Home NewsBitcoin News

Pandemia: sorprendente resilienza dei commercianti bitcoin

Di Sead Fadilpašić
Pandemia: sorprendente resilienza dei commercianti bitcoin 101
Fonte: Adobe/promesaartstudio

Gli analisti sono sorpresi dalla resilienza dei servizi commerciali bitcoin (BTC) , nonché dal calo degli acquisti inferiore rispetto al previsto. Inoltre, ciascuna delle tre categorie che hanno ispezionato, ha reagito a modo suo alla crisi economica causata dal coronavirus.

Lo specialista in blockchain e analytics Chainalysis ha osservato gli effetti della pandemia di COVID-19 sul consumatore di bitcoin - su quelle persone che usano i propri BTC per acquistare beni e servizi, invece che solo per fini speculativi. Hanno esaminato tre categorie di servizi - servizi commerciali, servizi di gioco d'azzardo e mercati darknet - per osservare il cambiamento dei modelli di transazione.

Chainalysis ha scoperto che la quantità di BTC utilizzata in tutte e tre le categorie di servizi è scesa "in modo significativo" dal 9 marzo, la settimana del crash di mercato, ma non nel modo previsto. Mentre spendere meno in una crisi finanziaria sembra logico, le tendenze a lungo termine suggeriscono che si tratta in realtà di un comportamento inaspettato.

Pandemia: sorprendente resilienza dei commercianti bitcoin 102
fonte: Chainalysis

C'è stato un cambiamento nel livello di correlazione per ogni categoria e i servizi commerciali hanno visto diminuire le loro entrate per la correlazione dei prezzi bitcoin. Poiché questi servizi sono un modo conveniente per le persone di spendere i propri BTC, quando il prezzo è più alto, spendono di più, il che significa che di solito c'è un'alta correlazione con il prezzo di BTC.

"Mentre l'acquisto di servizi mercantili è diminuito, non è diminuito quasi quanto ci saremmo aspettati in precedenza, poiché la correlazione tra attività di servizi mercantili e prezzo del Bitcoin è diminuita di quasi la metà", ha detto Chainalysis, aggiungendo che questi servizi si sono dimostrati più resistenti del previsto.

Gli analisti affermano che uno dei motivi alla base del calo minore delle attività di servizi commerciali rispetto a quello previsto potrebbe essere che le persone hanno continuato a utilizzare la loro criptovaluta per acquistare attraverso i servizi commerciali degli elementi essenziali che non possono acquistare altrove con Fiat.

Nel frattempo, la relazione correlazionale si è invertita nei mercati darknet. Ora, le entrate sono diventate più correlate al prezzo di Bitcoin nei mercati darknet, il che significa che questi mercati hanno avuto "un calo delle entrate inaspettatamente ripido da quando il prezzo del bitcoin ha iniziato a scendere". Ma, poiché avevano una piccola correlazione inversa con il pre-crash del prezzo del bitcoin (il che significa che il servizio riceve meno BTC all'aumentare del prezzo e di più quando il prezzo diminuisce), ci si sarebbe aspettati che le vendite fossero leggermente più elevate dopo il calo . Le interruzioni delle catene di approvvigionamento globali causate dalla pandemia potrebbero causare problemi al business dei venditori del mercato darknet, ad esempio nella vendita di droghe.

D'altra parte, anche il servizio di gioco d'azzardo ha visto un calo dei flussi BTC dalla settimana del crash. Tuttavia, l'utilizzo del gioco d'azzardo ha iniziato a diminuire "qualche tempo dopo il calo dei prezzi dei bitcoin e ha continuato a scendere anche quando il prezzo dei bitcoin ha iniziato a recuperare". Anche nella pandemia, almeno finora, la correlazione in questa categoria rimane come sempre - "praticamente inesistente".

Più Articoli