Home NewsBitcoin News

Bitcoin sarà vivo e vegeto - il leggendario investitore Mark Mobius

Di Sead Fadilpašić
Bitcoin sarà vivo e vegeto - il leggendario investitore Mark Mobius 101
Source: a video screenshot, Youtube, Bloomberg

Un altro grande investitore ha appena approvato Bitcoin, notando che per esso esiste un forte caso d'uso. Tuttavia, la volatilità gli impedisce ancora di investire in criptovalute.

"C'è sicuramente un desiderio tra le persone di tutto il mondo di poter trasferire denaro in modo facile e confidenziale. <..> Credo che Bitcoin e altre valute di quel tipo saranno vive e vegete", ha dichiarato Mark Mobius (82), un investitore leggendario, co-fondatore di una società di gestione patrimoniale, la Mobius Capital Partners, in un podcast con Bloomberg.

Tuttavia, ha confermato di non avere nulla in cripto, dicendo: "La domanda non è se io voglia investire in esso. Hai un'incredibile volatilità e, alla fine della giornata, non puoi inseguire un singolo gruppo o un'organizzazione che tenga traccia di ciò che sta accadendo".

"Mark!! ... La volatilità è una delle qualità più interessanti delle cripto, dal punto di vista di un gestore patrimoniale. L'idea di rischio asimmetrico ci consente di utilizzare questa asset class unica e non correlata per aumentare notevolmente il nostro rendimento sul rischio in qualsiasi altro portfolio ben diversificato. Come me, che nel mio portafoglio detengo circa il 3,5% nei mercati emergenti; io credo che presto i gestori patrimoniali di tutto il mondo si diversificheranno con le criptovalute", così ha reagito Matti Greenspan, analista di mercato senior presso la piattaforma di social trading eToro.

Mobius non è l'unico investitore leggendario che ha approvato recentemente la crittografia. Marc Faber (73), un'altro leggendario investitore Svizzero per la prima volta ha recentemente investito in bitcoin. Faber, che viene spesso definito "Dr Doom" per le sue opinioni al ribasso sul mercato azionario, sull'economia e sulla politica monetaria delle banche centrali, ha affermato che sono stati i giovani lettori della sua newsletter di investimento ("The Gloom, Boom & Doom Report") e Wences Casares, CEO fornitore di wallet Bitcoin [B] Xapo [/ B], che lo hanno incoraggiato a fare il suo primo investimento in bitcoin.

D'altra parte, David Siemer, CEO di una società di prodotti finanziari, la [B]Wave Financial[/B], ha dichiarato a Bloomberg in un [URL="https://www.bloomberg.com/news/audio/2019-05-15/adding-cryptocurrencies-can-improve-risk-profiles-radio" target="_blank"]podcast[/URL] che "la criptovaluta è una risorsa non correlata. Per ogni investitore che abbia un ampio portafoglio, aggiungere una piccola quantità di questa risorsa al suo portafoglio migliorera i profili di rischio".

Riguardo al [URL="https://cryptonews.com/news/bitcoin-touches-usd-8-000-crypto-market-cap-jumps-12-3858.htm"]Bitcoin salito a 8,000 dollari[/URL], Siemer ha detto: “È stato rinfrescante che sia arrivato così velocemente; ovviamente, siamo tutti coinvolti in questo settore e molto ottimisti. Per quanto riguarda dove va il prezzo, è ovviamente una risorsa molto speculativa e noi [Wave Financial] non pubblichiamo cose come le future previsioni di prezzo. C'è un'incredibile quantità di momentum in questo momento - la nostra ipotesi, e abbiamo i nostri team di trading, è che continui a crescere nei prossimi mesi ".

Spinge anche le persone a guardare anche oltre il Bitcoin, poiché "attualmente stiamo assistendo a un movimento dei prezzi molto più grande su altre cripto". Ad esempio, oggi la maggior parte[URL="https://cryptonews.com/news/bitcoin-outpaced-by-altcoins-in-significant-upsurge-3877.htm"]delle altcoins va meglio[/URL] della più famosa criptovaluta..

Più Articoli