BitMEX: Il mercato degli ETF spot di BTC potrebbe sbancare

Laura Di Maria
| 3 min read

L’intero mercato dei prodotti quotati in borsa (ETP) sulle crypto ha raggiunto una quotazione importante, ben 50,3 miliardi di dollari suddivisi tra 150 veicoli d’investimento. Lo ha rilevato una ricerca condotta dall’exchange crypto BitMEX.

Secondo la ricerca, la potenziale approvazione di fondi quotati in borsa (ETF) associati al prezzo spot di Bitcoin negli Stati Uniti potrebbe avere un impatto significativo sull’intero mercato dei derivati quotati in borsa collegati alle crypto. Si tratta di un mercato che comprende prodotti diversi, spot e future, collegati per lo più alle performance di Bitcoin ed Ethereum.

La quota da leone, come c’è da aspettarsi, spetta a Bitcoin nell’intero aggregato dei prodotti di investimento, gli ETP, legittimamente quotati in borsa. Tra questi gli ETF future di Bitcoin rappresentano capitali per 35,4 miliardi di dollari.

I maggiori gestori in questo comparto sono Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), che gestisce un patrimonio totale di 27.077,4 milioni di dollari, e Proshares Bitcoin Strat ETF (BITO), con un patrimonio di 1.645,3 milioni di dollari.

Non solo Bitcoin compone questo aggregato di prodotti di investimento. Secondo quanto ricostruito da BitMEX, gli ETP collegati alle criptovalute comprendono Ethereum, con un totale parziale di 8.824,5 milioni di dollari. Ancora una volta il prodotto maggiore è Grayscale Ethereum Trust (ETHE) con 6.861,8 milioni di dollari di asset.

Ci sono anche altre crypto tra i veicoli d’investimento come Solana, che si sta affermando come uno degli asset più interessanti degli ultimi tempi. I derivati collegati a Solana attraggono capitali per 682,4 milioni di dollari, per lo più concentrati in prodotti come Grayscale Solana Trust (GSOL) e 21Shares Solana Staking ETP.

Inoltre, il report tiene conto anche dei prodotti multicoin, i maggiori sono il Bitwise Multicoin da 720,0 milioni di dollari e 381,6 milioni di dollari per Grayscale Digital Large Cap.

Infine, non solo crypto, il mercato degli ETP crypto comprende anche una serie di prodotti legati alla tecnologia blockchain, al metaverso e anche i vari ETF tematici. Questo sottosettore vale intorno a 2.648,7 milioni di dollari, a cui partecipano Amplify Transformational Data Sharing (BLOK) e Valkyrie Bitcoin Miners ETF (WGMI).

Bitwise e Van Eck la pensano diversamente sui risultati degli ETF spot di Bitcoin


Secondo la ricerca di BitMEX, l’approvazione degli ETF spot di Bitcoin da parte della Securities and Exchange Commission (SEC) statunitense potrebbe determinare un forte cambiamento dell’assetto del mercato crypto. Il cambiamento, a sua volta si potrebbe riflettere sulla natura dei prodotti quotati in borsa che già esistono e attirare nuovi investitori in ambito crypto.

Le aspettative crescenti sull’approvazione del primo ETF spot di BTC solleva diverse previsioni. Sono in disaccordo le società d’investimento crypto Bitwise e Van Eck riguardo gli effetti che potrebbe generare il lancio di questi prodotti finanziari.

Bitwise si è espressa al riguardo lo scorso 14 dicembre formulando la propria ipotesi sull’effetto positivo che innescherebbe la quotazione di un ETF negli USA. Secondo il gestore, il lancio potrebbe essere quello di maggior successo in assoluto sul mercato USA.  La società prevede che gli ETF saranno in grado di attirare capitali per 72 miliardi di dollari di asset in gestione entro i prossimi cinque anni, prevedendo di raddoppiare le dimensioni del mercato attuale.

Quali effetti può provocare l’approvazione degli ETF spot di BTC


Si sbilancia meno il gestore di fondi Van Eck che ha adottato una posizione più conservativa. In questo caso, il gestore stima che durante il primo trimestre del 2024 i prodotti spot associati a Bitcoin potrebbero attirare circa 2,4 miliardi di dollari0.

Malgrado sia ben più contenuta rispetto alla previsione ottimista di Bitwise, si tratta comunque di una stima considerevole per la capacità di generare un afflusso di capitali nei potenziali ETF spot di Bitcoin.

Un altro aspetto da considerare, infine, è che gli ETF spot di Bitcoin che gli Stati Uniti faticano ad approvare, sono già presenti altrove. Sono quotati in borsa in Canada, Australia e Germania dove gli investitori hanno già modo di comprare titoli degli ETF di questo tipo.

Un report del 21 dicembre della società di ricerca ETFGI ha rivelato che in un anno la raccolta netta generata da tutti i prodotti ETF crypto ammontava a 1,6 miliardi di dollari, di questi 1,31 miliardi di dollari solo a novembre. Il dato assume maggiore valore se si considera che nel 2022 gli afflussi netti per tutti gli ETP crypto ammontava a 750 milioni di dollari.

Su 150 fondi crypto attualmente attivi, 20 ETF hanno raccolto la maggior parte degli investimenti, per un totale di 1,3 miliardi di dollari nel 2023. In particolare, ProShares Bitcoin Strategy ETF (BITO), lanciato durante il mercato toro del 2021, si è distinto come il primo per afflussi singoli, assicurandosi altri 278,7 milioni di dollari nel 2023.

___

Leggi anche: