Home News

Le grandi società cripto SBI e OGM rivelano risultati e piani

Di Tim Alper
Le grandi società cripto SBI e OGM rivelano risultati e piani 101
Fonte: iStock/Sean_Kuma

Due dei maggiori operatori di criptovaluta del Giappone - SBI e GMO Internet - hanno rivelato dettagli sulle loro prestazioni finanziarie del terzo trimestre - e affermano che amplieranno le loro operazioni di criptovaluta nel 2020.

Il gigante finanziario SBI ha presentato il suo ultimo report finanziario agli azionisti. I dati della sua attività di scambio di criptovaluta, SBI VC Trade , hanno fornito una lettura mista, con ricavi in ​​crescita di quasi il 3%, ma profitti al lordo delle imposte in calo del 19%.

SBI VC Trade ha registrato profitti per 33 milioni di USD per il terzo trimestre del 2019, in aumento rispetto al dato del Q3 2018 (pre-lancio) di -9 milioni di USD.

La società ha anche annunciato che è ora sul punto di iniziare la sua attività di cripto mining, SBI Carbon , il cui sito Web è ora attivo. I chipset di mining vengono già spediti mentre SBI si appresta ad iniziare la sua avventura hardware.

Nel suo rapporto, SBI ha anche affermato di aver già iniziato ad accettare ordini di hardware di mining ed affermano di essere già in contatto con potenziali clienti, "inclusi gli operatori di grandi progetti".

E l'app e-pay MoneyTap della società, che utilizza la tecnologia Ripple , è prevista per ulteriori sviluppi nel 2020, con più collegamenti a "infrastrutture finanziarie" in cantiere quest'anno.

Il concorrente exchange GMO Internet, una grande società web che gestisce uno scambio a marchio proprio, ha anche pubblicato il suo ultimo rapporto finanziario e i dati sulle prestazioni.

Secondo il report, GMO afferma che il suo numero di titolari di conti sia aumentato e che ora ammonti a 299.000, mentre i volumi di negoziazione sono aumentati rispetto all'esercizio finanziario precedente.

Il reddito operativo di OGM Coin (la sua attività di cambio) è aumentato del 22,9% dal terzo trimestre del 2018 a poco più di 8 milioni di USD.

La società ha ammesso che verrebbe probabilmente colpita dai piani dei regolatori della Financial Services Agency di ridurre il limite del trading con leva da x4 a x2 entro la fine dell'anno, ma ha dichiarato che avrebbe compensato questo danno con "l'aumentare le dimensioni della sua base di utenti" nel 2020.

Più Articoli