05 luglio 2021 · 3 min read

La Cina non ha ancora finito con la repressione sul Mining di Cripto

La Cina sembra pronta a dichiarare vittoria nella sua guerra con i miner di criptovalute, e potrebbe essere pronta ad emettere il colpo di grazia nel tentativo di bandire una volta per tutte l'estrazione di Bitcoin (BTC) dalle sue coste.

Fonte: Adobe/nyiragongo

Secondo un rapporto dell'Economic Times - ripubblicato da People's Daily, il portavoce dello stato cinese - molti miner stanno adottando un approccio "aspetta e vedi", e non si stanno ancora spostando all'estero per continuare le loro operazioni.

Tuttavia, l'autore del rapporto ha affermato che le reti di regolamentazione "rilassate" di nazioni come Canada, Russia e Kazakistan si stavano dimostrando sempre più attraenti per molti.

I commentatori hanno avvertito che la repressione delle criptovalute è tutt'altro che conclusa. Oltre al recente divieto all'estrazione industriale in una serie di punti caldi tradizionali e una repressione nel settore bancario e dei pagamenti elettronici, Pechino potrebbe avere in mente nuove restrizioni.

Anche con la repressione in atto, i commentatori hanno affermato che Pechino è desiderosa di chiudere le scappatoie legali ed appianare le rughe legislative che consentono ai minatori di continuare ad accumulare token tramite piattaforme di cloud mining. Le transazioni cripto interpersonali e da banco (OTC) rimangono legali, così come la proprietà delle criptovalute. Pechino non ha ancora fatto alcuna mossa esplicita per vietare ai miner di utilizzare fonti di energia pulita, anche se molti dei miner che recentemente sono stati obbligati a chiudere i negozi in aree come il Sichuan utilizzassero principalmente l'energia idroelettrica.

Dong Ximiao, capo ricercatore presso Zhaolian Finance e supervisore della School of Finance presso l'Università di Economia e Giurisprudenza di Zhongnan, ha affermato che la prima "richiesta esplicita di repressione dell'estrazione di Bitcoin e delle transazioni [bancarie] da parte di Pechino" è stata "senza dubbio una vera mossa", aggiungendo:

“Si pensa che presto arriverà un seguito. Con misure di vigilanza più forti e mirate, le normative saranno ancora più rigorose. Non si rilasseranno".

Il media ha aggiunto che il governo sembra essersi mosso per impedire ai principali motori di ricerca e alle piattaforme di social media di visualizzare risultati collegati ai principali exchange originati in Cina. Ciò significa che ricerche come Huobi e Binance non daranno risultati su piattaforme come Baidu e Weibo.

Indipendentemente da ciò, i media hanno riferito che alcuni miner sembrano vivere nella speranza. Costi di trasferimento proibitivi e scenari normativi incerti nei paesi in cui stanno valutando di trasferirsi stanno scoraggiando molti. "Alcuni miner hanno riposto le loro speranze sull'attuazione [lassista] delle politiche in vari luoghi", ha osservato l'autore. "Se queste politiche vengono attuate in modo approssimativo, c'è ancora spazio per la loro sopravvivenza".

Ma Dong Ximiao ha affermato che il "prossimo passo" di Pechino potrebbe rivelarsi fatale per queste speranze, in quanto "dovrebbero rimediare alle carenze legali il prima possibile per rendere la supervisione più efficace".

La Cina vuole vedere riduzioni radicali delle sue emissioni di carbonio già nel 2030 e Pechino ha ribadito che il Regno di Mezzo sarà carbon neutral entro il 2060.

Nel frattempo, il China Times ha riferito che le centrali idroelettriche "più piccole" (quelle con una capacità di 50.000 KW o meno) nelle province di Sichuan, Yunnan, Gansu e Guanxi stanno già iniziando a sentire il morso della repressione. Molte di queste stazioni sono state fortemente dipendenti dai miner di criptovalute negli ultimi anni. Il media ha aggiunto che tali stazioni richiedono un investimento iniziale "enorme" e "lunghi ritorni" sui costi iniziali.

Il proprietario di una centrale idroelettrica con sede nel Sichuan ha affermato di guadagnare "milioni" dalla vendita di energia ai minatori di Bitcoin, una fonte di reddito che ora è stata tagliata, costringendo alcuni proprietari a cercare di vendere le proprie centrali.

 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN   


____
Per saperne di più:
- Bitcoin Mining Difficulty Plummets While Miners Polish Their Image
- Crypto Mining Rigs ‘Selling Like Scrap Metal’ as Mainland China Mood Darkens

- Here’s What China’s Bitcoin Mining Crackdown 2.0 Looks Like
- Bukele Teases Volcano-powered Bitcoin Mining Center as Exchange Arrives

- Canaan Diversifies Business by Becoming a Bitcoin Miner In Kazakhstan
- Traditional Investors Sending an ESG Sign Important to Bitcoin Miners Too

- China Doubles Down On Crypto FUD By Recycling Old Warnings
- Bitcoin Miner Relocation Within China and Worst Case Scenario