C+Charge approvato da un’importante società di revisione raccoglie 370.000 dollari nella prevendita

Fonte: SolidProof
Fonte: SolidProof

Disclaimer: la sezione Industry Talk presenta approfondimenti da parte di operatori del settore delle criptovalute e non fa parte dei contenuti editoriali di Cryptonews.com.

C+Charge ha superato una verifica di sicurezza condotta da SolidProof, una importante società di revisione delle blockchain con sede in Germania, che ha esaminato i suoi principali smart contract e non ha riscontrato alcun problema. La pubblicazione arriva proprio quando la piattaforma di crediti di carbonio basata su BNB Chain ha raccolto 370.000 dollari nella sua prevendita, attualmente in corso.

Offrendo il token CCHG al prezzo di 0,013 dollari, la prevendita mira a raccogliere 2.080.000 dollari e terminerà il 31 marzo, quando l’altcoin riceverà le prime quotazioni sugli exchange. 

Il progetto C+Charge è stato approvato da un’importante società di revisionei

Nell’ambito dell’audit sulla sicurezza degli smart contract di C+Charge, SolidProof ha verificato la presenza di problemi a vari livelli, da quelli a gravità “bassa” fino a quelli a gravità “critica”, senza trovarne nessuno. Questo suggerisce che gli smart contracts di C+Charge sono robusti e privi di punti deboli e vulnerabilità.

Source: SolidProof

Si tratta quindi di un ulteriore sigillo di approvazione per C+Charge, che ha appena raggiunto quota 370.000 dollari nella sua prevendita iniziata alla fine dello scorso anno.

La prevendita di CCHG avverrà in quattro fasi: la prima fase, attualmente in corso, offre i CCHG al prezzo di 0,01300 dollari. Nella seconda fase il prezzo salirà a 0,01650 dollari, nella terza fase  a 0,02000 dollari e nella quarta e ultima fase toccherà il tetto massimo di 0,02350 dollari, che rappresenta un aumento dell’80% rispetto all’attuale prezzo di prevendita della prima fase.

Il 40% dell’offerta massima totale di CCHG (un miliardo) è stato assegnato alla prevendita. È importante notare che non ci sarà alcun periodo di maturazione per gli investitori, che potranno quindi vendere il loro CCHG non appena l’altcoin riceverà la sua prima quotazione, prevista per venerdì 31 marzo.

I primi investitori possono partecipare alla prevendita andando sul sito c-charge.io e collegando i loro portafogli Connect Wallet o MetaMask. A quel punto si tratta semplicemente di acquistare CCHG con BNB o USDT.

All’interno dell’ecosistema C+Charge, il token CCHG sarà utilizzato dai proprietari di veicoli elettrici per pagare la carica dell’auto. Gli utenti verranno poi ricompensati con crediti di carbonio che si presentano sotto forma di Goodness Native Token (GNT) di C+Charge, ognuno dei quali rappresenta un credito di carbonio volontario verificato, sostenuto da a16z Crypto, Samsung Next e Invesco.

Fornendo crediti di carbonio tokenizzati ai proprietari di veicoli elettrici, C+Charge offrirà un maggiore incentivo a possedere e utilizzare tali veicoli. Il GNT sarà negoziabile come il CCHG, il che significa che gli utenti potranno guadagnare un reddito supplementare semplicemente guidando i loro veicoli elettrici e aiutando l’ambiente.

Un altro segno della crescita incoraggiante di C+Charge è la firma di una partnership con Perfect Solutions Turkey, grazie alla quale la sua rete potrà utilizzare il 20% delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici presenti in Turchia. Il lancio della rete è previsto per il prossimo anno, quando si aggiungeranno altri partner e reti di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Ha inoltre siglato una partnership con Flowcarbon, il che significa che C+Charge fornirà crediti di carbonio tokenizzati anche agli utenti della piattaforma che pagheranno le ricariche con il token Goodness Nature di Flowcarbon ($GNT).

Per quanto riguarda il funzionamento della piattaforma, l’app avrà una mappa basata sul GPS che condurrà gli utenti alla stazione di ricarica EV più vicina. Una volta arrivati, gli automobilisti potranno utilizzare il portafoglio dell’app per pagare la ricarica utilizzando CCHG e ottenere i crediti di carbonio basati su GNT.

Profitti della prevendita

Data la forza dei fondamentali di C+Charge e la sua tabella di marcia, CCHG ha ottime possibilità di salire non appena sarà quotato sulgi exchange il 31 marzo. Nonostante il mercato ribassista, infatti, i token in prevendita hanno avuto un ottimo 2022 superando il mercato in diverse occasioni.

Tamadoge (TAMA) per esempio, al momento della quotazione su OKX, in ottobre, ha registrato un aumento del 1.800% rispetto al suo prezzo di prevendita. Lucky Block (LBLOCK) e Battle Infinity (IBAT) sono andati ancora meglio, infatti hanno registrato rendimenti del 6.000% e del 3000% rispetto al prezzo iniziale di prevendita di 0,00015 dollari.

Anche se non c’è alcuna garanzia che CCHG possa replicare o battere questi rendimenti, ha comunque tutte le carte in regola per avere una prevendita e una quotazione di successo. Ha anche il potenziale per avere un impatto positivo sull’uso dei veicoli elettrici a livello globale, cosa non da poco.

 

 

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali Social