Bitcoin è in pericolo? La previsione shock!

Marcello Bonti
| 1 min read

Il noto stratega di mercato Michael J. Kramer ha messo in agitazione la community crypto con un recente tweet. Si è detto preoccupato dalla possibilità che il prezzo di Bitcoin potrebbe crollare presto, procurando grosse perdite a chi ha aspettato per investire in BTC.

Kramer ha sottolineato come Bitcoin rappresenti un indicatore chiave per tutti gli asset di rischio. BTC potrebbe addirittura perdere aderenza valore fino a precipitare al di sotto della soglia dei 20.000$. Non si tratterebbe di un evento isolato, ma potrebbe avere ripercussioni negative sul resto del mercato azionario.

Cosa potrebbe scatenare il crollo di BTC


La maggiore crypto attualmente è scambiata a 26.881$, secondo CoinMarketCap. Un calo del 61,04% rispetto all’ATH di 69.044,77$ realizzato a novembre 2021.

In questi giorni Bitcoin sta lottando senza successo per superare il livello di resistenza a 27.000$. Le previsioni di Kramer potrebbero essere avvalorate dai fatti che si sono succeduti di recente.

Il mercato di Bitcoin ha subito l’effetto dei commenti dovish del presidente della Federal Reserve statunitense Jerome Powell.

Powell ha accennato alla possibilità che la banca centrale allenti la serie di rialzi dei tassi a causa dei problemi del settore bancario.

Nell’ipotesi di una politica monetaria meno rigida e con tassi d’interesse meno alti, ci si potrebbe aspettare un effetto favorevole per gli asset di rischio come BTC.

Eppure, la tendenza attuale sta ribaltando l’andamento storico e mostra un’apparente deviazione da questa norma.

Il legame tra Bitcoin e asset di rischio sottolinea la connessione tra criptovalute e mercati tradizionali.

Il grafico condiviso da Kramer indica un futuro incerto non solo per Bitcoin, ma anche per gli asset di rischio su cui la sua performance potrebbe avere un impatto.

___

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali social