Home NewsBitcoin News

Bitcoin, Ether "recuperano la maggior parte delle perdite" dopo l'arresto di marzo - Rapporto

Di Tim Alper
Bitcoin, Ether "recuperano la maggior parte delle perdite" dopo l'arresto di marzo - Rapporto 101
Fonte: Adobe/Sergey Nivens

Le due criptovalute più famose al mondo si sono riprese bene dopo gli arresti improvvisi di marzo - e il numero di proprietari di criptovalute su piccola scala sembra essere in aumento, secondo un nuovo rapporto.

Questi sono i risultati dell'ultimo report di CoinMetrics State of the Network, pubblicato oggi.

Gli autori del rapporto hanno presentato dati che mostrano che sia bitcoin (BTC) che ethereum (ETH) hanno recuperato la maggior parte delle perdite dopo l'improvvisa caduta del 12 marzo, quando BTC è sceso brevemente sotto il segno di 4.000 USD. Anche la maggior parte delle altcoin è stata colpita da cadute sbalorditive.

Tuttavia, BTC, ETH e molti altri hanno registrato una crescita lenta e costante - o stabile - nei mesi successivi.

Gli autori hanno scritto,

"La capitalizzazione di mercato di BTC ha recuperato a 187,58 miliardi di dollari entro il 1 ° giugno, poco meno del massimo di febbraio. Allo stesso modo, la capitalizzazione di mercato di ETH ha raggiunto i 27,69 miliardi di dollari il 1 ° giugno.”

Capitalizzazione di mercato di Bitcoin ed Ethereum, andamento medio degli ultime 7 giorni:

Bitcoin, Ether "recuperano la maggior parte delle perdite" dopo l'arresto di marzo - Rapporto 102
Fonte: BitInfoCharts

E per gli autori, le ultime settimane sono state buone anche con token come cardano (ADA), e omiseGO (OMG), anche se bitcoin cash (BCH) e litecoin (LTC) “sono rimasti indietro. "

Dopo il 12 marzo, c'è stato anche un aumento del numero di indirizzi "che contengono quantità relativamente piccole di criptovalute", in particolare nei portafogli BTC ed ETH, così come XRP di Ripple e tezos (XTZ) .

Il rapporto ha preso atto del fatto che ci sono stati "aumenti notevoli" nel numero di indirizzi che detengono almeno 1 miliardesimo dell'offerta totale (0,000000001%) dei token summenzionati.

Gli autori hanno affermato che si trattava di una prova, forse del fatto che "la quantità di persone che detengono queste attività è in crescita e che la quantità di investitori al dettaglio (ovvero non istituzionali) potrebbe aumentare".

Tuttavia, hanno aggiunto un avvertimento, affermando,

"È importante notare che una singola entità può possedere più indirizzi contemporaneamente, quindi un aumento degli indirizzi non significa necessariamente un aumento dell'utilizzo. In alternativa quindi, l'aumento potrebbe essere causato da un piccolo numero di entità che distribuiscono le loro monete su più indirizzi. "

Gli autori del rapporto hanno anche affermato che i dati hanno mostrato che il trading di stablecoin, in particolare nel rapporto BTC-tether (USDT) era " esploso "di recente, raggiungendo il picco subito dopo l'incidente del 12 marzo, ma rimanendo "in alto" da allora.

Al momento attuale (12:10 UTC), Bitcoin viene scambiato a 9.644 USD. dopo aver apprezzato l'1,76% in un giorno e l'1,36% in una settimana. Nel frattempo, Ethereum è scambiato a 243 USD. È aumentato del 2,82% in un giorno e del 3,76% in una settimana.

Più Articoli