10 giugno 2021 · 3 min read

Il Comitato di Basilea offre maggiore chiarezza alle banche che cercano esposizione alle criptovalute

Con una mossa che potrebbe portare all'imposizione di nuovi requisiti alle banche che si occupano di criptovalute, il Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria (BCBS) ha presentato una proposta per limitare l'esposizione alle criptovalute di tali banche applicando nuovi requisiti di credito e rischio di mercato.

Fonte: Adobe/Prapat

Il documento afferma che "gli asset cripto hanno dato origine a una serie di preoccupazioni tra cui la protezione dei consumatori, il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo e l'emissione di Co2", fornendo informazioni su come i rappresentanti della finanza tradizionale vedono le criptovalute. Ha inoltre dichiarato che il BCBS "ha adottato misure per affrontare questi rischi".

Il Comitato ha affermato che la crescita degli asset cripto e dei servizi correlati potrebbe potenzialmente "sollevare preoccupazioni per la stabilità finanziaria e aumentare i rischi affrontati dalle banche".

Inoltre, ha affermato che alcune criptovalute hanno mostrato "un alto grado di volatilità" e che queste potrebbero presentare rischi per le banche all'aumentare delle esposizioni, tra cui: rischi di liquidità, credito, mercato, riciclaggio di denaro/finanziamento del terrorismo, legali e di reputazione, nonché rischi operativi, come frodi e rischi informatici.

In considerazione di quanto detto sopra, il BCBS propone nuovi requisiti prudenziali per due gruppi di criptovalute:

  • per gli asset tradizionali tokenizzati: dovranno essere creati requisiti patrimoniali, almeno equivalenti a quelli applicati agli asset tradizionali, mentre per le stablecoin saranno emanate nuove linee guida sull'applicazione delle attuali regole, per cogliere i rischi legati ai meccanismi di stabilizzazione;
  • per le criptovalute che non si qualificano come asset tradizionali tokenizzati, come bitcoin (BTC) e altre criptovalute, il comitato propone l'applicazione di un "trattamento prudenziale conservativo", basato su una ponderazione del rischio del 1.250%, applicata al massimo delle posizioni long e short delle banche .

 

Secondo la proposta, quest'ultimo gruppo di asset cripto presenta "rischi aggiuntivi e più elevati rispetto agli asset cripto del Gruppo 1", a causa dei quali deve "essere soggetto a un trattamento patrimoniale conservativo di nuova prescrizione".

In pratica, ciò significa che le banche sarebbero tenute ad aumentare le proprie riserve di capitale, ad es. per investimenti in derivati ​​di criptovalute, come fondi negoziati in borsa che tracciano il prezzo di bitcoin.

È ancora da vedere come la proposta, che potrebbe essere significativamente modificata prima di essere applicata, influisca sui piani di un certo numero di banche, che si stanno preparando per espandere la loro esposizione alle criptovalute.

Tra gli altri, la banca britannica Standard Chartered ha recentemente annunciato la sua partnership con la holding di investimenti in asset digitali BC Group, per aprire una piattaforma di intermediazione e exchange di asset digitali, per clienti istituzionali e aziendali nel Regno Unito e in Europa, pianificandola per il quarto trimestre del 2021.

In una dichiarazione, il comitato afferma di essere in attesa di feedback sulla sua proposta fino al 10 settembre.

"Data la natura in rapida evoluzione di questa asset class, il Comitato è del parere che lo sviluppo di politiche per le esposizioni degli asset cripto sarà probabilmente un processo iterativo, che coinvolge più di una consultazione", hanno affermato.

Il BCBS agisce sotto gli auspici della Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI), che è di proprietà congiunta delle 62 banche centrali del mondo, che rappresentano paesi che insieme rappresentano circa il 95% del prodotto interno lordo (PIL) globale.

____

Per saperne di più:
- UK Banks Getting Tough on Bitcoin, But AML Rules Are The Real Problem
- With Banks Turning to Bitcoin, Is It Finally Time to Long the Bankers?

- South Korean Banks See Crypto Exchange Commission Fees Grow Tenfold
- Paxos, Protego & Anchorage Face 'Regulatory Volatility' in US

- SoftBank Is Making Multiple Crypto Moves this Month
- Citigroup Ready to Go Crypto as Goldman Sachs ‘Wades Deeper into’ Bitcoin

- SEC Commissioner Worried Tight Regulation Could Thwart Crypto Innovation
- Crypto Industry's Lobbying Power Grows As Former Officials Change Sides