Bitcoin sale a 71.000 dollari e il mercato crypto riparte a razzo

Christian Boscolo
| 2 min read

Ottime notizie per i possessori di criptovalute che oggi sono in rialzo grazie anche alle performance di Bitcoin salito a quota 71.000 dollari. Il grafico giornaliero di CoinMarketCap mostra lo slancio di BTC che ha guadagnato quasi il 5% in una settimana e il 12% in un mese.

A spingere Bitcoin sono soprattutto gli ETF che negli ultimi due giorni hanno macinato dati da record, con quasi 900 milioni complessivi di introiti. A fare la parte del leone sono gli ETF Spot di Fidelity con 378 milioni di dollari raccolti, e il solito BlackRock con 274 milioni.

Guadagni più contenuti per Ethereum che ha incontrato qualche difficoltà e segna oggi un +1% ma nell’ultimo mese ha guadagnato il 22% sulla scia del recente via libera da parte della SEC alla richiesta di ETF Spot.

Come vanno le altcoin?


L’infografica di CryptoBubbles fotografa la situazione delle prime 100 altcoin per capitalizzazione e mostra con un colpo d’occhio i risultati di oggi.

Continuano ad andare molto bene le meme coin: Floki, Bonk, Dog e PEPE su tutte. Così come BNB il token di Binance (+12%). Questo impressionante rally ha spinto la capitalizzazione di mercato di BNB di nuovo al di sopra dell’ambita soglia dei 100 miliardi di dollari, un livello che non si vedeva dall’inizio di dicembre 2021.

Molto bene anche i token di Uniswap (+18%) e Starknet (+12,8%) e STX (+12,2%).

In discesa c’è invece il token NOT, da poco in listing su Binance, che però aveva segnato guadagni record negli ultimi giorni con una salita quasi verticale.

Ottime anche le performance di TON, il gemello di NOT, balzato di oltre il 10% nelle ultime 24 ore e ora nella top 10 delle criptovalute per capitalizzazione di mercato.

Questa impressionante impresa arriva sulla scia di una settimana importante per TON, con un aumento del valore del 15% negli ultimi sette giorni. Attualmente TON vanta una capitalizzazione di mercato di quasi 18 miliardi di dollari, secondo i dati di Coingecko.

Cosa dobbiamo aspettarci?


Il dato di oggi è senza dubbio positiva ma non bisogna lasciarsi tentare da facili entusiasmi. La situazione rimane incerta, anche perché in questi mesi abbiamo spesso assistito a piccoli rally che hanno poi portato a successivi ritracciamenti.

A crescere in maniera interessante, oltre a Bitcoin ed Ethereum, sono solo poche altcoin mentre il resto delle crypto non decolla. Una situazione che non è certo quello che ci aspetteremmo da un altcoin season, che ormai si fa attendere da parecchio tempo.

L’impressione è che, pur con tutte le cautele del caso, siamo di fronte a un mercato più maturo che quest’anno ha incassato l’arrivo degli ETF su Bitcoin e ci sono ottime prospettive anche per Ethereum.

L’approvazione di un ETF Spot su Ethereum potrebbe risultare anche più importante di quella di Bitcoin. Non in termini di introiti, per quello Bitcoin rimarrà inarrivabile, ma perché potrebbe finalmente sdoganare l’arrivo di altri ETF Spot sulle altcoin.

Un risultato impensabile fino a qualche tempo fa, quando la SEC dominava il mercato e voleva assoggettare le crypto sotto il suo controllo, paragonandole a titoli azionari. Perfino Ethereum sembrava ricadere in tale definizione.

Ma come abbiamo visto la politica ha cambiato, le elezioni presidenziali hanno dato nuova linfa al dibattito sulle crypto, ribaltando gli equilibri. Insomma, nel breve raccomandiamo prudenza ma lo scenario sta cambiando, e in meglio.

Leggi anche: