23 apr 2022 · 4 min read

The Merge di Ethereum potrebbe ridurre la domanda di BTC

 

Fonte: Adobe/Travers

 

Un insider del settore sostiene che la transizione di Ethereum (ETH) al proof-of-stake (PoS), noto come The Merge, probabilmente porterà alcuni attuali detentori di bitcoin (BTC) a spostare parte del loro capitale in ETH. Altri, nel frattempo, affermano che, nonostante un rendimento sugli ETH sia interessante, il controllo normativo indica che ci sarà maggiore incertezza per gli investitori di Ethereum.

Kosala Hemachandra, fondatore e CEO del popolare wallet di ETH MyEtherWallet, ha sottolineato, in un commento a Cryptonews.com, il principale vantaggio per gli investitori ETH, una volta completato The Merge, ovvero che "gli utenti potranno puntare e non ci sarà alcun costo iniziale", 

Hemachandra ha affermato di ritenere che "molti possessori di bitcoin" si sposteranno su ethereum per poter mettere in gioco i loro token e guadagnare un rendimento dal loro investimento.

La transizione della rete Ethereum al meccanismo del consenso proof-of-stake arriva in un momento in cui sempre più investitori istituzionali vengono coinvolti nel panorama delle criptovalute, con la maggior parte finora che ottiene esposizione solo a BTC.

Tuttavia, con la crescente pressione da parte di gruppi che affermano che il meccanismo di consenso proof-of-work (PoW) di Bitcoin utilizza troppa energia e quindi non è ecologico, le istituzioni finanziarie potrebbero interessarsi di più a Ethereum.

Vale la pena notare che non è nota al pubblico una linea temporale precisa per il passaggio di Ethereum a PoS. Le migliori stime per quando avverrà The Merge si basano quindi sui commenti dei principali sviluppatori sul progetto, che indicano il completamento nella seconda metà del 2022 o all'inizio del 2023.

Le stime su quando avverrà l'attesissimo Merge di Ethereum sono state rimandate diverse volte in passato e fino a poco tempo fa l'evento doveva verificarsi tra maggio e giugno di quest'anno.

Nonostante la sequenza temporale poco chiara, Hemachandra di MyEtherWallet è certo che ETH diventerà più popolare tra gli investitori che cercano un rendimento.

"ETH diventerà sicuramente più attraente e redditizio in quanto sarà la più grande blockchain a offrire soluzioni di staking e rendimenti interessanti", ha affermato Hemachandra, aggiungendo che Bitcoin "avrà sempre un ruolo nell'ecosistema blockchain".

ETH è "superiore" dal punto di vista ESG, ma le preferenze potrebbero cambiare

Nel frattempo, secondo Ben Caselin, responsabile della ricerca e della strategia presso l'exchange di criptovalute AAX, The Merge potrebbe far vedere ETH come "superiore" a BTC agli occhi di un certo gruppo di investitori, "quando inquadrato con un ESG [Environmental, Social, e governance]”.

Tuttavia, Caselin ha aggiunto che questa narrativa potrebbe facilmente modificarsi e ha affermato che "le preferenze istituzionali potrebbero cambiare" man mano che la comprensione di Bitcoin e PoW cresce.

Caselin ha affermato che una cosa importante da notare sulla transizione di ETH verso un asset generatore di rendimento è come lo guarderanno i regolatori. Secondo Caselin, negli Stati Uniti, la Securities and Exchange Commission (SEC) ha già comunicato di non essere troppo entusiasta di prodotti a rendimento o fruttiferi, e questo ha influito negativamente su piattaforme come BlockFi e Celsius (CEL).

L'incertezza normativa sul futuro di ETH potrebbe quindi spaventare alcuni potenziali investitori e in particolare istituzioni con grandi quantità di capitale da allocare.

Inoltre Caselin ha affermato che di conseguenza, bitcoin, come probabilmente la criptovaluta più decentralizzata, potrebbe trarne vantaggio indipendentemente dal fatto che The Merge abbia successo o meno dal punto di vista tecnico.

“continuare ad accumulare BTC in questi anni potrebbe effettivamente essere il modo migliore per andare avanti. Perché nonostante ciò in cui tutti credono - o sperano - bitcoin e i più ampi mercati delle criptovalute spesso sfidano le aspettative", ha detto Caselin a Cryptonews.com.

Caselin ha aggiunto che ETH potrebbe "in effetti salire a 10.000 USD o oltre entro la fine dell'anno, ma è improbabile che ci arrivi senza che BTC non superi almeno i 120.000 USD", osservando che BTC ed ETH "si muovono ancora all'unisono, fino a quando un giorno, non lo faranno".

Il prezzo di ETH e BTC

Alle 14:02 UTC di venerdì, BTC è stato scambiato a 40.293 USD, in calo di quasi il 6% in un giorno e in aumento di oltre l'1% in una settimana. ETH è sceso di oltre il 5% in un giorno ed è rimasto quasi invariato in una settimana, ed è stato scambiato a 2.993 USD.
 

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______

Per saperne di più:
- Fan della PoS attaccano PoW per cattiveria - CEO di Kraken
- La prima Shadow Fork di Ethereum è stata un successo

- Ethereum Staking Sees Accelerating Growth Ahead of Merge
- Principali argomentazioni su Ethereum e la sua fusione a PoS
- Buterin Claims Ethereum Simplicity is Still Possible, as Developers Warn of Increasing Complexity
- Bitcoin Maintains Dominance Despite Massive Proliferation of Altcoins
- Mozilla non accetterà crypto PoW per problemi energetici

- L'Economia Ethereum è un castello di carte
- Perché ETH è Lontano dall'Essere "Denaro ad Ultrasuoni"