Home NewsBlockchain News

La Cina promuove un altro hub blockchain, Alibaba si unisce all'iniziativa

Di Nicole Jao
La Cina promuove un altro hub blockchain, Alibaba si unisce all'iniziativa 101
La mucca d'oro in un tempio buddista, a Kunming, la capitale più grande città della provincia dello Yunnan. Fonte: iStock/Alex Potemkin

La provincia cinese sud-occidentale dello Yunnan ha aperto un nuovo centro blockchain che consentirà alle aziende di gestire una piattaforma di tracciabilità alimentare che combatterà anche la vendita di prodotti falsi, con Pechino che spera di creare un altro hotspot nazionale per la tecnologia.

Il nuovo centro è stato presentato ufficialmente domenica, secondo un report dal media outlet statale Xinhua.

Una serie di iniziative basate su blockchain saranno gestite dal nuovo centro, tra cui una nuova piattaforma blockchain per tracciare prodotti alimentari e di consumo - la prima piattaforma a livello provinciale nel suo genere nel paese.

Il nuovo centro è ospitato nel Wuhua Technology Industrial Park di Kunming, la capitale della provincia e la città più grande della provincia di Yunnan relativamente remota e meno sviluppata, un'area non nota per una preponderanza di imprese ad alta tecnologia.

La struttura contribuirà a promuovere l'adozione della blockchain nello Yunnan e creerà un nuovo hub nazionale per la tecnologia, secondo lo stesso rapporto.

Un totale di 24 aziende si sono già trasferite nel nuovo centro, tra cui il colosso dell'e-commerce Alibaba , la società blockchain con sede a Hangzhou Hyperchain e il fornitore di servizi blockchain con sede a Pechino (BaaS) Uni-Ledger.

La provincia ha anche introdotto quello che chiama il "Codice Pavone", una rete di aziende e fornitori che parteciperanno alla ricerca e all'approvvigionamento di beni prodotti localmente.

Lo Yunnan è uno dei maggiori produttori di prodotti agricoli del paese tra cui tabacco, tè, zucchero e caffè, mentre il pavone è considerato sacro dalle comunità delle minoranze etniche della provincia.

La piattaforma blockchain sarà inoltre utilizzata per svolgere una serie di altre funzioni, tra cui la gestione delle cartelle cliniche, la gestione delle prove legali, la fatturazione elettronica e il finanziamento della catena di fornitura - applicazioni già utilizzate in molte principali città cinesi.

Inoltre, la provincia ha formato un'alleanza dell'industria blockchain di aziende, organizzazioni, gruppi educativi e istituti di ricerca, con 38 membri provenienti da altre parti della Cina o dall'estero.

La provincia ha iniziato l'azione blockchain guidata dal governo nel 2019. Nel luglio dello scorso anno, la provincia ha introdotto il primo sistema di fatturazione basato su blockchain della Cina per le attrazioni turistiche, secondo il media CGTN.

La Cina sta continuando a perseguire l'adozione della tecnologia blockchain e ritiene che potrebbe diventare una delle nazioni leader del mondo in questo settore emergente.

Nell'ottobre dello scorso anno, il presidente cinese Xi Jinping ha invitato il Medio Regno a accelerare lo sviluppo e l'adozione della tecnologia blockchain , sottolineando la sua capacità di aiutare a ottimizzare i processi aziendali e ridurre i costi.

Più Articoli