. 4 min read

Dogecoin in declino secondo i dati di Google Trends – È il momento di vendere DOGE?

Dogecoin

Negli ultimi due mesi abbiamo assistito ad una vera e propria frenesia per le meme coin, ma sembra che l’interesse stia diminuendo e molti esperti temono che Dogecoin possa essere il prossimo a crollare.

La stagione delle meme coin si è accesa  ad Aprile 2023, quando è entrata in scena Pepe Coin (al momento al n.71 nella classifica), visto che ha acquisito una trazione esplosiva che ha portato ad un guadagno del 50.000 % per i primi investitori.

Nel frattempo i capitali si sono riversati anche sulle altre crypto Spongebob token ($SPONGE) e Copium ($COPIUM) ed entrambe hanno superato in poche ore decenni di crescita del mercato azionario.

La frenesia per le Memecoin è finita?


La diminuzione delle ricerche riguardo alle meme coin, evidenziata dai recenti dati di Google Trends, getta un’ombra di incertezza sul futuro della loro narrativa, sollevando preoccupazioni nel mercato.

Dogecoin
Google Trends / Meme coin

Questo potrebbe essere piuttosto devastante per gli holder degli exchange, visto che l’enfasi potrebbe presto esaurirsi.

E mentre le meme coin potrebbero riaccendersi con la bull run prevista per il 2024, per il momento le prospettive non sembrano favorevoli.

Analisi del prezzo di Dogecoin: Rischio di crollo?


I valori delle meme coin si stanno inasprendo e Dogecoin (DOGE) non sembra aver fatto eccezione, con un calo del 25% registrato negli ultimi 37 giorni.

Al momento DOGE è scambiato a livello di 0,07 dollari (con una variazione di 24 ore pari a -0,14%).

Dogecoin
TradingView / DOGE USDT

Dopo tre settimane di consolidamento intorno al livello di supporto critico sopra i 0,07 dollari, Dogecoin mostra segni di affaticamento nel tentativo di formare una struttura a double bottom, che al momento sta perdendo terreno al ribasso.

Questa azione di prezzo ribassista è stata guidata principalmente da una resistenza localizzata della MA20 discendente, che ha soffocato le oscillazioni al rialzo per quasi 40 giorni.

Mentre il 2 maggio la MA20 di Dogecoin è scesa al di sotto della MA200, formando una temuta death cross che potrebbe segnare un disastro per la struttura tecnica del 2023.

Nonostante i pump di Pepe coin e Spongebob, la pressione d’acquisto generata dall’hype intorno alle meme coin non è riuscita a innescare una crescita significativa per DOGE.

Osservando gli indicatori, però, sembra che la situazione sia positiva. L’RSI si è raffreddato fino a raggiungere un significativo segnale di ipervenduto a 37. Questa bandiera rialzista è ulteriormente confermata.

Questa bandiera rialzista è anche confermata dal MACD, che presenta una divergenza rialzista marginale a 0,00008, che riflette un consolidamento ben difeso di fronte al modello death cross.

E visto che il numero delle  ricerche relative alle meme coin  è in calo, sembra che Dogecoin abbia perso l’opportunità per registrare un pump. Con Dogecoin che continua a sperimentare un trend ribassista, le prospettive per questa meme coin appaiono negative.

Anche se un’eventuale inversione al rialzo potrebbe verificarsi a causa di una consolidata fase di mercato, questa potrebbe essere limitata dalla resistenza rappresentata dalla MA20 discendente, che costituisce un livello chiave da conquistare per gli acquirenti di DOGE.

Dogecoin

TradingView / DOGE USDT

Quindi Dogecoin ha un obiettivo di rialzo appena sopra la MA20 (che rappresenta un passaggio da resistenza a supporto) a 0,075 dollari (un possibile aumento del +5,78%).

Il rischio di ribasso, però, potrebbe essere massiccio, con una caduta verso un livello di prezzo inferiore a 0,65 dollari (un potenziale calo del -8,32%).

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Alternativa a Dogecoin


Meme Coin

Fonte / Wall Street Memes

Mentre osserviamo da vicino i movimenti di prezzo a breve termine di Dogecoin, è saggio mantenere uno sguardo lungimirante e adottare strategie per proteggere i profitti nel settore delle meme coin.

E questo è possibile grazie a Wall Street Memes. Il progetto è stato creato per essere la prossima grande meme coin, simile a giganti come Dogecoin, Pepe coin e Shiba Inu. Il token $WSM porta con sé una miscela unica di tendenza internet e acume finanziario.

In un attimo $WSM è riuscito a raccogliere oltre 130.897 dollari con un obiettivo iniziale di 500.000 dollari, e visto che il prezzo nella fase successiva è fissato a 0,0253 dollari, la prevendita è pronta per un’imminente impennata del prezzo.

Il team dietro Wall Street Memes ha già ottenuto successo con iniziative precedenti, come ad esempio la raccolta di Wall Street Bulls NFT, che si è esaurita in soli 32 minuti, raccogliendo la cifra di 2,5 milioni di dollari.

Proprio come Dogecoin, il token Wall Street Memes ($WSM) ha il potenziale per riscrivere le regole del mondo delle memecoin.

E con una forte community emergente e una roadmap ambiziosa, non si può negare il potenziale di questo asset digitale. Il progetto sta già suscitando un notevole interesse, visto che ha venduto 100.000 dollari di token in pochi minuti dopo il suo annuncio.

Inoltre gli analisti prevedono un guadagno di 100 volte superiore una volta che il token varrà listato negli exchange, come ad esempio Binance.

La partecipazione alla prevendita rappresenta, quindi, un’opportunità strategica per diversificare gli investimenti in un asset in rapida crescita, una mossa prudente per preservare i profitti dalla volatilità del mercato che potrebbe manifestarsi prima del 2024.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili