16 giu 2022 · 5 min read

La Fed alza i tassi di 75 punti base, BTC ed ETH salgono

 

 

Il presidente della Fed Jerome Powell. Fonte: uno screenshot video, Youtube/Federal Reserve

Mercoledì, la Federal Reserve (Fed) statunitense ha alzato i tassi di 75 punti base, in linea con le previsioni della maggior parte degli analisti. Le criptovalute hanno reagito principalmente scambiando al rialzo nella prima ora dopo l'annuncio della notizia.

Nella dichiarazione della Fed si legge: "[...] il Comitato ha deciso di aumentare l'intervallo target per il tasso sui fondi federali da 1-1/2 a 1-3/4 percento e prevede che i continui aumenti nell'intervallo target saranno appropriati".

Il prezzo di BTC ed ETH dopo la notizia

Bitcoin (BTC) ha reagito alla notizia scambiando immediatamente al ribasso sul mercato, prima di invertire successivamente al rialzo. 1 ora dopo l'annuncio, la criptovaluta numero uno era salita del 2% a 21.560 USD. Allo stesso tempo, ethereum (ETH) è salito di un 6% molto più forte a 1.180 USD. Le azioni hanno reagito in modo simile, con l'ampio indice S&P 500 in aumento dello 0,17% nella prima ora successiva all'annuncio.

Fed prevede di iniziare a tagliare i tassi nel 2024

La dichiarazione odierna della Fed ha anche affermato che la banca centrale prevede di continuare a ridurre le sue partecipazioni in titoli del Tesoro, debito di agenzie e titoli garantiti da ipoteca, ribadendo al contempo che è "fortemente impegnata" a riportare l'inflazione al suo obiettivo del 2%. Nel frattempo, le proiezioni future sui tassi della Fed ora mostrano che prevede di iniziare a tagliare i tassi nel 2024.

L'aumento del tasso è superiore all'aumento di 50 punti base che i funzionari della Fed avevano precedentemente indicato che avrebbero optato, ma in linea con quanto stimato dalla maggior parte dei partecipanti al mercato, dopo la pubblicazione di un rapporto sull'inflazione superiore al previsto la scorsa settimana.

Powell in una precedente intervista al Wall Street Journal ha affermato che se la banca centrale non vede "prove chiare e convincenti sul fatto che le pressioni inflazionistiche si stanno attenuando", "considererà di muoversi in modo più aggressivo".

Nella sua ultima riunione di maggio, la Fed ha alzato i tassi di 50 punti base. L'aumento è stato il primo dal 2000. Gli aumenti di 75 punti base sono più rari e non si sono verificati dal novembre 1994, quando l'allora presidente della Fed Alan Greenspan stava cercando di combattere l'aumento dell'inflazione.

Tasso sui fondi federali in vista dell'aumento di mercoledì:

Tassi
Fonte: Tradingeconomics.com

Una Fed aggressiva potrebbe essere la soluzione migliore per i mercati

Commentando prima dell'annuncio della Fed di mercoledì, l'analista del broker di criptovalute GlobalBlock Marcus Sotiriou ha affermato che una Fed aggressiva, contrariamente alla saggezza convenzionale, potrebbe essere il miglior risultato per i mercati di oggi.

"Penso che una Federal Reserve molto aggressiva potrebbe essere la soluzione migliore per i mercati, in modo che la Federal Reserve possa riprendere prima il [quantitative easing]", ha affermato Sotiriou in un commento via email.

Ha aggiunto che il quantitative easing (QE) da parte della Fed è ciò che ha alimentato l'aumento delle criptovalute e di altri asset a rischio negli ultimi anni e che un inasprimento da parte della Fed indica che gli investitori "sono costretti a sciogliere le loro posizioni", portando inevitabilmente a un ribasso prezzi.

Mikkel Morch, direttore esecutivo dell'hedge fund cripto/digitale ARK36, ha affermato in un commento via email che "gli investitori non possono realisticamente aspettarsi che gli asset rischiosi abbiano un trend rialzista più sostenuto fino a quando la Fed non si muoverà", aggiungendo che bitcoin (BTC) "è stato davvero preso nel mirino in questi ultimi giorni."

Secondo lui, c'è ancora un enorme divario tra tassi nominali e tassi reali, quindi c'è molto più spazio per la Fed e le altre banche centrali per aumentare nei mesi a venire.

"Quindi bitcoin è stato sottoposto a un doppio colpo ed è più che probabile che presto vedremo prezzi inferiori a [20.000 USD]", ha affermato Morch, aggiungendo che le richieste di 12.000 USD per BTC hanno "una probabilità relativamente bassa per ora ."

Nel frattempo, il CEO di DoubleLine Capital Jeffrey Gundlach, noto come Bond King, ha suggerito che la Fed dovrebbe essere ancora più aggressiva, dicendo su Twitter che il 3% sarebbe, a suo avviso, un livello appropriato per il tasso dei Fed Funds.

In vista dell'aumento di mercoledì, il tasso sui Fed Funds era compreso tra lo 0,75% e l'1%.

La Fed "ha bisogno di riprendere il controllo della narrativa dell'inflazione"

A spingere per un'azione aggressiva è stato anche Mohamed A. El-Erian, un noto economista e presidente del Queen's College dell'Università di Cambridge, che ha scritto, in un articolo su Bloomberg, che la Fed "ha un disperato bisogno di riprendere il controllo della narrativa dell'inflazione".

L'incapacità della Fed di farlo rischia di trasformare la sua reputazione in qualcosa che assomiglia a "una banca dei mercati emergenti, che manca di credibilità e contribuisce inavvertitamente a un'indebita volatilità finanziaria", ha scritto El-Erian.

Commentando prima dell'aumento, Peter Brandt, un trader veterano, ha affermato che la Fed "non è mai stata nella storia della Fed moderna così indietro rispetto alla curva".

Brandt ha suggerito ai suoi oltre 600.000 follower su Twitter: "Soluzione: aumento del tasso della Fed di 400 [punti base], lasciare che il mercato azionario crolli e quindi premere il pulsante di ripristino".

La Banca centrale europea affronta le turbolenze del mercato

La mossa della Fed è arrivata lo stesso giorno in cui il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) si è riunito per una riunione di emergenza per affrontare le turbolenze nel mercato dei titoli di Stato europei.

Secondo una dichiarazione della BCE dopo l'incontro, la banca centrale ora "applicherà flessibilità" quando si tratta di reinvestire i proventi del suo programma di acquisto di obbligazioni dell'era della pandemia.

Ha aggiunto che accelererà i lavori per la progettazione di un nuovo "strumento anti-frammentazione", che sarà messo all'esame del Consiglio direttivo. La dichiarazione non specificava come potrebbe essere un tale strumento anti-frammentazione.

"Anti-frammentazione" si riferisce al lavoro svolto dalla BCE per evitare che le differenze nelle condizioni di mercato dei titoli di Stato nell'area dell'euro diventino troppo ampie.
____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

___

Per saperne di più: 
- La Fed potrebbe attaccare l'inflazione più aggressivamente
- L'inflazione definirà Bitcoin quest'anno e oltre
- Fed ha una "potenza limitata" sul rialzo dei tassi
- When Bitcoin Meets Inflation
- Prezzo di Bitcoin più basso con l'aumento dei tassi?
- Davos Watch: Real Interest Rates to Remain at ‘Nothing or Next to Nothing’ & Higher Inflation Target

- As inflation ‘Mellows Out’, a Bottom in Crypto is Likely in ‘The Back Half of 2022’ – VC Investor
- Inflation Should Be Viewed as Public Enemy Number 1