da una massiccia attività di rete.

Nel frattempo, al momento della stesura di questo articolo, il token APT di Aptos viene scambiato a 4,96 dollari, registrando un calo dell’1,06% nelle ultime 24 ore e un calo del 19,55% nei volumi di trading nello stesso periodo.

Sospensione del trading su Upbit e OKX


L’interruzione di Aptos ha comportato la temporanea sospensione delle transazioni di rete su altri due importanti exchange di asset digitali, OKX e Upbit, oltre alla sospensione dei depositi e dei prelievi.

Upbit ha comunicato la sospensione ai suoi utenti, spiegando che era necessaria per la manutenzione della rete e che i depositi sarebbero stati riaperti non appena completata tale manutenzione.

OKX ha reso noto un annuncio simile, dichiarando che la manutenzione sarebbe avvenuta il 18 ottobre e che ci sarebbe stata una sospensione dei depositi e dei prelievi relativi al token APT.

“I depositi e i prelievi saranno ripresi una volta confermata la stabilità della rete a seguito della manutenzione. Si prega di notare che non ci sarà un annuncio separato per quanto riguarda la ripresa di questi servizi.”

Tuttavia, OKX ha invitato i propri utenti a non effettuare ulteriori prelievi o depositi durante il periodo di manutenzione. L’azienda ha anche sottolineato che, nonostante la manutenzione, gli scambi di token APT non subiranno alcun impatto, ma ha avvertito che potrebbero esserci rischi associati al trading spot, a margine e sui derivati.

Incidente e ripristino


Poco prima dell’incidente, Aptos aveva celebrato il suo anniversario sottolineando il primo anno dalla nascita di Aptos Mainnet.

“È passato un anno da quando Aptos Mainnet ha fatto la sua comparsa sulle scene”.

Aptos è una blockchain Layer 1 sostenuta da società di venture capital e sviluppata da ex dipendenti di Meta. La rete sfrutta il linguaggio Move per consentire transazioni più veloci e a tariffe ridotte.

Alcune altre reti blockchain, tra cui Theta e Base, avevano registrato incidenti simili prima di tornare a operare regolarmente.

“Il problema è stato risolto e la rete funziona normalmente.”

Secondo il blockchain explorer di AptoScan, le transazioni si erano fermate inaspettatamente al blocco 104621314 il 19 ottobre 2023, suscitando l’attenzione della comunità crypto.

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali social