21 maggio 2021 · 3 min read

Banca Centrale Olandese costretta a togliere il requisito di verifica dei wallet cripto

In una decisione epocale per l'industria delle criptovalute del paese, un'ordinanza del tribunale ottenuta dall'exchange olandese di bitcoin (BTC) Bitonic è riuscita a costringere la De Nederlandsche Bank (DNB) ad eliminare il suo controverso requisito di verifica del portafoglio.

Fonte: Adobe / gesrey

L'azienda ha contestato la misura presso un tribunale di Rotterdam, sostenendo che le regole imposte di Know Your Customer’s Customer(KYCC) hanno esercitato pressioni sull'exchange per violare la privacy dei suoi utenti.

Bitonic ha detto in una dichiarazione:

“Ieri sera abbiamo ricevuto una decisione da De Nederlandsche Bank (DNB) in ​​merito all'obiezione presentata da Bitonic, riguardo al cosiddetto requisito di verifica del portafoglio. Il regolatore ha formalmente riconosciuto il punto di vista di Bitonic secondo cui il requisito presentato era illegale e non avrebbe mai dovuto essere effettuato durante la registrazione".

L'exchange cita la dichiarazione ufficiale della banca, formulata dopo che un'ordinanza emessa dal tribunale distrettuale di Rotterdam ha invitato la DNB a migliorare la motivazione alla base del suo requisito di registrazione.

La "DNB dichiara fondata l'obiezione e revoca la sua decisione primaria del 17 novembre 2020", ha detto la banca, come citato da Bitonic.

L'exchange ha affermato che avrebbe rimosso le misure di verifica del portafoglio il prima possibile. "Ad esempio, non chiederemo più per tutte le transazioni una copia dello screenshot del tuo portafoglio. Esamineremo ulteriormente quali altre semplificazioni sono possibili", hanno spiegato.

Simon Lelieveldt, Consulente per la Conformità di Bitonic, ha dichiarato a Cryptonews.com che la società ha ricevuto numerosi reclami sulle violazioni della privacy da parte dei suoi clienti ed è stata lieta che la questione sia stata risolta a vantaggio degli utenti dell'exchange e della loro privacy.

"Prima di tutto, siamo molto felici per i nostri clienti. E ci complimentiamo con la banca centrale per la decisione di revocare il loro precedente requisito", ha detto Lelieveldt.

"Riteniamo, tuttavia, che sia necessaria un'ulteriore indagine da parte del parlamento su ciò che è andato storto e suggeriamo che accelerino un processo di valutazione su questa questione", ha aggiunto.

Cryptonews.com ha anche contattato la banca centrale olandese con una richiesta di commento.

Bitonic ha affermato di sperare che la decisione storica avrà un impatto sul più ampio processo decisionale per l'industria cripto olandese.

“Ci auguriamo che i politici riflettano ulteriormente sulla questione. Come risultato di questa situazione, l'intero settore deve far fronte inutilmente a costi e oneri amministrativi elevati, mentre sono già stati emessi avvisi in anticipo sulla violazione della privacy dei cittadini e sul rischio di eccessiva supervisione”, ha concluso l'exchange.

Lo scorso novembre, la banca centrale ha registrato Bitonic come fornitore di servizi cripto, rendendo la registrazione condizionata dalle scelte della banca, e richiedendo alla piattaforma di implementare misure di controllo speciali. Queste misure dovevano essere utilizzate allo scopo di verificare il possesso e l'uso di portafogli e indirizzi-cripto da parte dei clienti dell'exchange.

Al momento della registrazione, Bitonic ha affermato che era necessario verificare l'identità degli utenti tramite carte d'identità, passaporti e/o patenti di guida e collegare i portafogli BTC alle identità in modo simile a come le banche creano conti bancari individuali per i propri clienti.

Un documento politico rilasciato dalla DNB richiede inoltre che nelle "transazioni da e verso portafogli esterni, i fornitori di servizi cripto devono essere in grado di verificare efficacemente l'identità di una relazione con una persona o entità giuridica come indicato nelle norme sulle sanzioni".

____

Per saperne di più:
- Bitcoin Exchange Takes Central Bank To Court
- ‘Ridiculous’ Registration Fees Force Dutch Bitcoin Exchange out of Business

- Argentina Central Bank Tells Banks: Give Us Data on Crypto Transactions
- As Bitcoin's Taproot Nears, Ex-CIA Director's Paper Raises Privacy Concerns

- Don't Take Your Privacy For Granted As Regulators Get Anxious About Crypto
- European Police Forces Want Tougher KYC Measures for Crypto Industry