Home NewsBitcoin News

Quattro exchange di criptovalute generano il 90% del volume degli scambi di Bitcoin

Di Fredrik Vold
Quattro exchange di criptovalute generano il 90% del volume degli scambi di Bitcoin 101
Fonte: Adobe/Myst

Mentre bitcoin (BTC) è un asset decentralizzato, il trading in entrata e in uscita dal più grande criptoasset rimane un processo relativamente centralizzato, questo è ciò che afferma un nuovo report del crypto data provider Coin Metrics.

Sebbene il bitcoin sia scambiato contro una gamma di valute legali, stablecoin e altre criptovalute su mercati sia centralizzati che decentralizzati e peer-to-peer, i principali scambi centralizzati controllano ancora una quota schiacciante del mercato.

Più specificamente, questi scambi includono i principali protagonisti Coinbase, Bitstamp, Bitfinex, e Kraken.

"La distribuzione del volume del mercato spot quotato in dollari USA segue una legge di potere in cui circa il 90 percento del volume è concentrato nelle prime quattro borse del nostro campione", afferma il rapporto, aggiungendo che le istituzioni interessate a entrare nel trading di bitcoin dovrebbero farlo attraverso molteplici scambi "per accedere all'intero spettro delle attività di trading".

Quattro exchange di criptovalute generano il 90% del volume degli scambi di Bitcoin 102
Fonte: Coin Metrics

Inoltre, il rapporto ha anche scoperto che sebbene il volume totale degli scambi di bitcoin sia ancora "minuscolo" rispetto ad esempio al mercato azionario statunitense, al mercato obbligazionario o al mercato globale dei cambi (forex), sta crescendo rapidamente.

Se la crescita storica del volume degli scambi di bitcoin potesse essere mantenuta nei prossimi anni, il volume degli scambi spot di bitcoin potrebbe superare l'intero mercato azionario statunitense in meno di 4 anni e in meno di 5 anni supererebbe il grande mercato obbligazionario statunitense, ha sottolineato il rapporto.

Quattro exchange di criptovalute generano il 90% del volume degli scambi di Bitcoin 103
Fonte: Coin Metrics

Sulla questione del volume di trading relativamente piccolo del bitcoin, Coin Metrics ha anche affermato che il bitcoin nella sua fase attuale è più "paragonabile in termini di dimensioni a un grande stock di capitalizzazione piuttosto che a una distinta classe di attività". Pertanto, secondo il rapporto, gli enti che stanno prendendo in considerazione il bitcoin potrebbero scoprire che l'investimento è adatto solo a costituire "una parte della già piccola allocazione per attività alternative", piuttosto che avere un'allocazione separata solo per bitcoin.

Più Articoli