Home News

Coinbase Pro aumenta le commissioni. Cosa potrebbe andare storto?

Di Sead Fadilpašić
Coinbase Pro aumenta le commissioni. Cosa potrebbe andare storto? 101
Source: Instagram, Coinbase

L'exchange di criptovalute Coinbase Pro, gestito dalla famosa società cripto con sede negli Stati Uniti Coinbase, ha fatto una mossa che ha reso i suoi clienti e il mondo cripto in generale piuttosto infelici - per i piccoli utenti alcune commissioni triplicheranno.

A partire da lunedì 7 ottobre, Coinbase Pro implementerà la sua nuova struttura di commissioni, che prevede un aumento delle fees. Per il livello più basso, transazioni inferiori a USD 10.000, la nuova commissione è fissata allo 0,50%. Si tratta di una modifica significativa, dato che attualmente la commissione maker per le transazioni inferiori a USD 10.000 è pari allo 0,15% e la commissione taker dello 0,25%.

Il loro annuncio afferma che questo aggiornamento "aumenterà leggermente le commissioni per i clienti di volume inferiore e ridurrà le commissioni per i clienti di volume elevato", mentre coloro che effettuano transazioni superiori a 50.000 USD al mese "potranno vedere una riduzione delle commissioni di negoziazione oppure nessuna modifica“.

Inoltre, sono stati introdotti tre nuovi livelli inferiori a 100.000 USD al mese: 0-10.000 USD; 10.000-15.000 USD; e 50.000-100.000 USD.

Nuovo schema tariffario: maggiore è il volume, minori sono le commissioni

Coinbase Pro aumenta le commissioni. Cosa potrebbe andare storto? 102
Source: Coinbase

In confronto, sull'exchange concorrente sempre basato negli Stati Uniti, Kraken, la maker fee più alta è 0.16%, mentre la taker fee più alta è 0.26%. Il debuttante sul mercato statunitense Binance.US ha commissioni fino allo 0.1%.

La reazione è stata praticamente istantanea con le persone che hanno detto di volersi spostare altrove, e che discutevano su quale fosse la migliore alternativa per loro, con COSS.io, Gemini, Binance, Hodl Hodl, LocalBitcoins, Voyager, e bisq tra i vari suggerimenti. Altri, come l'analista cripto Matt Westover ha chiesto a Coinbase Pro perché qualcuno dovrebbe fare trading sulla loro piattaforma, considerate le tariffe elevate, la mancanza di strutture e premi competitivi, nessun incentivo per attirare le balene, ecc.

E mentre Coinbase Pro afferma che l'aumento delle commissioni è il loro mezzo per aumentare la profondità del mercato e la liquidità, il criptoverso sembra essere in disaccordo.

Il famoso trader ed economista Alex Krüger ha condiviso la sua opinione anche su questo nuovo sviluppo, affermando che, mentre i broker dscount nei mercati tradizionali si stanno muovendo verso zero commissioni di negoziazione per i clienti, Coinbase sta facendo esattamente il contrario, aumentando le commissioni da marzo, aggiungendo inoltre come “Coinbase stia effettivamente sovvenzionando le commissioni pù basse del 60% per i trader con volumi più elevati con l'aumento del 233% delle commissioni per i trader con volumi più bassi."

Volume di trading su Coinbase Pro

Coinbase Pro aumenta le commissioni. Cosa potrebbe andare storto? 103
Source: coinpaprika.com

Nel frattempo, appena un giorno prima di questo annuncio, Coinbase ne ha fatto un'altro che diceva che la piattaforma ha lanciato il suo programma USD Coin (USDC) Rewards, in base al quale i clienti idonei provenienti dagli Stati Uniti guadagneranno 1,25% di premi in percentuale annua (APY) su ogni stablecoin USDC che hanno su Coinbase.

Inoltre , come riportato ieri, l'exchange ha ripreso i pagamenti in tempo reale nel Regno Unito, con le fonti che hanno familiarità con il dosseir che affermano che Coinbase è ora un cliente di ClearBank, una delle "banche sfidanti" del Regno Unito, dopo aver rotto con Barclays tre mesi fa.

Più Articoli