21 ott 2021 · 3 min read

Australia: 12 raccomandazioni sulla regolamentazione crypto

Crypto
Fonte: Adobe/bennymarty

Il comitato ristretto del Senato australiano sull'Australia, come centro tecnologico e finanziario, ha pubblicato il suo rapporto finale che include una serie di raccomandazioni per la regolamentazione crypto e degli asset digitali.

Il comitato ha formulato una serie di raccomandazioni alle autorità australiane, proponendo un'ampia "gamma di riforme complementari che cercano di raggiungere questo obiettivo e impostare l'Australia per il futuro, allineandola alle principali giurisdizioni del mondo".

12 raccomandazioni per la regolamentazione crypto

Le 12 raccomandazioni per il governo australiano sono le seguenti:

  • Introdurre un regime di licenza di mercato per gli exchange di valuta digitale, compresi l'adeguatezza patrimoniale, l'audit e i test della persona responsabile;
  • Istituire un regime di custodia o deposito per gli asset digitali con standard minimi;
  • Eseguire un esercizio di mappatura dei token per determinare il modo migliore per caratterizzare i vari tipi di token di asset digitali in Australia;
  • Introdurre una nuova struttura aziendale di organizzazione autonoma decentralizzata (DAO);
  • Garantire che le normative antiriciclaggio e antiterrorismo dell'Australia siano chiarite per assicurarsi che siano adatte allo scopo, non contrastino l'innovazione e tengano conto del motore della "travel rule" della Financial Action Task Force;
  • Modificare il regime di imposta sulle plusvalenze (CGT), in modo che le transazioni di asset digitali creino un evento CGT, solo quando generano effettivamente una plusvalenza o una perdita chiaramente definibile;
  • Modificare la legislazione pertinente in modo che le aziende che intraprendono il mining di asset digitali e le attività correlate in Australia ottengano uno sconto fiscale aziendale del 10% se si approvvigionano di energia rinnovabile per queste attività;
  • Garantire che il Tesoro australiano conduca una revisione politica della fattibilità di una valuta digitale della banca centrale al dettaglio (CBDC) in Australia;
  • Attraverso la Reserve Bank of Australia, attuare la raccomandazione dell'inchiesta della Australian Competition & Consumer Commission del 2019 sulla fornitura di servizi di conversione di valuta estera in Australia in modo che entro giugno 2022 sia messo in atto uno schema per soddisfare i requisiti di due diligence delle banche;
  • Per aumentare la certezza e la trasparenza sul de-banking, sviluppare un processo chiaro per le imprese che sono state de-banking. Questo dovrebbe essere ancorato all'Australian Financial Complaints Authority, un'entità che fornisce servizi alle entità autorizzate;
  • Invitare la banca centrale del paese a sviluppare requisiti di accesso comuni per la nuova piattaforma di pagamenti per ridurre la dipendenza delle società di pagamento dalle principali banche, per la fornitura di servizi bancari;
  • Introdurre un Global Markets Incentive per sostituire il regime dell'Offshore Banking Unit entro la fine del 2022.

" l'Australia è uno dei più significativi utilizzatori di criptovalute al mondo" 

Presieduto dal senatore Andrew Bragg, favorevole alle criptovalute, che rappresenta il Partito Liberale al governo, il comitato afferma che il 17% degli australiani possiede attualmente criptovalute, con un ulteriore 13% degli intervistati che dichiara di voler acquistare criptovalute nei prossimi 12 mesi.

Secondo il rapporto “questo rende l'Australia uno dei più significativi utilizzatori di criptovalute al mondo su base pro capite. L'Australian Taxation Office (ATO) ha notato un "drammatico aumento" del trading di criptovalute e altri asset digitali da parte degli australiani dall'inizio del 2020".

Nonostante ciò, "il settore degli asset digitali è ancora poco compreso dalle autorità di regolamentazione e dai governi in Australia", spingendo il comitato a "coinvolgersi ampiamente con le imprese e gli organismi di punta nel settore degli asset digitali, nonché con accademici e regolatori".

All'inizio di questo mese, Bragg ha dichiarato che il parlamento del paese potrebbe approvare una nuova legislazione per il settore delle criptovalute e della blockchain australiano nel 2022.

Inoltre il senatore ha detto "voglio che raccomandiamo cambiamenti drastici alle politiche che possono essere legiferati nei prossimi 12 mesi".
____

Seguici sui nostri canali social:

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN
 

Per saperne di più:
- Aussie Banks Reject Crypto Industry’s 'Bullying' Allegations
- Australian SMEs Catching Crypto Wave While An ETF In Works

- Bitcoin Big in Japan, Ethereum Dominant in Singapore, Australians Love Cardano 
- Le criptovalute resistono al controllo dei Regolatori