30 apr 2021 · 5 min read

I giganti di Wall Street stanno di nuovo giocando a "rendere bitcoin più conveniente"?

Sembra che gli operatori di Wall Street stiano giocando allo stesso gioco già visto a gennaio: colpire bitcoin (BTC) quando sembra relativamente debole, mentre fanno e/o prima di fare la propria mossa relativa a BTC. Lo abbiamo visto in precedenza da JPMorgan e Guggenheim Partners e ora è Goldman Sachs.

Goldman Sachs Tower, è un edificio di 238 m e 42 piani a Jersey City, New Jersey. Fonte: Adobe / rabbit75_fot

Questa settimana, Goldman Sachs, il gigante degli investimenti con sede negli Stati Uniti, ha affermato che la concorrenza di altri asset cripto, l'uso di energia e la mancanza di casi d'uso, sono tra le preoccupazioni che circondano la domanda relativa al valore a lungo termine di bitcoin.

È troppo presto per bitcoin per competere con l'oro per la domanda di rifugio sicuro, ha detto la banca, ma i due possono coesistere, come riportato da Reuters. Ha aggiunto che l'ampio uso di energia lo ha reso vulnerabile con il rischio di perdere la sua domanda di riserva di valore a favore di un concorrente "progettato meglio".

"Mentre Bitcoin beneficia di una maggiore liquidità, soffre di mancanza di utilizzo reale e di punteggi ESG (ambientali, sociali e di governance) deboli, a causa del suo elevato consumo di energia", hanno affermato le banche. "L'unico modo in cui questa stretta dell'offerta di dimensioni record e in rapido avvicinamento può essere risolta è attraverso un aumento del prezzo verso nuovi massimi storici".

Inoltre, nella stessa nota, Jeffrey Currie, capo della ricerca sulle materie prime di Goldman, ha affermato, secondo Kitco, che BTC "ha concesso terreno ad altre criptovalute come ether e altcoin. Questo, a nostro avviso, sottolinea il fatto che la concorrenza tra le criptovalute per lo stato di riserva di valore dominante a lungo termine è ancora attivo e aggiunge un'ulteriore fonte di rischio alla detenzione di bitcoin ".

Solo un mese fa, è stato riferito che Goldman Sachs mira a offrire i suoi primi veicoli di investimento in bitcoin e altre risorse digitali non specificate ai clienti del suo gruppo di gestione patrimoniale nel secondo trimestre di quest'anno. Secondo quanto riferito, alcuni clienti consideravano BTC una copertura contro l'inflazione.

La banca offre anche uno sportello di trading di criptovalute e tratta futures BTC e non-deliverable forward per i propri clienti.

Inoltre, all'inizio di marzo, Goldman ha affermato di aver visto aumentare la domanda di BTC non solo tra gli investitori istituzionali, ma anche nel settore della gestione patrimoniale privata.

La società ha fornito diverse opinioni relativamente favorevoli sulle criptovalute nel corso degli anni. Alla fine di novembre 2017, Currie ha affermato che BTC era una merce con molte somiglianze con l'oro e che la volatilità che interessava agli investitori derivava principalmente dalla sua mancanza di liquidità. "Non vedo perché ci sia tutta questa ostilità", disse allora Currie a Bloomberg. BTC "non è molto diverso dall'oro". Ha aggiunto però che la "vera innovazione" è nel ledger, non nel BTC stesso.

Nel gennaio di quest'anno, Currie ha dichiarato che bitcoin stava mostrando segni di maturità, ma che il livello di investimento istituzionale in esso era ancora molto basso: è necessario fare di più per stabilizzarlo. BTC aveva un valore di mercato di oltre 600 miliardi di dollari all'epoca e di oltre 1 trilione di dollari oggi. "Questo può darti un equilibrio a lungo termine", ha detto Currie alla CNBC. Ma il livello di volatilità e incertezza del mercato "rende molto difficile prevederlo".

Parole & azioni

Anche prima, c'erano vari interrogativi sul fatto che l'universo cripto stia assistendo a un nuovo tipo di manipolazione con l'ingresso dei grandi investitori tradizionali che fanno fare un pump alla moneta sfruttando notizie rialziste e subito un dump, e/o compromettono il bitcoin "debole '' mentre preparano un prodotto bitcoin.

Di recente, la principale banca di investimento JPMorgan ha affermato che ethereum (ETH) continuerà a sovraperformare BTC. ETH è "la spina dorsale dell'economia cripto-nativa e funziona più come mezzo di scambio", hanno detto gli analisti della banca, mentre BTC è "più una merce cripto che una valuta", in competizione con l'oro come riserva di valore.

Inoltre, ad aprile, gli strateghi di JPMorgan hanno affermato di essere "preoccupati" per il fatto che bitcoin possa potenzialmente vedere crolli più profondi e se la moneta non sarà in grado di superare presto i 60.000 USD, i segnali di slancio crolleranno.

Tuttavia, JPMorgan si sta preparando a offrire un fondo BTC gestito attivamente, e non un fondo ETH, per i clienti privati già questa estate.

Nel gennaio di quest'anno, Scott Minerd, Global Chief Investment Officer (CIO) presso la grande società di consulenza e investimento globale Guggenheim Partners, ha affermato che l'aumento parabolico di bitcoin era insostenibile a breve termine, vulnerabile a una battuta d'arresto e che era il momento di tirare via un po' di soldi dal tavolo, mentre la società stessa stava aspettando il permesso di riservarsi il diritto di investire fino al 10% del suo Fondo Macro Opportunità da 5,3 miliardi di dollari nel Grayscale Bitcoin Trust. (Da allora, BTC è aumentato di quasi il 40%.)

Eppure, questo è avvenuto solo un mese dopo che Minerd aveva rilasciato una dichiarazione rialzista sul fatto che BTC potesse raggiungere i 400.000 USD, aggiungendo che "alla fine devi comprarlo".

Ad ogni modo, BTC è davvero il peggiore tra i primi 50 performer questo mese in quanto è sceso del 7%, mentre apparentemente il suo maggiore concorrente, ETH, è aumentato del 51% e sta scoprendo i suoi nuovi massimi storici (ATH ) quasi ogni giorno ormai. BTC è in ribasso del 17% dal suo ATH di 64.805 (per Coingecko), raggiunto il 14 aprile, e viene scambiato a 54.431 USD (10:31 UTC). Il prezzo è rimasto pressoché invariato nelle ultime 24 ore. Tuttavia, è rimbalzato da circa 52.500 USD, raggiunto ieri.

Grafico dei prezzi di BTC:

Fonte: coingecko.com

___
Per saperne di più:
- Keep Calm, Bulls Are Here, Say Analysts, As USD 19B Liquidated In One Week
- Bitcoin Faces Hedge Test Amid Rising Inflation Concerns
- Tesla Sends Bullish Bitcoin Signal To Global Corporates

- Institutions & Retail Compete For Bitcoin - Whose Hands Are Stronger?
- Bitcoin to Be Worth Millions by 2023, ETH Above USD 2K by 2022 - Kraken CEO
- Bitcoin Faces Hedge Test Amid Rising Inflation Concerns

- Coinbase Listing Won't Help Bitcoin Price - Analyst
- Bitcoin Market Changed 'Radically' & Volatility Decline Attracts Institutions
- Bitcoin to Be Worth Millions by 2023, ETH Above USD 2K by 2022 - Kraken CEO

- Institutions & Retail Compete For Bitcoin - Whose Hands Are Stronger?
- Next 2-3 Years 'Should Be a Turning Point for Bitcoin' - Deutsche Bank
- Inflation Is Here & Bitcoin Will Hit USD 115K ‘Ahead of Target’ – Pantera