AVAX guadagna ancora il 20% nonostante il calo del mercato

Gaia Tommasi
| 4 min read

AVAX

Avalanche (AVAX) ha registrato un forte rally nel quarto trimestre del 2023, ottenendo notevoli profitti grazie all’afflusso di investitori istituzionali e partnership.

All’inizio del nuovo anno il token non ha proseguito lo slancio e ha subito un crollo del 18% insieme al resto del mercato, tra cui Bitcoin ed Ethereum, che dopo un forte rally hanno subito una correzione.

Nel mese di dicembre il token AVAX ha sperimentato un aumento di oltre il 138% dominando il rally delle altcoin. Questo ha reso AVAX il protagonista nel forte aumento delle altcoin, attirando l’attenzione dei trader. Inoltre, gli investitori istituzionali hanno rafforzato la loro fiducia nel token, contribuendo al sentiment rialzista nei confronti del token.

AVAX ha raggiunto il livello di 40 dollari, mentre il suo market cap si è attestato a oltre 14,9 miliardi di dollari, sfidando il calo del resto del mercato.

L’anno scorso è stato significativo per l’asset crypto, dato che ha eliminato gran parte delle perdite subite durante il mercato ribassista, innescato da fattori macroeconomici e crolli del settore.

Il momentum di AVAX è in calo


Durante l’anno 2022 il token AVAX ha visto una crescita del 75,05% nel mese di novembre, alcuni giorni dopo il crollo dell’exchange FTX, e ha sperimentato una crescita del 107,18%  dall’inizio dell’anno grazie all’aumento dell’attività on-chain e alle partnership.

 

 

AVAX ha iniziato il nuovo anno al rialzo, ma nei giorni successivi lo slancio si è bloccato, quando il mercato ha subito un massiccio sell-off in seguito ai rumors di un possibile rifiuto dell’ETF Spot Bitcoin. Il valore di BTC è collato di oltre il 10%, annullando quasi tutti i guadagni registrati nei primi due giorni dell’anno.

Al momento AVAX sta scambiando al livello di 34,38 dollari, con un ribasso dell’1,22%, che si accumula alla perdita del 14,20% negli ultimi 7 giorni.

AVAX

Grafico del valore di AVAX. Fonte: CoinMarketCap

Nonostante il calo del momentum, il token mantiene un guadagno mensile medio del 20% dall’anno scorso. Inoltre il suo volume di trading è aumentato del 29,63% fino a 737 milioni di dollari. L’asset crypto si trova  al nono posto in termini di market e la community si aspetta ulteriori afflussi.

L’ETF Spot BTC al centro di rialzi e svendite


Il prezzo di Bitcoin ha registrato un notevole aumento, in vista di una possibile approvazione del primo ETF Spot basato su Bitcoin negli Stati Uniti da parte della SEC, che in precedenza aveva sempre respinto le richieste di questo tipo di fondo, citando preoccupazioni legate alla manipolazione del mercato.

L’approvazione rappresenterebbe un cambiamento di paradigma epocale che potrebbe far esplodere la popolarità di BTC anche al di fuori del mondo crypto.

In aggiunta, renderebbe la crypto più accessibile agli investitori istituzionali, aprendo la strada a un nuovo ciclo di crescita del mercato. Secondo le previsioni di vari analisti, ciò potrebbe portare trilioni di dollari nel mercato.

Tuttavia, si è verificato un bruco calo di mercato quando Matrixport, una società di servizi per gli asset crypto che punta su un ETF, ha pubblicato un report che suggeriva la possibilità che tutti gli ETF Spot potessero essere respinti a gennaio.

Bitcoin ha avuto un crollo vertiginoso che ha coinvolto anche tutte le altre criptovalute. Dai 45.000 dollari è sceso verticalmente sotto i 41.000 dollari in pochi minuti, con un calo dell’8% che ha spaventato gli investitori.

Inoltre si sono verificate vendite significative in vari exchange. Secondo i dati forniti da Coinglass, nelle ultime 24 ore sono state chiuse posizioni rialziste per oltre 577 milioni di dollari, sorprendendo i trader.

In seguito il cofondatore di Matrixport, Jihan Wu, ha scritto sulla piattaforma X che l’articolo si basava su ricerche indipendenti e non aveva altra finalità se non quella di esprimere un parere informato.

Inoltre Markus Thielen, l’autore del documento, ha sottolineato che il rapporto non si basava sui commenti degli emittenti o su insider della SEC ma era il frutto delle sue speculazioni personali.

Nonostante le prospettive negative delineate nel report, Matrixport ha mantenuto una posizione rialzista per Bitcoin, e ha previsto una notevole crescita dei prezzi dopo l’approvazione di un ETF Spot, con un aumento di  BTC fino a 50.000 dollari entro la fine di gennaio.

Nuovo progetto ispirato a  Bitcoin


Nel frattempo gli investitori stanno rivolgendo l’attenzione, oltre che su Bitcoin, anche su un progetto di cloud di mining. Si tratta di Bitcoin Minetrix.Questo progetto combina le potenzialità di guadagno del mining e dello staking in un’unica soluzione grazie a un meccanismo innovativo denominato Stake-to-Mine.

Una volta acquistati i token $BTCMTX si potranno mettere in staking e ricevere in cambio crediti convertibili per acquistare potenza di hashing da dedicare al mining. I crediti saranno garantiti in base alla quantità di token messi in staking.

Inoltre, il sistema stake-to-mine consegna il controllo all’utente che può determinare autonomamente quanta potenza di mining di Bitcoin (hash power) desidera utilizzare. L’hash power può essere infatti acquistato solo tramite i crediti guadagnati con lo staking.

Utilizzando un approccio di mining basato su cloud, Bitcoin Minetrix apre il mining a un pubblico molto più ampio.

Il progetto è basato sulla blockchain di Ethereum e questo assicura un alto livello di sicurezza, mentre gli smart contract consentiranno agli holder del token nativo $BTCMTX di personalizzare il periodo desiderato per il mining.

Oltre alle ricompense di mining, gli utenti che metteranno in staking i token $BTCMTX avranno la possibilità di generare rendimenti fino al 82%.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Leggi anche: