10 mar 2022 · 4 min read

Crypto community divisa sull'ordine esecutivo di Biden

Biden
Joe Biden. Fonte: Uno screenshot, Instagram/potus

 

I trader e gli investitori crypto americani dovranno probabilmente affrontare una nuova serie di normative, dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha emesso un ordine esecutivo intitolato: "Garantire uno sviluppo responsabile degli asset digitali". Il documento cerca di creare un quadro di normative più rigorose e secondo alcuni più coerente per il settore delle criptovalute.

Tuttavia, mentre alcuni hanno celebrato l'ordine, definendolo "sobrio" e sostenendo che porterà nuova legittimità al settore, oltre ad aggiungere uno spirito di equità, altri affermano che il documento è carente in aree chiave. Alcuni sostengono che si concentri troppo sulle valute digitali delle banche centrali (CBDC), token che per la maggior parte non esistono ancora.

Il documento spiega che il governo "deve rafforzare la leadership degli Stati Uniti nel sistema finanziario globale e nella competitività tecnologica ed economica", una misura che include "lo sviluppo responsabile delle innovazioni di pagamento e degli asset digitali".

Invita inoltre una pletora di agenzie governative a riferire all'esecutivo con le loro proposte su come governare il settore e creare protocolli di protezione dei clienti, richiedendo rapporti entro 90-180 giorni.

Il membro del Congresso Tom Emmer si è rivolto a Twitter per affermare che "è imperativo sviluppare una strategia per promuovere l'innovazione" nei settori delle criptovalute e della blockchain. Inoltre ha affermato che se gli osservatori dovessero "leggere tra le righe", si renderebbero conto che c'era una netta mancanza di menzione della decentralizzazione.

Ha scritto:

“ L'ordine non menziona nemmeno una volta la decentralizzazione. La disintermediazione della nostra economia consentirà a tutti gli americani, indipendentemente dalle circostanze, di decidere il proprio futuro, non una banca o una Big Tech o il governo".

Inoltre ha colpito l'attenzione riguardo la CBDC, spiegando che porre la "massima urgenza" sulla segnalazione della CBDC era problematico. Emmer ha scritto:

"Qualsiasi analisi di buon senso di una potenziale CBDC degli Stati Uniti che non è aperta, senza autorizzazione e privata indicherebbe che l'idea stessa è un disservizio per gli americani".

Il membro del Congresso ha criticato il capo della Securities and Exchange Commission (SEC), Gary Gensler, scrivendo che è stato "molto fortunato" che l'ordine "non chieda alla SEC di intervenire", poiché Gensler "ha passato l'anno scorso a intimidire gli innovatori e gli imprenditori crypto con la sua improduttiva regolamentazione, con dichiarazioni pubbliche e azioni di esecuzione".

Inoltre anche il gruppo di pressione sulle criptovalute Coin Center ha detto la sua, con Peter Van Valkenburgh, direttore della ricerca del centro, che ha dato una svolta positiva alle cose, affermando che "tutto sommato", l'ordine era "qualcosa di buono". Ha affermato che le carenze potrebbero essere risolte dalle agenzie "educando e informando", ma ha affermato: "Questo è ciò che amiamo fare".

Il capo del centro, Jerry Brito, è stato altrettanto positivo, spiegando che l'ordine era "un'ulteriore affermazione sul fatto che quando i funzionari osservano le criptovalute" la loro reazione è quella di riconoscerle come un' innovazione che gli Stati Uniti vorranno promuovere e guidare mitigando i rischi evidenti".

Non tutta la crypto community è d'accordo

Non tutti erano d'accordo su questo argomento.

Nonostante il capo della politica presso la Blockchain Association Jake Chervinsky abbia definito l'ordine un "buon inizio", molti nel thread sotto il suo post non erano d'accordo.

Qualcuno ha definito l'ordine un "nulla di fatto", mentre un altro ha affermato che "il linguaggio politico" nell'ordine le ha dato "la reazione opposta".

Altri hanno espresso scetticismo riguardo alla CBDC, con uno che ha commentato:

“Gli Stati Uniti sono stati fondati sul decentramento del potere. La centralizzazione di una valuta digitale è una cosa negativa per le persone a cui non piace che il governo gestisca le sue vite".

Gensler, nel frattempo, è entrato anche lui nella discussione, scrivendo che non vedeva l'ora di "collaborare con i colleghi di tutto il governo per raggiungere importanti obiettivi di politica pubblica".

Alcuni, tuttavia, non erano decisamente impressionati dai suoi sentimenti, ritenendo che la SEC avesse questioni più grandi da risolvere nel settore della finanza convenzionale.

Altri hanno intensificato l'ironia, riferendosi alla lotta legale in corso tra la SEC e i dirigenti della società fintech statunitense Ripple.

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______

Per saperne di più:
- Joe Biden firmerà un ordine esecutivo sugli asset digitali
- Le ultime mosse sulla regolamentazione crypto di USA e UE
- Bitcoin, Ethereum Slide, Liquidations Soar as Market Awaits US Inflation Numbers
- La Fed "procederà con cautela" con gli aumenti dei tassi
-La guerra in Ucraina solleva interrogativi sul ruolo di BTC
-Il dibattito sulla decentralizzazione si riscalda di nuovo