Home NewsBitcoin News

Il "mining esclusivo" può essere utilizzato per il riciclaggio di denaro e l'evasione fiscale - Rapporto

Di Sead Fadilpašić
Il "mining esclusivo" può essere utilizzato per il riciclaggio di denaro e l'evasione... 101
Fonte: Adobe/Galina_lya

I minatori di Cryptoasset sono incentivati ​​a mantenere segrete le transazioni, ha affermato un recente documento, avvertendo che il tipo di mining chiamato "esclusivo" consente loro di farlo mentre può essere utilizzato anche per l'evasione fiscale e il riciclaggio di denaro.

"Gli autori osservano che i nodi blockchain non hanno alcun incentivo a inoltrare nuove transazioni ai loro colleghi. In effetti, i i miner hanno l'incentivo a fare il contrario e a mantenere segrete le transazioni nella speranza di essere gli unici a poter guadagnare le commissioni di transazione associate", ha detto in un documento il Dr. Elias Strehle del Blockchain Research Lab e Lennar Ante della Università di Amburgo .

A seguito di una nuova transazione blockchain, "il passaggio successivo di solito è sensibilizzare i minatori facendola propagare attraverso la rete peer-to-peer [P2P] della blockchain", ma esiste "un'alternativa non intenzionale alla propagazione peer-to-peer," sostengono, chiamato "mining esclusivo".

Il mining esclusivo funziona attraverso una "collusione tra un iniziatore di transazione e un singolo miner (o pool di mining)", in base al quale questo iniziatore invia una transazione tramite un canale privato esterno alla blockchain direttamente a questo miner o pool di mining, e non attraverso la rete P2P. In questo modo, il minatore ottiene il diritto esclusivo di confermare quella transazione e raccogliere la ricompensa. Una volta confermata, la transazione viene già aggiunta alla blockchain come qualsiasi altra, ed è allora che altre persone ne vengono a conoscenza.

Secondo il documento, ci sono tre possibili motivazioni alla base del mining esclusivo: ridurre la volatilità dei costi di transazione; nascondere le transazioni non confermate dalla rete per evitare il frontrunning; e camuffare i trasferimenti di ricchezza come costi di transazione per evadere le tasse o riciclare denaro.

"Poiché i costi di transazione rappresentano un reddito regolare per i minatori, i costi di transazione significativamente aumentati potrebbero essere utilizzati per riciclare denaro colluso con un minatore", afferma il giornale. Tutti i fondi del promotore possono essere trasmessi al minatore tramite commissioni di transazione, il minatore dichiara quelli insieme alle commissioni "pulite" come reddito regolare e quindi li scambia con fiat su exchange cripto.

"Mentre Bitcoin ed Ethereum sono attualmente più adatte a questo proposito, sono anche le due blockchain in cui è più difficile estrarre blocchi a intervalli regolari. [...] I criminali potrebbero vedere le reti blockchain più piccole come veicoli più adatti per il riciclaggio di denaro o l'evasione fiscale tramite mining esclusivo, "diceva il giornale.

Più Articoli