Ne abbiamo veramente bisogno? La SEC accende il dibattito sul controverso ETF Bitcoin

Linas Kmieliauskas
| 2 min read

La U.S. Securities and Exchange Commission (SEC) ha detto che ha bisogno di più tempo prima di prendere una decisione finale riguardo all’ETF (Exchange Traded Fund) di Bitcoin e ha chiesto a tutti di aggiungere ulteriori commenti. E ora il cryptoverso sta ancora discutendo la necessità di questo strumento di investimento che potrebbe portare più investitori istituzionali nel mercato cripto, ma potrebbe anche causare altri problemi.

Source: iStock/Photographer, Filmmaker, Designer

Lunedi, la SEC ha rimandato di nuovo la sua decisione riguardo la richiesta di approvazione di VanEck (un provider ETF) dei suoi ETF Bitcoin. La nuova scadenza per la decisione è il 19 agosto e può essere rimandata fino a ottobre.

Se approvato, VanEck avrebbe il permesso di listare negli Stati Uniti il primo ETF completamente supportato da bitcoin "fisici" nelle sue riserve, che molti ritengono un enorme catalizzatore per il prezzo del bitcoin.

“Dato che i loro [SEC] problemi sono con il sottostante mercato dei Bitcoin, non capisco perché non lo neghino piuttosto che avvinghiare il fan con false speranze ", secondo l’analista di Bloomberg Intelligence Eric Balchunas.

Poiché il ritardo era già anticipato, molti hanno considerato questa decisione come un non-evento: il prezzo del bitcoin è persino salito dopo l’annuncio prima di correggere più basso. In questo istante (06:07 UTC), il bitcoin si scambia a 7.900 USD e scende dell’1.25% nelle ultime 24 ore.

In entrambi i casi, questo "non evento" ha rinnovato i dibattiti sulla necessità che un ETF spinga mercato verso l’alto.

Ad esempio, Andy Bromberg, cofondatore di CoinList, una piattaforma di vendita di token, dice che non è sicuro che l’ETF di Bitcoin sia così importante.

"Stiamo vedendo sempre più che i broker per privati ofrono bitcoin ai loro clienti. Quando vedi questo, quando vedi un’adozione sempre più diffusa, non hai più bisogno dell’ETF ", ha detto a Yahoo Finance.

Tuttavia, l’economista e trader Alex Krüger dubita che l’approvazione di un ETF Bitcoin da parte della SEC "possa essere un grosso problema e farebbe molto per legittimare le cripto agli occhi degli investitori istituzionali con grandi capitali."

Nel frattempo, un altro argomento contro il Bitcoin ETF è stato presentato nell’agosto 2018 quando due figure di spicco del mondo cripto – Andreas Antonopoulos e Nick Szabo – hanno messo in guardia sul fatto che un ETF approvato "potrebbe causare più problemi di quanto sia benefico".

"Penso che sia una pessima idea. <…> Gli ETF fondamentalmente violano il principio di base del denaro peer-to-peer, in cui ogni utente opera non attraverso il custode, ma ha un controllo diretto del proprio denaro, perché ha il controllo diretto delle proprie chiavi. Le tue chiavi – i tuoi bitcoin, se non hai le chiavi – non hai i bitcoin, "Antonopoulousha detto a quel punto aggiungendo che l’ETF di Bitcoin diventerà uno strumento per manipolare i prezzi dei bitcoin, per creare discussioni su scaling e forking.

Puoi condividere la tua opinione sugli ETF Bitcoin con la SEC qui.