14 luglio 2021 · 4 min read

La BCE avvia il progetto sull'Euro digitale con un'indagine di due anni

La Banca centrale europea (BCE) ha appena annunciato che l'Eurosistema ha lanciato ufficialmente il suo progetto di valuta digitale della banca centrale (CBDC) per prepararsi "alla possibile emissione di un euro digitale".

euro digitale BCE christine lagarde

Source: Adobe/Christian

Il Consiglio direttivo della BCE ha deciso oggi di avviare la fase di indagine per un progetto sull'euro digitale, che durerà 24 mesi, si legge nel comunicato.

In termini concreti, la decisione comporta che la banca impegnerà le risorse necessarie per progettare un prodotto commerciabile, ha affermato nel suo post il membro del consiglio di amministrazione della BCE Fabio Panetta, presidente della task force di alto livello sull'euro digitale.

"Ma la decisione sull'emissione o meno di un euro digitale arriverà solo in una fase successiva", ha aggiunto Panetta.

Cosa ha osservato Christine Lagarde

La presidente della BCE Christine Lagarde ha osservato che la decisione arriva nove mesi dopo che la banca ha pubblicato il suo rapporto sull'euro digitale, durante i quali ha "effettuato ulteriori analisi, chiesto input a cittadini e professionisti e condotto alcuni esperimenti, con risultati incoraggianti".

Lagarde ha aggiunto che,

"Tutto questo ci ha portato a decidere di cambiare marcia e avviare il progetto dell'euro digitale. [...] Il nostro lavoro mira a garantire che nell'era digitale cittadini e imprese continuino ad avere accesso alla forma di denaro più sicura, il denaro della banca centrale”.

La fase di indagine di due anni affronterà questioni chiave relative alla progettazione e alla distribuzione, afferma l'annuncio, poiché un euro digitale deve soddisfare le esigenze degli europei e aiutare a prevenire attività illecite, evitando al contempo qualsiasi impatto indesiderato sulla stabilità finanziaria e sulla politica monetaria.

"Ciò non pregiudicherà alcuna futura decisione sulla possibile emissione di un euro digitale, che arriverà solo in seguito. In ogni caso, un euro digitale integrerebbe il denaro, non lo sostituirebbe", ha ribadito la banca.

Durante questa fase di indagine, l'Eurosistema, che comprende la BCE e le banche centrali nazionali degli Stati membri la cui moneta è l'euro, si concentrerà su un possibile disegno funzionale basato sulle esigenze degli utenti, introducendo dei focus group, prototipazione e lavoro concettuale, dice il comunicato.

Per Panetta, la BCE si impegnerà con il Parlamento europeo ed altri responsabili politici europei, che la BCE informerà regolarmente sui risultati. "Saranno coinvolti anche i cittadini, i commercianti e l'industria dei pagamenti", ha affermato.

Inoltre, in questa fase verranno esaminati i casi d'uso che un euro digitale dovrebbe fornire e questi casi d'uso devono raggiungere l'obiettivo di avere "una forma di moneta digitale della banca centrale priva di rischi, accessibile ed efficiente".

L'impatto nel mercato che l'euro digitale può avere 

Questa fase fornirà inoltre una valutazione del possibile impatto nel mercato che un euro digitale può avere. Identificherà le opzioni di progettazione per garantire la privacy ed evitare rischi per i cittadini, gli intermediari e l'economia della zona euro e definirà un modello di business per gli intermediari vigilati all'interno di questa zona.

Ci sarà un gruppo di market advisory incaricato di tenere conto delle opinioni di potenziali utenti e distributori sull'euro digitale, che sarà poi discusso dall'Euro Retail Payments Board.

Anche il lavoro tecnico sull'euro digitale con la Commissione europea sarà intensificato.

La banca centrale non ha perso occasione per criticare il bitcoin decentralizzato (BTC), affermando che "un'infrastruttura digitale in euro sarebbe rispettosa dell'ambiente: per le architetture testate [negli ultimi nove mesi], la potenza utilizzata per eseguire decine di di migliaia di transazioni al secondo [tps] è trascurabile rispetto al consumo energetico di criptovalute come bitcoin."

In questo periodo precedente, la BCE e le banche centrali degli Stati membri avevano condotto degli esperimenti sulle seguenti questioni:

  • il libro mastro digitale dell'euro;
  • privacy e antiriciclaggio;
  • limiti all'euro digitale in circolazione;
  • l'accesso dell'utente finale mentre non è connesso a Internet e facilitando l'inclusività con dispositivi appropriati.

 

Affermano di non aver trovato rilevanti ostacoli tecnici a nessuna delle opzioni di progettazione valutate. L'Eurosystem TARGET Instant Payment Settlement (TIPS), così come alternative come la blockchain, si sono dimostrati entrambi in grado di elaborare più di 40.000 tps. Ha aggiunto che "gli esperimenti hanno anche suggerito che sono possibili architetture che combinano elementi centralizzati e decentralizzati. "

La CBDC "toccherà la vita delle persone in un modo molto intimo"

La CBDC "toccherà la vita delle persone in un modo molto intimo", ha detto Lagarde a Bloomberg Television domenica. "Quello che abbiamo sentito dalle persone è che vogliono che la privacy sia protetta. Ma allo stesso tempo dobbiamo assicurarci che non acceleri il riciclaggio di denaro o il finanziamento del terrorismo, quindi su ogni aspetto dobbiamo trovare il giusto equilibrio".

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN   

____
Per saperne di più: 
- CBDC Shilling and Bitcoin Bashing Might Reach the G20 Level
- Some Central Bankers Show Interest in Bitcoin; Inflation Fears Mount