03 Jun 2022 · 4 min read

Grandi investitori sono usciti da Anchor/UST

UST
Fonte: AdobeStock / gritsalak

 

Secondo la società di trading Jump Trading Group, braccio crypto di Jump Crypto, un certo numero di investitori dell'ecosistema Terra (LUNA) più grandi hanno abbandonato le loro posizioni quando il peg di terraUSD (UST) ha iniziato a crollare il mese scorso, con investitori su piccola scala che hanno continuato ad acquistare mentre il prezzo della moneta è crollato.

Jump Crypto ha emesso un post mortem sul depegging della stablecoin Terra, dove ha rivisitato i risultati della società di analisi blockchain Nansen, che aveva sottolineato che "sette" wallet - incluso uno collegato a Celsius Network (CEL) - potrebbero aver giocato un ruolo “critico” in quanto si è perso il peg del dollaro.

Sul "sette", gli autori del rapporto hanno scritto:

"Rappresentano infatti un rapido prelievo che è stato rispecchiato più in generale da altri grandi wallet".

Ma, hanno aggiunto, mentre questi wallet "in effetti comprendevano gran parte del deflusso iniziale", in realtà erano solo "parte di una tendenza molto più ampia".

I grandi investitori sono usciti da Anchor

Il rapporto si è concentrato anche sul ruolo svolto da Anchor, una piattaforma di risparmio, prestito che operava sulla piattaforma di Terra. Gli autori del rapporto, i ricercatori di Jump Nihar Shah e Maher Latif, hanno notato che alcuni depositanti UST più grandi sembrano essere usciti da Anchor nei primi giorni di maggio, mentre alcuni giocatori più piccoli stavano acquistando di più tra il 7 e il 9 maggio.

I movimenti UST sembrano aver allontanato la stablecoin dal suo peg, hanno spiegato i ricercatori. Su Twitter, l'azienda ha aggiunto:

“I deflussi da Anchor, in particolare durante la notte del 7 maggio e la mattina e il primo pomeriggio del 9 maggio, hanno esercitato una pressione sostanziale sul peg UST. I grandi depositanti hanno guidato in modo sproporzionato i deflussi. In effetti, i piccoli depositanti hanno aumentato la loro esposizione durante questo episodio".

I ricercatori hanno fatto risalire la genesi dell'incidente a "una combinazione di scambi nel pool UST/3CRV durante una finestra di settantacinque minuti" il 7 maggio.

Hanno aggiunto che le operazioni che comportavano il "ritiro di liquidità UST" e "due wallet che immettevano ordini di vendita UST di grandi dimensioni" avevano "sconvolto l'equilibrio e la profondità del pool".

I depositanti più grandi potrebbero perdere rapidamente quasi il 15% delle loro posizioni UST in Anchor quando il peg ha iniziato a scivolare il 6 maggio, osserva il rapporto, un momento in cui i detentori di wallet con meno di 10.000 USD in Anchor, stavano acquistando di più.

I ricercatori hanno aggiunto:

"La dimensione totale della loro posizione era un ordine di grandezza inferiore a quello dei depositanti di medie e grandi dimensioni, quindi questa maggiore esposizione non è stata sufficiente per contrastare i deflussi".

Nel caso di depositanti di medie dimensioni, classificati dagli autori come "wallet con 10.000 USD a 1 milione di USD in depositi Anchor", questi individui il 6 maggio "sono fuggiti rapidamente dal protocollo, perdendo immediatamente il 5% della loro posizione e il 30% nei primi tre giorni».

Inoltre, la società ha dichiarato di non ritenere che un wallet "relativamente inattivo" che ha ridotto la sua posizione UST di circa 85 milioni di USD in una serie di transazioni sia collegato a un ente commerciale professionale, sostenendo che la sua cronologia delle transazioni non indica che ciò era il caso.

Gli investigatori online hanno affermato che le azioni di questo titolare di wallet potrebbero essere servite da catalizzatore per il crollo.

Il presidente di Jump Kanav Kariya è un membro del consiglio direttivo di Terra. Ma il rapporto non menzionava le connessioni di Kariya o Jump con il protocollo blockchain.

Le questioni legali continuano

Nel frattempo, la società dietro Terra, Terraform Labs, è stata colpita da numerose cause legali in Corea del Sud. Sebbene l'azienda sia stata fondata a Singapore, i suoi fondatori sono sia sudcoreani che risiedono in Corea del Sud, con molti esperti di media e giornalisti che affermano che il centro di gravità dell'azienda rimane a Seoul.

Yonhap ha riferito che un avvocato che rappresenta lo studio legale Daegun ha visitato l'ufficio del procuratore del distretto meridionale di Seoul per sporgere denuncia contro il CEO di Terraform Do Kwon e il co-fondatore Shin Hyun-seong. L'azienda accusa i due di frode, nonché di violazione della legge sulla punizione aggravata ecc. di reati economici specifici.

L'avvocato è stato citato per aver spiegato che la sua azienda rappresentava 12 investitori e che l'importo totale del danno subito era di oltre 800.000 USD.

Un'altra causa è stata precedentemente intentata - con accuse simili - dallo studio legale LKB & Partners, mentre Cryptonews.com ha visto prove che anche altri casi potrebbero essere in cantiere, con gruppi di investitori su piccola scala che si riuniscono su piattaforme come Naver Cafe e OpenChat di KakaoTalk prima di richiedere una consulenza legale.

____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
 

Per saperne di più:
- Operatore Upbit si distanzia dall'investimento Terra-LUNAC
- Sostenitori di Terra rompono il silenzio
- Mystery South Korean Company that ‘Worked on Terra Network’ Faces Media Scrutiny
- Terra accelera la regolamentazione crypto in Corea del Sud
- ‘Speculative’ Luna Classic Best Seen as a Meme Coin
- Rally di LUNA grazie all'airdrop di Binance