È troppo tardi per acquistare Bitcoin? Ecco cosa dicono gli esperti

Massimo De Vincenti
| 3 min read

Dopo il rapido aumento del prezzo scatenato dalla fake news che la United States Securities and Exchange Commission (SEC) aveva approvato un fondo comune di investimento (ETF) basato su Bitcoin (BTC), la principale criptovaluta si è stabilizzata un po’ ma continua a essere scambiata sopra i 28.000 dollari, portando molti a chiedersi se sia troppo tardi per comprarla.

Distribuzione del prezzo realizzato degli UTXO di Bitcoin. Fonte: Ali Martinez/Glassnode

Non è troppo tardi


“La maggior parte di chi investe nel mercato delle criptovalute, con menzione particolare per investitori istituzionali come MicroStrategy di Michael Saylor e Tesla di Elon Musk, hanno acquistato Bitcoin tra i 25.000 e i 30.000 dollari, rendendo questa fascia una pietra miliare nella storia di BTC”, ha dichiarato oggi l’esperto di trading Ali Martinez.

“Ciò significa che non è ancora troppo tardi per acquistare l’asset a un prezzo conveniente e che aspettare che scenda a 20.000 dollari potrebbe non essere la decisione di investimento più saggia in questo momento. Quindi se qualcuno dice ‘È troppo tardi per comprare BTC’ o ‘Aspetta i 20.000 dollari’, per favore ignorateli!'”

Un altro esperto di fama, Michaël van de Poppe, ha osservato che Bitcoin stava “assorbendo liquidità da parte dei trader long”, suggerendo che “potrebbe esserci un test nell’area tra 27.600 e 27.800 dollari. Inoltre, le zone di 27.700 e 27.300 dollari rappresentano delle opportunità per posizioni long.”

Analisi dell’andamento del prezzo di Bitcoin. Fonte: Michaël van de Poppe

Nel frattempo, la criptovaluta principale era scambiata al prezzo di 28.367 dollari, registrando un calo dello 0,61% nelle ultime 24 ore ma comunque un aumento dell’5,84% nell’arco degli ultimi sette giorni e un guadagno del 5,55% nel suo grafico mensile.

Grafico dei prezzi di Bitcoin a 7 giorni. Fonte: Finbold

Tutto considerato, dunque, potrebbe non essere troppo tardi per acquistare Bitcoin ma l’impressione è che ci sia spazio anche per investimenti su progetti che appaiono in grado di restituire rendimenti superiori e sopratutto in un lasso di tempo più breve. Un esempio? Bitcoin Minetrix.

L’alternativa rappresentata da Bitcoin Minetrix


La prevendita di Bitcoin Minetrix (BTCMTX) ha superato il traguardo di 1 milione di dollari, ignorando le incertezze e le tendenze al ribasso prevalenti nel mercato. Ma come si spiega tanto entusiasmo?

Il punto chiave di Bitcoin Minetrix è il suo originale modulo di reddito passivo chiamato ‘stake-to-mine’. Questo meccanismo avanzato consente agli utenti di depositare i loro token BTCMTX in cambio di crediti di mining non trasferibili.

Questo nuovo concetto di cloud mining, così diverso e trasparente rispetto a quelli visti finora, ha rapidamente guadagnato popolarità nelle comunità crypto, attirandone velocemente l’attenzione e l’interesse.

Alta Rilevanza di Mercato e Notevole Potenziale di Crescita

La crescente popolarità di Bitcoin Minetrix sta, come accennato, nello ‘stake-to-mine’ ma anche in come abbassi le barriere finanziarie e tecniche per accedere al mining di BTC, che rimane una fonte di guadagno altamente redditizia.

Ma purtroppo, è tecnicamente e finanziariamente inaccessibile per la maggior parte degli investitori di criptovalute. Questa consapevolezza è stata l’ispirazione per il lancio di Bitcoin Minetrix.

In concreto, per prima cosa, è necessario acquistare $BTCMTX, che serve come valuta primaria per pagamenti e ricompense all’interno dell’ecosistema.

Questo è l’unico investimento iniziale richiesto dalla piattaforma. A differenza del mining tradizionale di BTC e del cloud mining, in cui l’investimento iniziale obbliga spesso all’esborso di una grossa somma di denaro per l’acquisto dell’hardware.

Tra l’altro i token $BTCMTX possono essere venduti sugli exchange di criptovalute in qualsiasi momento, non vincolando a lunghi contratti e abbonamenti.

Una volta effettuato l’acquisto, il passo successivo è quello di fare lo staking dei propri token nel contratto intelligente. Da quel momento si inizieranno ad accumulare le ricompense.

Nonostante lo ‘stake-to-mine’ non sia ancora attivo, è comunque possibile, già nella prevendita, cominciare a guadagnare ricompense di staking (sotto forma di token $BTCMTX).

Quando il modulo sarà disponibile, si riceveranno crediti di cloud mining (sotto forma di token ERC20 non trasferibili), che potranno essere convertiti in ricompense di mining di BTC.

$BTCMTX Ripercorrerà la Strada di BTC?


BTC è la criptovaluta più grande al mondo, con una capitalizzazione di mercato di 530 miliardi di dollari. $BTCMTX, essendo un derivato, è improbabile che riesca a ricalcare le gesta dell’illustre antenato.

Quello che appare probabile, però, è che $BTCMTX superi BTC nei prossimi due o tre anni grazie alla sua bassa capitalizzazione di mercato iniziale e al notevole spazio per la crescita.

Così da offrire rendimenti molto superiori a quelli di Bitcoin al momento del lancio del token. Che, dal punto di vista degli investitori, è quello che conta di più.

Qui trovate la nostra: Guida passo passo per acquistare BTCMTX

 

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Segui Cryptonews Italia sui canali social